Libri di agosto

Qualche giorno fa, approfittando di dover restituire un libro che avevo preso per me (e di essere sola!!!), sono andata a fare un salto anche alla Biblioteca per ragazzi e sono tornata a casa con 4 libri per i miei figli…

  • “Il piccolo grogo coraggioso”, di Kathryn Cave e Nick Maland, che racconta la storia del piccolo grogo che era tanto pauroso da non avere nemmeno il coraggio di uscire di casa, e del suo amico grippo che gli consiglia di pensare “pensieri coraggiosi”. Seguendo il consiglio, finalmente, il piccolo grogo diventa tanto coraggioso da non spaventarsi neppure in un bosco buio!! Questo libro l’ho scelto per il Terremoto, che è un po’ fifone, per aiutarlo a vincere le sue mille paure. 🙂
  • “La strega Camilla”, di Caterina Fasella e Donatella Bazzucchi, come spiega il sottotitolo, sono “Due filastrocche su una strega molto speciale”, molto tranquilla, che beve sepre la camomilla e quindi è sempre assonnata, tranne per quei pochi minuti che le fa effetto la cioccolata! Un libro divertente in rima. 😛
  • “Tutti contenti… o no?”, di Anna Baccelliere, un libro che ho trovato molto educativo e che racconta i diversi punti di vista rispetto al cibo (ma può valere per qualsiasi cosa): quello che per qualcuno è abbastanza, per qualcun’altro è troppo poco… Tutto sta nell’accontentarsi di ciò che si ha, anziché voler sempre di più! 🙂
  • “La mamma più bella del mondo”, di Marianne Barcilon, la storia di una bambina che perde la sua mamma in un mercato e che alcuni venditori aiutano a ritrovarla, basandosi sulla descrizione che la bimba fa della sua mamma, ovvero “è la più bella del mondo”! 😀

Avanzamento dei lavori di luglio

Ed eccoci, con la fine di luglio, già nel pieno delle vacanze estive (dei bambini) e nel bel mezzo delle ferie dal lavoro (mie) e quindi al nuovo appuntamento mensile con i miei progressi nei lavori:

  • ho proseguito nel lavorare a maglia la tunica con tasche nei colori rosa e lilla (mod. Lyrah by DROPS Design) per la mia Patata, iniziando a lavorare le tasche insieme al resto (anche se da modello sarebbero da lavorare a parte e cucire in un secondo momento);
  • ho quasi terminato le maniche del vestitino traforato lavorato a maglia con la lana turchese (mod. Wendy Darling by DROPS Design), sempre per la mia Patata;
  • ho realizzato dei fusi di lavanda con dei nastri colorati per profumare armadi e cassetti;
  • ho finalmente terminato di assemblare e confezionare ed ho consegnato la “torta di cancelleria” al nido dei miei figli;
  • ho realizzato con il Nano una “bottiglia della calma” secondo le istruzioni montessoriane, inserendovi brillantini e cuoricini all’interno, ma nonostante il risultato affascinante, i miei figli sembrano essere immuni dal suo effetto calmante!

…e con questo ho terminato le mie opere di luglio, nonostante le ferie. 🙁
Temo che con il rientro al lavoro sarà difficile conciliare tutti gli impegni con il portare avanti i miei hobby! 🙁

Salva

Bottiglia della calma

Ieri pomeriggio, mentre i fratelli dormivano, con il Nano abbiamo preparato una “bottiglia della calma” per il Terremoto e la Patata, che ultimamente ne avrebbero un gran bisogno…
Sì, lo so che di solito si parla di “barattolo della calma” montessoriano, ma dopo aver riflettuto a lungo, ho pensato che se effettivamente serviva a calmare i nervi dei due pargoli, forse era meglio che fosse infrangibile e non contundente… così, giusto nel caso in cui non funzionasse e passasse loro per la testa di lanciarla contro un fratello o di scagliarla per terra… 😛

Perciò abbiamo optato per una bottiglietta di plastica (di quelle da mezzo litro dell’acqua, per intenderci). Le ho staccato l’etichetta e l’ho riempita con dell’acqua, man mano che vi versavamo dentro della polverina glitter, dei cuoricini argentati e del colorante alimentare.
Alla fine l’abbiamo riempita d’acqua fino a un paio di centimetri sotto l’orlo e abbiamo richiuso il tappo (che ho pensato di sigillare con un po’ di colla a caldo, giusto per sicurezza)… et voilà! lo strumento montessoriano in cui avevo riposto tutte le mie speranze era pronto a compiere il suo miracoloso effetto calmante, come da manuale. 😀

…Ma… c’è un “ma”… anzi, più di uno!!! 🙁 Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di giugno

Ed eccoci, con la fine di giugno, già a metà anno… ed ecco i miei progressi e i miei nuovi lavori:

Continua a leggere

Biglietti con farfalle a fisarmonica

Per la fine dell’anno scolastico, dopo aver visto le mie “explosion-box” con volo di farfalle e con le farfalle disegnate dai compagni del Nano, un’amica mi ha chiesto consiglio e aiuto per creare dei biglietti per accompagnare i regali per le educatrici del nido della figlia.

Così l’ho aiutata a creare dei biglietti, più semplici e veloci da realizzare rispetto alle “explosion-box”…
Su mio suggerimento ha commissionato alle altre mamme delle farfalle fatte in orizzontale su fogli formato A5 con le impronte o la sagoma delle manine dei bimbi…
Insieme le abbiamo attaccate a due nastrini di raso con lo scotch biadesivo, in modo da formare una catena richiudibile a fisarmonica (come avevo fatto per le “explosion box” per le insegnanti del Nano) e gliele ho fissate ai biglietti di cartoncino facendovi due fessure e inserendovi il nastrino. Chiudendo il tutto con due fiocchi, l’effetto-sorpresa era assicurato: al momento dell’apertura del biglietto, le educatrici avrebbero sciolto i nastrini e le farfalle sarebbero cadute giù srotolandosi in tutta la loro bellezza!! Continua a leggere

…ancora di biglietti e farfalle

Con la fine della scuola primaria mi sono assunta l’incarico di fare anche i biglietti per accompagnare i regali delle maestre del Nano. Come idea ero partita dalle mini “explosion box” realizzate per le educatrici del nido della Patata, ma stavolta ne dovevo realizzare il doppio e mi ci sarebbe voluto un sacco di tempo per attaccare tutte quelle farfalle con il filo…
Inoltre, discutendo con le mamme, è venuta fuori l’idea di far disegnare le farfalle ai bambini stessi e quindi nel giro di un week-end, tramite chat, ci siamo accordate più o meno sulle dimensioni delle farfalle… Sono stati tutti così bravi che il lunedì successivo ho ricevuto una scatola con dentro tutte le farfalle in quadruplice copia!!!

Per velocizzare la realizzazione, con l’aiuto del Nano ho steso tutte le farfalle a faccia in sotto sul pavimento, ordinate secondo l’ordine alfabetico dei bambini della classe, e le ho unite tra loro attaccandovi dietro due nastrini azurri paralleli (su due serie di farfalle) e un nastro più grosso di colore rosa/rosso al centro (sulle altre due serie). Continua a leggere

Torta per papà

Ieri era il compleanno del papà e con i bambini abbiamo fatto una torta veloce apposta per lui… Pan di Spagna bagnato con acqua e zucchero e aromatizzato al Rum, farcito con crema pasticcera e ricoperto di glassa al cioccolato.

Sopra, per decorare, ho steso uno strato di pasta di zucchero e vi ho intagliato le forme delle mani dei bambini. Finché si è trattato di fare la mano del Nano e del Terremoto, tutto ok… la manina della Patata è stato un po’ più complicato perché non stava ferma, ma quella del Topino è stata un’impresa: non teneva la mano aperta, ma cercava di afferrare la pasta di zucchero stringendo a pugno e quindi l’ho dovuta rifare 3-4 volte!!! Ma alla fine ci sono riuscita!!! 😛

Le manine le ho disposte intorno sulla superficie della torta. L’effetto è stato molto carino e può essere adatto anche per la festa del papà o della mamma.

Auguri!!!!

Salva

Profumo di mamma

Ho scoperto il libro “Profumo di mamma” di Sonia Bonutto grazie ad una collega che l’ha ricevuto in regalo e me l’ha mostrato e mi è piaciuto subito moltissimo!!!

Leggendolo mi sono venute subito le lacrime agli occhi perché racconta in modo dolcissimo la storia di una bimba che vuole regalare alla sua mamma un profumo, ma non ne trova uno che le sembri adatto a lei: nessuno le ricorda la sua mamma!

Allora ne crea uno da sola, mettendo in una bottiglia tutti i profumi che la fanno pensare alla sua mamma: il profumo del caffè la mattina, il profumo dello sciroppo che la mamma le dà quando è ammalata, ecc…, tutti ingredienti speciali che le portano alla memoria momenti unici che la legano alla mamma. 🙂

Il libro è illustrato in modo fantastico, con illustrazioni dolcissime che fanno davvero commuovere: ne è il primo esempio l’illustrazione della copertina, che rappresenta Giulia, la protagonista dal viso dolcissimo e dagli occhioni azzurri.

Penso che sia un regalo stupendo per la festa della mamma, il libro che ogni mamma vorrebbe leggere con la propria bambina!!! 🙂

Biglietti “in volo”

Siamo arrivati anche quest’anno a giugno e, con questo mese, arrivano gli oramai (per me) fissi appuntamenti del nido con la gita alla fattoria e la festa dei diplomi di fine anno…

Per accompagnare il regalo alle educatrici della Patata, quest’anno ho realizzato due biglietti ispirandomi alle “explosion box”, ma diminuendone l’altezza… Dentro vi ho incollato un foglio con una fantasia su cui ho scritto la frase di dedica e poi due mani schiuse, da cui partiva un volo di farfalle (realizzate con la perforatrice e carta fantasia) con dietro i nomi dei bambini, appese al coperchio. Così, aprendo il coperchio, la scatolina si apriva e dalle mani volavano in alto le farfalle. Sopra il coperchio di ciascuna scatolina ho incollato una farfalla in 3D, prese da un kit acquistato al “Lidl” qualche tempo fa, realizzate con 3 sagome di farfalla di dimensioni leggermente crescenti e ciascuna con una fantasia diversa, unite con dei gommini adesivi in modo da dare la tridimensionalità. Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di maggio

Ed ecco, in un baleno, che maggio è già terminato!!! Con il rientro al lavoro le mie opere incompiute sono andate un po’ più a rilento, ma ecco i piccoli passi avanti fatti:

  • ho continuato il lavoro a maglia della tunica con tasche nei colori rosa e lilla (mod. Lyrah by DROPS Design) per la mia Patata;
  • ho quasi terminato il lavoro a maglia del vestitino traforato turchese (mod. Wendy Darling by DROPS Design), sempre per la mia Patata, a cui ormai mancano solo le maniche, che sto lavorando;
  • ho proseguito, anche se di pochi punti, con il ricamo delle due farfalle per il portasacchetti per la cucina;
  • ho organizzato una festa a tema “Pirati” per il compleanno del Nano, creando tutto l’occorrente, dagli inviti all’ambientazione, dal buffet dolce e salato alla torta, compresi i cosidetti “favors” e alcuni giochi da fare al chiuso in caso di maltempo;
  • con gli avanzi di pan di Spagna della torta-forziere dei pirati, ho realizzato alcuni dolci “riciclosi”, ovvero degli zuccotti ai vari gusti;
  • ho preparato una torta al cioccolato e frutti di bosco per festeggiare il compleanno del Nano a casa;
  • ho preparato una torta per la festa di fine anno della scuola del Terremoto.

🙂