Biglietto di “Lego-auguri”

Ora che anche il Terremoto ha iniziato la scuola primaria, iniziamo con le feste di compleanno dei nuovi compagni di classe…
Per questa volta mi sono incaricata io di occuparmi del regalo comune (e di lanciare la “prassi” del regalo comune) e quindi ho realizzato anche il biglietto.
Vedremo se la cosa funziona e se agli altri genitori piaceranno i miei biglietti e me ne chiederanno altri, oppure la mia creatività avrà un brusco “stop”! 😛

Poiché il regalo è costituito di due scatole di Lego, ho voluto realizzare anche il biglietto “in tema”.
Ho quindi disegnato un numero che sembrasse costruito con i famosi mattoncini, utilizzando il programma della Lego, l’ho stampato e l’ho incollato sul lato frontale del biglietto.
All’interno, con la carta ondulata (riciclata da una confezione di merende) ho realizzato una scatola “pop-up” dalla quale escono fuori tanti mattoncini (tenuti su con delle strisce di plastica trasparente ritagliata dal coperchio di una confezione alimentare) con scritto sopra il nome di ciascun bambino che partecipa al regalo.

Sembra che il regalo e il biglietto siano piaciuti… Vedremo in futuro… 🙂

Avanzamento dei lavori di ottobre

Questo mese, sono riuscita a realizzare un po’ di cosette, anche se non particolarmente impegnative ma numerose! 🙂 Ecco brevemente l’elenco di quello che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito il lavoro al nuovo modello di tunica (mod. 107-25 by DROPS Design) in cotone sfumato in azzurro con i gomitoli e i ferri che mi hanno regalato le mie colleghe per il mio compleanno;
  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote;
  • ho realizzato una speciale explosion-box esagonale in blu e azzurro con dentro tante foto della scuola materna per la partenza di una famiglia di amici dei miei due figli maggiori;
  • ho realizzato un biglietto di compleanno tridimensionale con dentro un pacco regalo pop-up da cui escono tanti pacchettini per una compagna del Nano;
  • ho realizzato ben 2 biglietti del tipo “card in a box” con tonalità autunnali per una doppia festa di compleanno di amici del Terremoto;
  • ho realizzato un semplice biglietto di buona fortuna per una collega che andava via, per accompagnare un pensierino da parte delle colleghe più strette;
  • ho realizzato un biglietto di compleanno del tipo “shaker-card” con palloncini di dimensioni diverse per una compagna della Patata;
  • ho realizzato un nuovo costume da mago/stregone per far travestire il Terremoto ad Halloween;
  • ho creato in pochi minuti una bacchetta con stella nera per la Patata per dare un tocco nuovo al suo vecchio costume di Halloween da streghetta.

…e con questo ho finito… 🙂

Due biglietti per una doppia festa!

…e io che pensavo che le feste per il Terremoto con i vecchi compagni fossero terminate… 😆

Invece, questo week-end è stato invitato alla festa non di uno, ma adirittura di due ex compagni della scuola materna!!! 😀

Così, per non fare ingiustizie, ho preparato 2 biglietti di auguri per accompagnare i regali da parte degli ex compagni. Per realizzarli, ho scelto di replicare il mio esperimento precedente ed ho realizzato ben 2 “card in a box”!!!

Per la prima ho scelto una carta a strisce colorate che ho realizzato io stessa al pc a partire dai colori della palette d’autunno del 30° challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”. Ho realizzato una struttura con all’interno 2 linguette su cui ho attaccato palloncini, bandierine e un timbro di “Di’s Digi Stamps”. Sulle linguette laterali ho incollato altri timbri e le solite etichette con i nomi dei compagni. Per chiudere la card, ho realizzato una fascetta con il nome e un fiocco, mentre il resto del nome (molto lungo) l’ho fustellato su un’etichetta e incollato all’esterno del biglietto sulla base.

Per la seconda card ho scelto, invece, una carta con fantasia autunnale. Ho realizzato una struttura di un paio di centimetri più bassa, con all’interno 3 linguette su cui ho attaccato palloncini, bandierine e un timbro sempre  di “Di’s Digi Stamps”. Sulle linguette laterali ho incollato altri timbri e le solite etichette con i nomi dei compagni. Per chiudere la card, ho realizzato una fascetta con il nome e un fiocco.

Con questo post partecipo al challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”:

Avanzamento dei lavori di settembre

Questo mese, tra inserimenti a scuola e vari impegni di inizio anno, sono riuscita comunque a darmi da fare con i miei vari lavori. Ecco quello che sono riuscita a fare:

  • ho quasi terminato il lavoro a maglia del vestito per me, seguendo un modello (mod. Dance With Me by DROPS Design) a ferri accorciati, ma mi manca solo di finire la cucitura di metà gonna;
  • ho terminato anche le ultime rifiniture al vestitino a maglia a ferri accorciati per la Patata (mod. Twirly Girlie by DROPS Design) in coordinato con il mio;
  • ho finito di lavorare a maglia la morbidissima sciarpa in acrilico blu con minuscoli ciuffetti colorati per il Terremoto;
  • ho proseguito -anche se non velocemente come avevo previsto all’inizio del lavoro- il ricamo a punto croce e punto scritto per realizzare il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote;
  • ho realizzato 2 diversi biglietti di compleanno per gli amici del Terremoto (un semplice biglietto per accompagnare un tangram magnetico in regalo da parte della classe) e del Nano (una “card in a box” per accompagnare il regalo della classe);
  • infine ho preparato un paio di torte per il compleanno del Topino e l’onomastico del Nano.

…e per questo mese ho finito… 🙂

 

Libri di settembre

Tornati dalle vacanze, appena riaperta la Biblioteca, siamo corsi a cambiare i nostri libri, per poterne prendere in prestito degli altri… Poiché la Biblioteca è in una zona pedonale e stavolta siamo andati tutti a piedi per un pezzetto (lasciando per la prima volta in macchina il passeggino), abbiamo dovuto limitare il numero di libri per questioni di peso! 🙂
Perciò, ciascuno ha scelto un libro che poi doveva essere in grado di portare per tutto il tragitto fino alla macchina!

Il Topino ha scelto “Le mutande di Orso Bianco” di Tupera Tupera, un autore giapponese che ha disegnato con la tecnica del papercut questo libro divertente. La storia parte dall’imbarazzo di Orso per aver perso… le sue mutande! In ogni pagina una fustella forata mostra un paio di mutande che potrebbero essere le sue, ma… girando la pagina si scopre il vero proprietario di ciascun paio! Ma alla fine… eccole!!! 🙂
Al Topino (ma anche ai fratelli!) è piaciuto molto. E in questo periodo in cui stiamo tentando lo “spannolinamento”, questo libro è adattissimo ad incentivare al massimo il suo interesse per le mutande! 😆

La Patata ha scelto un libro dalla copertina di un bellissimo colore lilla: “Il piccolo coniglio bianco”. La storia è tratta da un racconto popolare portoghese adattato da Xosé Ballesteros, con le illustrazioni di Óscar Villán, che per questo lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. La storia racconta di un piccolo coniglio bianco cui viene voglia di zuppa, ma una volta uscito a raccogliere i cavoli per cucinarla, si trova una terribile capra a occupargli la casa occupata. Allora il piccolo coniglio bianco va a cercare altri animali con cui cacciare la capra, perché l’unione fa la forza! 🙂

Insieme al Terremoto abbiamo scelto 2 libricini in tema con il suo recentissimo ingresso alla scuola primaria…

Il primo è “Margherita maestra dormigliona” di Nicoletta Costa, la storia del primo giorno di scuola di una maestra che, dopo aver fatto le ore piccole per prepararsi al rientro a scuola, si addormenta… in classe!!! 🙂

Il secondo è “Un merlo parlante in classe” di Erminia Dell’Oro, la simpatica storia di un merlo parlante che si mette a svolazzare e a portare scompiglio in una classe prima elementare il primo giorno di scuola! 🙂

Biglietto di compleanno in scatola…

Per il compleanno di un compagno di scuola del Nano, mi sono ancora una volta offerta di realizzare il biglietto per accompagnare il regalo da parte della classe…

Questa volta ho deciso di utilizzare sempre i soliti palloncini con il nome, ma mi sono buttata in un esperimento e ho provato a realizzare una “Card in a Box”.

Ho rivestito l’esterno di un cartoncino blu con della carta fantasia a quadretti bianchi e azzurri, vi ho applicato un’etichetta con intagliato il nome del festeggiato (con la Big Shot e le fustelle dell’alfabeto) e vi ho messo intorno una fascetta azzurra con fiocco per tenere chiuso il biglietto.

Una volta realizzata la struttura interna, ho decorato con delle applicazioni di sagome fustellate, washi-tape, timbri, ecc… l’interno dei quattro lembi della scatola che si dovevano aprire. Sulle linguette interne alla scatolina, invece, ho attaccato una bandiera con un timbro di auguri e i soliti palloncini con le etichette dei nomi dei compagni di classe incollando ciascuno su delle fascette di plastica trasparente (riciclate dal coperchio di una scatola per alimenti).

Il festeggiato si è mostrato entusiasta sia dei regali che del biglietto, il che mi ha confermato la piena riuscita dell’esperimento! 🙂

Con questo post partecipo al challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”:

Biglietto di compleanno tangram

Il giorno prima dell’inizio della scuola primaria, il Terremoto ha ricevuto un invito alla festa di compleanno di un suo ex compagno di scuola materna… Come al solito, mi sono offerta di realizzare il biglietto per accompagnare il regalo da parte della classe…

Poiché il regalo consisteva in un’automobile radiocomandata e in una scatola di Tangram magnetico, ho realizzato un biglietto bianco con all’esterno una scritta realizzata con le forme del Tangram, che ho trovato sul sito portoghese “Notebook da Profa”, ho stampato, ritagliato e incollato sul lato frontale del biglietto.

All’interno i soliti palloncini fustellati, con il nome di ciascun bambino, ma stavolta vi ho aggiunto una striscia sui due bordi più esterni con dei palloncini ad effetto embossing…

Purtroppo ho dovuto lasciare la festa prima di poter vedere l’espressione del festeggiato davanti al biglietto, ma alla sua mamma sembra essere piaciuto! 🙂

Avanzamento dei lavori di agosto

Questo mese ero a casa con i bambini e, a parte qualche giorno in Croazia e varie gite giornaliere in giro per il Friuli, sono riuscita a darmi parecchio da fare con i miei vari lavori. Ecco quello che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito a grandi passi il lavoro a maglia per realizzare il vestito per me, seguendo un modello (mod. Dance With Me by DROPS Design) a ferri accorciati e ho quasi terminato di lavorare al busto;
  • ho praticamente terminato anche il vestitino a maglia a ferri accorciati per la Patata (mod. Twirly Girlie by DROPS Design), al quale mancano solo alcune rifiniture;
  • ho realizzato a maglia una sciarpa morbida in acrilico rosa per la Patata;
  • ho iniziato a realizzare a maglia una sciarpa in acrilico blu con ciuffetti colorati per il Terremoto;
  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote.

…ed ora eccomi pronta per settembre… 🙂

#solocosebelleagosto

Con la fine del mese di agosto, rieccomi pronta a partecipare all’appuntamento mensile con il post dedicato al tema “#solocosebelle”, ideato da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose”…

Quest’anno avevamo fatto le ferie a luglio e perciò ad agosto siamo rimasti per lo più nei dintorni di casa, eccezion fatta per 5 giorni di mare “toccata e fuga” in Croazia con i nonni… Da un giorno all’altro ho preso la macchina e ho portato i bambini a Medullin (Medolino), dove abbiamo incrociato i miei che provenivano da un tour in Slovenia e Croazia.

Sul percorso per la spiaggia di Medulin

Continua a leggere

Libri di agosto

Per questo mese abbiamo preso in prestito solo 2 libri, poiché saremmo andati in vacanza e non potevamo portarcene in giro una grande quantità…

Il primo era il nuovo libro di Anna Llenas “Il mostro dei colori va a scuola”, una nuova avventura del mostro de “I colori delle emozioni” che affronta il suo primo giorno di scuola: all’inizio è nervoso e non sa cosa succederà, ma poi scopre che a  scuola lo aspettano tante cose nuove da fare e tanti nuovi amici. Adattissimo ai bambini che iniziano la scuola materna.
Al Topino è piaciuto, poiché ha ritrovato il personaggio che ha seguito tutto il percorso del suo ultimo anno di nido ed ha scoperto cosa si fa in una giornata-tipo alla scuola materna. 🙂

Il secondo era il super-classico (che avevamo già letto anni fa) “Il piccolo bruco Maisazio” di Eric Carle, la bella storia di un piccolo bruco che mangia, mangia, mangia, prima di rinchiudersi nel suo bozzolo per trasformarsi. Leggerlo ai bambini è davvero divertente, e a loro piace!
Io ormai l’ho letto talmente tante volte ai bambini del mio lavoro che dovrei esserne stufa, ma invece non ne ho mai abbastanza… un libro di cui non essere Maisazi!!! 😆