Avanzamento dei lavori di gennaio

Questo mese, nonostante le vacanze e l’isolamento forzato -o forse proprio per questo-, non sono riuscita a fare molto perché i bambini in casa non sono un grande aiuto alla “operosità”… Comunque, qualcosina l’ho realizzata:

Chissà per il prossimo mese… ho già in mente un sacco di progetti!!! 😀

Premio per il gioco delle #paroleconcatenate: appendiabiti profumati

A fine anno, Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia” ha vinto il gioco delle #paroleconcatenate e perciò le ho inviato un meritato premio…

Visto che per gli ultimi 2 giveaway avevo ricamato delle presine, stavolta ho deciso di essere meno prevedibile e ho realizzato due copri-appendiabiti profumati simili a quelli che avevo cucito alcuni anni fa per dei regalini di Natale (qui)…

Questa volta ho utilizzato della stoffa sui toni del lilla-violetto e ho modificato leggermente il progetto precedente, poiché non avevo più gessetti profumati.
Perciò, ho realizzato una taschina su uno dei due copri-appendiabiti, in modo da poterci infilare un profumatore da armadi, o un antitarme, o della naftalina, a scelta. Per accompagnare il regalo, io vi ho inserito un profumatore alla lavanda (spero che a Luisella piaccia! 🙂)
Sull’altro copri-appendiabiti, con i ritagli di stoffa laterali ho realizzato un fiocco, che ho riempito con dei grani di profumatore alla rosa (spero che anche questo profumo piaccia a Luisella! 🙂).

Quando il profumo si sarà esaurito, basterà sciogliere il fiocco, svuotarlo e riempirlo nuovamente con l’aiuto di un imbuto. Una volta pieno, basta rifare di nuovo il fiocco, in modo che i granuli non escano e possano tornare a profumare l’armadio. Altrimenti si può utilizzare anche un gessetto profumato e allacciarlo nel fiocco, per avere una buona fragranza nell’armadio.

Ho spedito il tutto, accompagnato da un bigliettino. Ho dovuto eliminare le grucce per semplificare la spedizione. Comunque i copri-apendiabiti sono adatti quasi a qualsiasi gruccia, anche se sono perfetti per quelle anonime grucce di metallo che si usano nelle lavanderie.

🙂

Festa a tema: “I pirati”

Per festeggiare il 7° compleanno del Nano con gli amichetti, quest’anno mi sono imbarcata in un’impresa piuttosto impegnativa dal punto di vista organizzativo, visto che nel frattempo sono anche ritornata al lavoro…

Come prima cosa, ho fatto gli inviti (alle 2 di notte della domenica, poiché abbiamo deciso la data con soli 5 giorni di anticipo) con un biglietto a forma di pergamena trovato in rete e modificato con il programma “Paint”, con cui ho aggiunto le scritte. Infine ne ho stampati 4 per foglio e li ho ritagliati perché il Nano li potesse distribuire il lunedì stesso.
Per l’ambientazione ho trovato alla “Metro” un festone con una fila di bandierine con il simbolo dei pirati (il teschio con le ossa incrociate). Poi ho creato delle bandierine da mettere sui panini e sulle fette di pizza, creandole sempre con il programma “Paint” e alcune immagini trovate in rete.

Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di dicembre

…E dopo 12 mesi che sono volati via in un baleno, siamo già entrati nel nuovo anno…
Durante questo ultimo mese del 2016 ho messo mano a qualche lavoretto:

  • ho proseguito un po’ il lavoro a maglia del cardigan modello “Sweet Rose Cardigan” della “Drops Design”;
  • shakercard_elefantinoho creato un bigliettino di auguri per una bimba che ha compiuto 2 anni, una “shakercard” con elefantino che tiene nella proboscide un palloncino in cui si vedevano dei coriandolini colorati che agitando il biglietto si muovevano intorno al numero ‘2’;biglietto_nativita_ricamato
  • per Natale ho creato un altro biglietto di auguri per una ex-collega che si è da poco trasferita in un’altra città, con una Natività stilizzata ricamata con filo dorato su cartoncino di una tonalità di blu scuro;

Continua a leggere

Appendiabiti profumati

grucce_profumatePer questo Natale ho avuto un’idea veloce da realizzare, utile e carina da vedere: un appendiabiti profumato, ottenuto con una classica gruccia di ferro (di quelle da lavanderia, per intenderci), un rettangolo di tessuto americano (ma va bene anche il tessuto di una vecchia camicia o di un vecchio abito, per rendere il tutto ancora più “ricicloso”), una striscia di pizzo, un gessetto profumato e un nastrino.

Continua a leggere

Tags da pacchetti “riciclose”

tags_ricicloQualche settimana fa ho preso al “Lidl” una perforatrice con la forma di una targhetta e di un fiocco, l’ideale per creare tags per i pacchetti dei regali di Natale…

E per fare delle tags davvero colorate non c’è niente di meglio che… il riciclo!!!
Così ho iniziato a intagliare tags negli imballaggi di cartoncino di tutto quello che passava per la mia cucina (la pasta, il riso, il tonno, ecc…) per poi passare ai volantini natalizi dei supermercati o della pubblicità. Ne sono usciti così dei tags molto variopinti, ma a volte con il retro rovinato da scritte oppure un po’ strappato a causa della colla utilizzata per chiudere il fondo o i lati delle scatole…
tags_riciclo1Per risolvere il problema, vi ho incollato dietro la stessa forma intagliata in un normale foglio di carta bianca. Infine, ho fatto il buco su entrambi gli strati con la bucatrice e… il gioco era fatto!!

Con questo post partecipo a:
Africreativa
di Maria di “Africreativa
e Daniela di “Decoriciclo

Salva

Salva

Salva

Salva

Idea-regalo: i libri personalizzati

Quest’anno per i regali di Natale ho scoperto una nuova tendenza che mi è piaciuta molto e che ho subito abbracciato: un libro da bambini… personalizzato!!!
libri_persL’ho trovata un’idea molto originale che, soprattutto in quest’era digitale e con i bambini che si stanno allontanando sempre di più dalla lettura di libri a favore di giochi tecnologici più o meno “educativi”, può far diventare molto più accattivante la storia scritta.
Credo che niente come il ritrovarsi protagonisti in prima persona di una storia speciale possa trasmettere ai bambini moderni il gusto della carta stampata, la bellezza di annusare il profumo delle pagine di un libro, il piacere di sfogliare con le dita la carta e la gioia di ritrovarsi immersi in un mondo fatato come protagonisti!

Continua a leggere

Bomboniere con vasetti degli omogeneizzati (parte I)

Come ho già detto (qui), per il Battesimo della Patata, ho avuto un gran daffare a tirare fuori una nuova idea per non fare tutto uguale al Battesimo del Terremoto…
Per lui avevo fatto le bomboniere riutilizzando i vasetti degli omogeneizzati e riempiendoli di sale. All’epoca mi era dispiaciuto tantissimo non poterli riempire con il sale rosa dell’Himalaya (più colorato e più facile da trovare rispetto a quello blu di Persia!) ma, pensando che fosse il mio ultimo Battesimo, non ho accantonato l’idea e l’ho quindi solo modificata un pochino, cambiando solo il colore del sale! Continua a leggere

Bomboniere con riciclo di vasetti

Ed ecco una nuova occasione di festa in famiglia: il Battesimo della nostra terzogenita!

Come per gli altri due, le bomboniere le ho ideate e confezionate io stessa. Dopo molta indecisione e mille giri in internet (cui ho dedicato un post a parte) fatti per focalizzarmi su una sola delle mie molteplici idee, ho deciso di rinunciare al sale rosa dell’Himalaya come avevo sognato di fare quando, per le bomboniere del Terremoto, ho dovuto cercare per mari e monti il sale blu di Persia!

bomboniera_V3Alla fine, ho optato anziché per il sale, per la luce! Quindi, candeline profumate! E per contenerle… barattolini degli omogeneizzati!!! Stavolta, ho deciso per un progetto molto più semplice e rapido da fare: con 3 bambini in giro per casa, il lavoro dall’altra volta era impensabile!!! Quindi, stavolta sono andata via rapida con washi-tape, feltro e colla!!!

Continua a leggere

Culottes chic

Ora che è caldo, la Patata ha smesso le tutine da neonata (abbastanza unisex e quindi ereditate per lo più dai fratelli) e inizia a vestire in modo un po’ più femminile (per la gioia di nonna e zie, che non vedevano l’ora di regalarle un corredino da principessa!), con vestitini a gonnellina. Alcuni hanno il body integrato con il vestito (cioè la gonnellina si innesta sul body della stessa fantasia o di fantasia simile), altri sono formati da una parure di due pezzi (vestito completo e culottes uguali), ma altri più freschi sono solo il vestitino…

“Che problema c’è? Tanto è piccola!” pensavo io, da madre di due maschi (peraltro portatori di pannolini lavabili dai bellissimi colori pastello)… “Anche se mostra il pannolino… non importa!” Continua a leggere