Fare Natale 14: palline di plastica

Per il nostro quattordicesimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ho recuperato un vecchio progetto realizzato 5 anni fa con il Nano allora 4enne…

Per realizzarle, ho tagliato 3 anelli di plastica dell’altezza di circa 2,5 cm da alcune bottiglie di plastica colorata, poi li ho incrociati tra loro e li ho fissati con la spillatrice ai due vertici (superiore e inferiore), insieme ad un nastrino per appendere le palline.

Quelle di 5 anni fa erano realizzate con le bottiglie del latte (bianche), ricoperte con strisce di carta natalizia presa dai volantini dei supermercati. Ma l’idea era buona e quindi l’ho recuperata! 🙂

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 13: decorazioni con perline da stirare

Per l’appuntamento di oggi, il tredicesimo con le decorazioni natalizie di quest’anno, ecco delle simpatiche decorazioni realizzate con le perline da stirare dai miei figli…

Il Nano 9enne ha realizzato un bastoncino di zucchero di fantasia sua e una pallina su modello di una vista su Pinterest.
Il Terremoto 6enne è riuscito a realizzare l’albero tridimensionale seguendo anche lui un disegno di Pinterest.
Io e la Patata 4enne, invece, abbiamo realizzato insieme il pacco regalo e un’altra pallina, sempre su modelli presi da Pinterest

Queste figure possono essere appese all’albero di Natale con un nastro o uno spago, possono essere incollate su dei biglietti di auguri oppure legate al nastro di un pacchetto regalo, messe su un mobile come decorazione o utilizzate come segnaposto sulla tavola delle feste. Insomma, i possibili utilizzi sono davvero svariati! 🙂

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 12: bastoncini-alberello

E per il dodicesimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco ancora un’idea da realizzare con i bastoncini di legno del gelato conservati da quest’estate e dei nastrini…
Per una decorazione che abbia un tocco in più, al posto dei bastoncini del gelato, si possono utilizzare i bastoncini di cannella. Invece di appenderli all’albero, si possono usare come decorazione chiudi-pacco per dare un tocco profumato ai nostri regali…

La loro realizzazione è davvero semplicissima e veloce: basta prendere un bastoncino (che sia lo stecco del gelato, un rametto abbastanza dritto o un bastoncino di cannella, è uguale) e del nastro di qualsiasi genere (di raffia, di stoffa, di nastro da pacchetti, ecc…). Con il nastro, si ritagliano delle strisce di dimensioni crescenti e si iniziano a legare con un nodo al centro a partire dall’alto del bastoncino e via via scendendo si aumenta la lunghezza del nastrino. Infine, si incolla con della colla a caldo un cappio sulla cima del bastoncino per poterlo appendere… e il gioco è fatto!! 🙂

Ecco quelli realizzati al mio lavoro dai bambini:

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 11: decorazioni con bastoncini del gelato

Per l’undicesimo appuntamento con le decorazioni natalizie, oggi vediamo cosa si può realizzare con i bastoncini di legno del gelato che quest’estate abbiamo conservato in vista di un riutilizzo creativo…
In caso non si fosse fissati con il riciclo creativo, tanto da conservare i bastoncini del gelato dell’estate proprio per i lavoretti di Natale, niente paura: si possono acquistare in negozi di materiale creativo (o bazar di casalinghi), oppure via internet, oppure si trovano nei più famosi negozi di detersivi e profumi come bastoncini per stendere la ceretta (che perciò dovrebbero costare meno). 😛

Per decorarli, si possono dipingere con i colori acrilici o a tempera (anche se in alcuni bazar di casalinghi si trovano anche già colorati). Come abbellimenti, si possono utilizzare colla e formine realizzate con i paper-punch (tipo stelline, cuoricini, ecc…), oppure dello spago, del filo di lana o dei nastri colorati…

Per realizzare una stella, bastano 5 bastoncini e un po’ di colla vinilica o di colla a caldo.
Per realizzare un albero, bastano 3 o 4 (se si vuole anche il tronco) bastoncini e un po’ di colla.

Io ho realizzato 2 stelline dorate utilizzando lo spray dorato. La stella gialla l’ha realizzata il Terremoto con la tempera gialla, della colla glitterata rossa, cuoricini e stelline ottenute con i paper-punch.

Ho realizzato anche un alberello rivestendo i bastoncini con della lana verde in cui avevo preventivamente infilato delle perline in plastica (di quelle da stirare).

Alla fine ho attaccato un nastro per appenderle all’albero e le decorazioni erano pronte!!

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 10: decorazioni a forma di stella a maglia

Per decorare la casa, la porta, le finestre o da appendere all’albero, ho deciso di provare a realizzare qualche stella a maglia seguendo uno schema gratuito (in inglese, spagnolo o portoghese) trovato in rete.

Per realizzarle, occorre un gioco di 5 ferri a doppia punta della dimensione adatta al filato scelto. Cambiando la grandezza dei ferri e il filato, cambieranno le dimensioni della stella. In rete si trovano stelline da appendere realizzate con cotone o lana e ferri n. 3,5 o n. 4, oppure stelle della dimensione di un cuscino realizzate con lana grossa o fettuccia di cotone e ferri n. 10 o più…

Inoltre, utilizzando lo stesso filato e lo stesso numero di ferri, si può aumentare la dimensione con l’aumentare dei giri. Lo schema per realizzare le stelle, in pratica, è questo:
Montare un numero di maglie pari al numero di ferri da lavorare meno uno, moltiplicato x 10, + 5 m. (ad es., per lavorare 10 f., montare il seguente numero di maglie:
(10 – 1) x 10 + 5 = 9 x 10 + 5 = 90 + 5 = 95 m.;
per lavorare 20 f., montare il seguente numero di maglie:
(20 – 1) x 10 + 5 = 19 x 10 + 5 = 190 + 5 = 195 m.).
Il 1° f. si lavora in tondo tutto a dritto.
Dal 2° f. in poi, si lavora in tondo a partire da metà del lato, facendo una diminuzione ad ogni angolo nel modo seguente:
sottrarre 15 m. al numero di maglie totali e dividere per 5 e dividere a metà il numero ottenuto:
[(95 – 15) : 5 ] : 2 = [80 : 5] : 2 = 16 : 2 = 8;
*lavorare il numero di maglie così ottenuto (8 m.); poi realizzare una diminuzione passando 2 m. a diritto senza lavorarle, lavorare 1 m. a diritto e accavallare le 2 m. passate sopra quella appena lavorata; lavorare lo stesso numero di maglie (8 m.)* e ripetere * * per 5 volte. Ad ogni ferro successivo, si sottrae 1 m. dalle maglie da lavorare.
Quando restano 5 m., passare la lana negli ultimi 5 punti con un ago, poi tirare per chiudere il foro centrale e fissare il filo.

Una volta realizzate 2 stelle uguali, cucire punto a punto i lembi sovrapponendo perfettamente le stelle. Imbottirle prima dichiudere completamente la fessura tra le due metà e poi chiudere e fissare il filo.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 9: alberello “grasso” di Natale

Per rimediare all’ultimo minuto alla mancanza di un albero natalizio al lavoro, ho pensato di realizzare un alberello “grasso” di Natale, attaccando dei mini-pompon che avevo (che facevano parte di un kit dei bambini) ad una piantina di cactus.

In mancanza di mini-pompon già pronti, si può utilizzare del filato e un mollettone da capelli (quelli con tanti denti, per intenderci) o una forchetta per realizzarli.
Volendo, si può abbellire il vasetto a piacere. Io avevo un vasetto di vetro che un tempo conteneva dei cioccolatini e vi ho inserito il mini-cactus all’interno.

Una volta abbellito, questo mini-alberello può essere tenuto anche in ufficio o in un miniappartamento, poiché ha il grosso pregio di occupare davvero pochissimo spazio!

Se si vuole qualcosa di più “handmade” e ancora più resistente (ai climi freddi) di un mini-cactus, avendo un po’ più di tempo, si può realizzare una piantina grassa con la lana, tipo queste (mod. “Poke Me” by DROPS Design – Cactus ai ferri, a grana di riso, a coste inglesi e a punto legaccio):

Poke Me

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 8: decorazioni con rotoli della carta

E oggi, per l’ottavo appuntamento, vi mostro delle decorazioni simpatiche (e veloci) da realizzare con i rotoli finiti della carta igienica e della carta da cucina, per un riciclo creativo.

Per realizzarle ci occorrono dei rotoli di cartoncino, forbici, matita e righello, colla o spillatrice, colori acrilici o spray argentato, dorato o glitterato.

Come prima cosa, occorre ritagliare dai rotoli di cartoncino degli anelli alti 1 cm. Una volta ricavati questi anelli, si possono assemblare con la colla o attaccandoli uno all’altro con la spillatrice a formare dei fiocchi di neve, delle stelle di Natale o altre figure natalizie…
Se si sceglie di dipingere gli anelli con i colori acrilici (le tempere no, perché l’anello di cartoncino tende a bagnarsi e a scollarsi), è meglio farlo prima di attaccarli uno all’altro e di lasciarli asciugare.
Attaccandoli con un nastro si possono appendere all’albero: decorazioni molto semplici, ma di grande effetto.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 7: fiocchi di neve di carta

Per il settimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco dei fiocchi di neve di carta, adatti ad essere appesi all’albero di Nataale o attaccati ad una finestra… Sono molto facili da realizzare, tanto che anche il Nano lo scorso anno ha imparato a realizzarli e ne ha fatti un bel po’ da appendere alla finestra, di diverse dimensioni…

Per realizzarli, basta procurarsi un foglio di carta quadrato (in caso di fogli A4, tagliando la striscia in eccesso si ottengono dei quadrati di cm 21 x 21 e quindi dei fiocchi di neve delle stesse dimensioni), delle forbici e un po’ di colla.
Piegando a metà il foglio, in modo da ottenere dei triangoli, per 3 volte (figg. 1-4), si ottiene un triangolo pari a metà della punta del fiocco di neve.
Praticando 3 tagli quasi paralleli in modo da ottenere delle specie di petali (fig. 5), si ottiene la forma del fiocco di neve.
Poi, riaprendo il foglio, basta prendere ciascuna delle linguette centrali e incollarle al centro del fiocco di neve.Se invece di uno solo, se ne realizzano due, con carta rossa o bianca, possono diventare delle meravigliose stelle di Natale.
Basterà incollarli uno dietro l’altro inclinati di 45° uno rispetto all’altro. Volendo, si possono incollare al centro delle perline dorate, delle palline dorate o altre decorazioni, in modo anche da coprire i lembi incollati.
In questo modo, possono anche essere messe al centro della tavola delle feste, con un risultato davvero spettacolare e un minimo sforzo.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 6: ghirlande ad uncinetto

Dopo aver trovato in rete decine e decine di ghirlande fuoriporta o piccole decorazioni a forma di ghirlanda da appendere all’albero, tutte realizzate all’uncinetto, ho deciso di cimentarmi anch’io nell’impresa!!! 🙂
Perciò, per il sesto appuntamento di questa raccolta natalizia, ho deciso di provare a realizzare alcuni modelli…

Così ho tirato fuori e spolverato il set di uncinetti che avevo ereditato dalla mia nonna -ormai diversi anni fa- da una scatola in cui erano rimasti ad arruginire per almeno un decennio… Ho recuperato le nozioni di base che avevo appreso da bambina e, con qualche rinfrescatina ed integrazione presa da alcuni video e foto in rete, ho ripreso in mano la tecnica! Con mio sommo stupore, mi sono resa conto che è come andare in bicicletta: una volta che hai imparato, non lo dimentichi più!!! 🙂

Queste le ghirlande che sono riuscita a realizzare in pochissimo tempo:

Per la ghirlanda verde con il fiocco rosso, ho utilizzato del cotone verde, l’uncinetto n. 2,5, un anello di plastica, un ago da lana e un filo di lana grossa di colore rosso.
Per iniziare, ho fatto un giro di maglie basse intorno all’anello, fino a rivestirlo completamente, mantenendo un numero di maglie multiplo di 4. Finito il 1° giro di maglie basse, ho chiuso il giro inserendo l’uncinetto nel 1° punto e facendo una maglia bassissima.
Ho iniziato il 2° giro con una maglia bassa nel punto immediatamente successivo, poi *2 catenelle e 1 maglia bassa saltando un punto e inserendo l’uncinetto nel punto successivo* ripetendo * * fino alla fine del 2° giro.
Per il 3° giro, ho realizzato *5 maglie alte nell’occhiello precedentemente creato dalle catenelle, poi 1 maglia bassa nell’occhiello seguente*, ripetendo * * fino a quando mancano 2 occhielli alla fine del giro. A questo punto, ho realizzato 5 maglie alte nell’occhiello seguente e 1 maglia bassissima nell’ultimo occhiello, poi ho chiuso il lavoro fissando il filo.
Infine, ho infilato il filo di lana rossa dentro e fuori gli occhielli, formando un fiocchetto alla fine.

Per la ghirlanda bianca con la campanella, mi sono ispirata ad un modello DROPS Design (mod. “DROPS Extra 0-520” by DROPS Design), con alcune modifiche, utilizzando del cotone bianco, l’uncinetto n. 2,5, un anello di plastica e una campanella dorata.
Per iniziare, ho fatto un giro di maglie basse intorno all’anello, fino a rivestirlo completamente, mantenendo un numero di maglie multiplo di 6 (a me ne sono venute 90). Finito il 1° giro di maglie basse, ho chiuso il giro inserendo l’uncinetto nel 1° punto e facendo una maglia bassissima.
Ho iniziato il 2° giro con 7 catenelle, poi, *saltando 5 maglie basse, ho fatto 1 maglia bassa nella 6a maglia bassa, poi ho fatto 6 catenelle*, ripetendo da *-*, e finendo 1 maglia bassissima nella 1a catenella dall’inizio del giro.
Per il 3° giro, ho lavorato in ogni occhiello di catenelle: *2 maglie basse, 3 catenelle, 1 maglia bassa nella 1a catenella (= 1 picot) e di nuovo 2 maglie basse*, ripetendo da *-*, e finendo con 1 maglia bassissima nella 1a maglia bassa dall’inizio del giro.
Con il filo rimasto, ho lavorato 30 catenelle e infine ho chiuso l’anello con 1 maglia bassissima alla fine del 3° giro, poi ho tagliato e affrancato il filo.
Sul filo di inizio lavoro, ho fatto una catenella e vi ho appeso la campanella e ho fissato il filo con un nodino.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 5: lumini ad albero di Natale

Per il quinto appuntamento con le decorazioni natalizie, ho realizzato degli alberi di Natale in carta, al cui interno inserire dei lumini (possibilmente al led, perché le candeline tea-light potrebbero bruciare la carta) per illuminare la tavola natalizia o la casa. La loro realizzazione è molto semplice: bastano poche piegature e sono pronti…

Si inizia con un quadrato (fig. 1), che si piega a metà ad ottenere un triangolo (fig. 2). Si piega nuovamente a metà questo triangolo (fig. 3), poi ancora a metà (fig. 4), e questo ancora a metà, ad ottenere due triangoli differenti (fig. 5). Infine, si taglia il lato di base arrotondandolo leggermente, sul lato doppio si praticano diversi tagli paralleli, mentre sul lato singolo si praticano dei tagli triangolari (fig. 6). Arrivati a questo punto, si apre tutto il cerchio e si piegano i lati con i fori romboidali verso l’interno (piega a valle) e i lati con i tagli dritti verso l’esterno (piega a monte).
Si possono poi piegare le linguette ricavate con i tagli paralleli verso una stessa direzione (senso orario o antiorario), oppure verso l’alto.

Io ho realizzato due alberelli: quello bianco è realizzato piegando le linguette ricavate con i tagli paralleli verso una stessa direzione, mentre quello verde è realizzato piegando le linguette ricavate con i tagli paralleli verso l’alto.
Inoltre, i due alberelli sono differenti per la direzione dei tagli (uno è stato girato in fig. 6).

Infine, vi ho inserito un lumino a led all’interno, a creare una magica atmosfera natalizia…

A domani con una nuova idea! 😉