Fare Natale 23: manine portacandeline

Per questo ventitreesimo e penultimo appuntamento con le decorazioni di Natale, voglio mostrare i portacandelina che hanno realizzato la Patata e il Topino all’asilo. Anche se non è un’idea mia e non l’abbiamo realizzata insieme, è comunque un loro lavoro! 🙂

Con la pasta di sale hanno realizzato una base su cui hanno impresso l’impronta della loro manina, poi hanno colorato e decorato il tutto e infine (credo le maestre) vi hannno incollato una candelina tea-light.
Una volta impacchettato il lavoro, sulla confezione (sempre le maestre, immagino) hanno attaccato un pensiero sulla luce di Natale molto bello…

Ecco la manina della Patata, con fiocchi di neve argentati:e quella del Topino, con i glitter dorati:

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 22: stelline multicolore

Per questo ventiduesimo appuntamento con le decorazioni di Natale, ho realizzato delle stelline di vari colori all’uncinetto. Ecco le spiegazioni della lavorazione, a partire dal cerchio magico (o anello magico):

1° giro: 3 cat., 14 m.a. inserendo l’uncinetto nel cerchio magico, chiudere con 1 m.bss. nella m. di inizio.
2° giro: *5 cat., 1 m.b. nella penultima cat., 1 m.m.a. nella cat. successiva, 1 m.a. nella cat. successiva, 1 m.a.d. nella cat. successiva, chiudere con 1 m.bss. saltando 2 m. e inserendo l’uncinetto nella 3a m.a. del giro precedente*, rip. * * per un tot. di 5 v., chiudere e fissare il filo.

Altra variante (utilizzata per quelle sfumate), sempre a partire dal cerchio magico (o anello magico):

1° giro: 3 cat., 2 m.a. inserendo l’uncinetto nel cerchio magico, *1 cat., 3 m.a. inserendo l’uncinetto nel cerchio magico*, rip. * * per 4 v., 1 cat., poi chiudere con 1 m.bss. nella m. di inizio.
2° giro: *6 cat., 1 m.b. nella 4a cat., 1 m.m.a. nella 3a cat., 1 m.a. nella 2a cat., 1 m.a.d. nella 1a cat., chiudere con 1 m.bss. saltando 3 m. e inserendo l’uncinetto nella cat. volante del giro precedente*, rip. * * per un tot. di 5 v., chiudere e fissare il filo.

Possono essere utilizzate così come segnaposto, per decorare la tavola di Natale, o in un piatto come centrotavola, oppure per personalizzare i pacchetti regalo… Cucite con un sottopunto ad un anello lavorato anch’esso all’uncinetto oppure tagliato nel feltro, possono diventare dei portatovaglioli personalizzati. Se, invece di tagliare il filo alla fine del giro, si lavora un anello di 30 cat., si possono utilizzare per decorare l’albero, o si possono attaccare al nastro per legare i pacchetti regalo.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 21: Babbo Natale portacioccolatini

Per questo ventunesimo appuntamento con le decorazioni di Natale, ho realizzato un portacioccolatini natalizio molto simpatico da regalare.

Per realizzarlo, ho utilizzato materiali che avevo in casa, alcuni anche di riciclo: il coperchio di plastica di un flacone di sapone liquido, del pannolenci rosso, del cartoncino nero, un nastro nero, una linguetta di lattina dorata, due bottoncini neri, cotone e colla a caldo.

Come prima cosa, ho ritagliato una striscia di pannolenci rosso alta quanto il coperchio e lunga poco più della circonferenza della base del coperchio.
Con la colla a caldo l’ho incollata tutto intorno al coperchio e ho incollato le due estremità tra loro sovrapponendole.
Poi ho tagliato due strisce uguali di pannolenci della larghezza di circa 1,5-2 cm e sul retro le ho incollate all’interno del coperchio, mentre sul davanti le ho incollate all’esterno del coperchio, aggiungendovi sopra due bottoncini.
Con un nastrino nero di raso e una linguetta dorata di una lattina ho realizzato la cintura e l’ho incollata intorno alla circonferenza-vita, di poco sotto all’attacco delle bretelle.
Sotto il coperchio ho incollato la sagoma di due scarponi, ritagliata nel cartoncino nero, con abbondante colla a caldo.
Sul bordo inferiore, infine, ho incollato due strisce di cotone a creare il fondo dei pantaloni.

…e il Babbo Natale portacioccolatini era pronto da riempire e da regalare!!! 🙂

Si può realizzare nello stesso modo anche con un coperchio del deodorante per ambienti, ma, essendo leggermente più piccolo, le bretelle devono essere più strette!

A domani con una nuova idea! 😉

 

Con questo post partecipo al challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”:

Fare Natale 20: alberello di tappi

Per il ventesimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco degli alberelli realizzati con dei tappi di sughero. Sono semplici da realizzare, anche insieme ai bambini, tuttavia necessitano di supervisione per l’utilizzo della colla a caldo…

Occorrono dei tappi di sughero (la quantità va calcolata in base alla grandezza che si vuole ottenere, calcolando un minimo di 4 tappi), la colla a caldo, tempere e materiale decorativo vario (glitter, carta colorata, nastrini, sagome ottenute con i paper-punch, adesivi natalizi, ecc…).
Tenendo da parte 1-2 tappi per il tronco, si devono realizzare delle file di tappi (possibilmente della stessa dimensione) incollandoli uno ad uno a partire da 1 tappo in alto e aggiungendo sempre 1 tappo ad ogni riga verso il basso (es.: 1 tappo sulla sommità, 2 tappi nella 2a fila, 3 tappi nella 3a fila, 4 tappi nella 4a fila, ecc…) in modo da ottenere una struttura triangolare…

Una volta ottenuto l’albero, si monta su uno o due tappi (in base alla dimensione) come tronco. Poi si può decorare a piacere.

Il Nano lo ha colorato con le tempere, poi lo ha decorato con cotone e pezzi di foam glitterato…

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 19: palline con paillettes

Per questo diciannovesimo appuntamento con le decorazioni di Natale, ecco come si possono realizzare delle elegantissime palline natalizie con paillettes. Possono essere utilizzate per decorare l’albero, o in un piatto come centrotavola di Natale, oppure attaccate al nastro per legare i pacchetti regalo.

Come prima cosa, occorre avere delle palline di polistirolo. Io ne avevo prese anni fa in un bazar di casalinghi, ma poi eran rimaste dimenticate in fondo ad uno scatolone di occorrente per decorazioni. Quest’anno le ho rispolverate e, con paillettes, spilli e nastrino rosso, ho realizzato un’elegantissima pallina di paillettes…
La procedura è semplice: si tratta di posizionare le paillettes e fissarle con uno spillo nel foro alla palline; per poterla appendere basta infilare un nastrino sulla sommità prima di fissare con lo spillo.

Sempre con le paillettes e gli spilli, utilizzando qualche altro materiale di recupero, si possono realizzare tante palline in versioni leggermente diverse:

  • con le sole paillettes e gli spilli, si può rivestire completamente la pallina partendo dalla cima e proseguendo in cerchio inserendo lo spillo nel foro della paillette;
  • con nastrini e paillettes, si può avvolgere la pallina con dei nastrini e fissare delle paillettes sul nastrino con uno spillo;
  • con un centrino all’uncinetto e paillettes, si può ricoprire la pallina e fissare delle paillettes sul centrino con uno spillo;
  • con spray dorato o argentato e paillettes, si possono applicare con gli spilli delle paillettes dopo aver tinto le palline con la bomboletta;
  • con carta per découpage a tema e paillettes, dopo aver rivestito la pallina con il découpage, si possono applicare con gli spilli alcune paillettes in tinta con il disegno;
  • con colla, glitter e paillettes, dopo aver spennellato la pallina con la colla e averla rotolata nella polverina glitter, si possono poi aggiungere delle paillettes fissate con gli spilli.

L’effetto è davvero elegante, e di difficoltà minima… richiede solo un po’ di pazienza, ma il risultato ne vale davvero la pena!! 🙂

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 18: angioletti all’uncinetto

Per questo diciottesimo appuntamento con le decorazioni di Natale, ho realizzato alcuni angioletti all’uncinetto per decorare l’albero o la tavola di Natale, o da utilizzare per personalizzare i pacchetti regalo… Ecco le spiegazioni della lavorazione:

1° giro: 8 cat., chiudere con 1 m.bss. inserendo l’uncinetto nel 1° punto.
2° giro: 3 cat., 19 m.a. nell’anello, chiudere con 1 m.bss. nella 3a cat. di inizio (tot. 20 m.a.).
3° giro: *3 cat., 1 m.b. nella successiva m. sottostante*, rip. * * per 6 v. (tot. 7 archetti), 30 cat., inserire l’uncinetto nello stesso punto e fare 1 m.b., poi rip. * * per 7 v., 1 m.bss. nella successiva m. sottostante, 3 cat., *1 cat. volante, 1 m.a. nella successiva m. sottostante*, rip. * * per 4 v.
4° giro: girare il lavoro, 3 cat., 1 cat. volante, 1 m.a. inserendo l’uncinetto nello stesso 1° punto, *1 cat. volante, 1 m.a. inserendo l’uncinetto nella successiva m.a. sottostante*, rip. * *, 1 cat. volante, 1 m.a. inserendo l’uncinetto nello stesso punto della precedente, rip. * * per 2 v., 1 cat. volante, 1 m. alta inserendo l’uncinetto nello stesso punto della precedente (tot. 8 colonnine).
5° giro: girare il lavoro, 3 cat., 1 cat. volante, poi lavorare *2 m.a., separate da 1 cat. volante, inserendo l’uncinetto in ciascuna delle m. sottostanti successive e 1 cat. volante*, rip. * * fino alla fine, dove l’uncinetto, anziché nella m. sottostante, andrà inserito nel 3° punto della cat. iniziale del giro inferiore (tot. 16 colonnine).
6° giro: girare il lavoro, 3 cat., 1 m.a. inserendo l’uncinetto nello stesso 1° punto, poi lavorare 1 m.a. inserendo l’uncinetto in ciascuna delle m. sottostanti successive, 2 m.a. inserendo l’uncinetto nel 3° punto della catenella iniziale del giro (tot. 18 colonnine).
7° giro: girare il lavoro, 1 cat., 1 m.b. inserendo l’uncinetto nello stesso 1° punto, *lavorare 1 m.b. inserendo l’uncinetto nell’occhiello sottostante successivo e 1 m.b. inserendo l’uncinetto nella m. sottostante successiva*, e rip. * * fino alla fine, poi 1 m.b. inserendo l’uncinetto nel 3° punto della catenella iniziale del giro (tot. 20 punti), chiudere e fissare il filo.
8° giro: ruotare il lavoro, inserire l’uncinetto nella 12a m. e montare *40 cat., inserire l’uncinetto nella m. sottostante successiva e lavorare 1 m.bss.*, rip. * * per 10 v. (tot. 11 anelli), chiudere e fissare il filo.
9° giro: ruotare il lavoro, inserire l’uncinetto nel 1° anello, 3 cat., 1 m.a. nello stesso anello, *3 cat., 2 m.a. nello stesso anello, 2 m. alte nell’anello successivo*, e rip. * * fino all’ultimo anello, poi ancora 2 cat., 2 m.a. nello stesso anello.
10° giro: girare il lavoro, 1 m.bss. nel punto successivo, 1 m.bss. nell’archetto successivo, 3 cat., 1 m.a. nello stesso archetto, *3 cat., 2 m.a. nello stesso archetto, 1 cat., 2 m.a. nell’archetto successivo*, e rip. * * fino all’ultimo archetto, poi ancora 3 cat., 2 m.a. nello stesso archetto, chiudere e fissare il filo.

Per visualizzare meglio le spiegazioni, può esssere utile il video in russo (https://youtu.be/roncdjvvFeE) che ho preso da modello. Pur non capendo il russo, l’immagine è nitida e chiara.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 17: decorazioni di Natale con i pompon

Per creare delle belle decorazioni in modo semplice ed alla portata di tutti (anche dei bambini), una bella idea è quella di utilizzare i pompon!

Per questo diciassettesimo appuntamento con le decorazioni di Natale, abbiamo realizzato un paio di pompon che abbiamo appeso all’albero, ma che probabilmente utilizzeremo per abbellire i pacchetti di Natale.

La prima cosa, molto semplice da fare, è realizzare i pompon utilizzando lana in tinta unita oppure di diversi colori e di diverse tipologie. Per questo possono essere utili anche avanzi di lana, che verranno così “riciclati”.
Per realizzare i pompon è possibile utilizzare degli strumenti appositi, ovvero quegli anelli o archetti specifici per pompon che si trovano in vendita in svariate forme e in formati differenti, a prezzi più o meno convenienti…
…oppure alcuni vecchi metodi che utilizzano strumenti alla portata di chiunque:

  • le mani o le dita;
  • una forchetta (per pompon molto piccoli);
  • le zampe di una sedia o di un tavolo (per ottenere lunghe catene di pompon tutti uguali);
  • due rotoli finiti della carta igienica;
  • due anelli di cartone (sia interi che con un settore tagliato, per comodità);
  • una forcella di cartone.

In rete si trovano svariati tutorial per ottenere pompon in ciascuna di queste maniere.

Si trovano anche dei kit per realizzare pompon natalizi originali, con le forme di Babbo Natale, elfi, renne, dolcetti natalizi, pupazzi di neve e simili…

Una volta ottenuto un buon numero di pompon con il metodo che si preferisce, sarà divertente farne gli usi che più si preferiscono…

Sul sito della DROPS Design, quello che io seguo più spesso per i miei modelli di lavori a maglia (e, adesso, anche di uncinetto), vi sono diverse idee carine, ma se ne possono trovare a migliaia in rete.

Ecco quelli della DROPS Design:

  • Pim & PomPim & PomPim & Pom” – Pompon per Natale, in DROPS Big Delight, utilizzati come decorazioni per la casa o per l’albero di Natale

Wrap It Up!

  • Wrap It Up!” – Pompon DROPS in “Karisma” utilizzati al posto del fiocco per chiudere i pacchetti

Pompom Tree

  • Pompom Tree” – Albero di Natale di pom poms in DROPS Eskimo, tenuti insieme da un portarotoli da carta da cucina

Snow Wreath

  • Snow Wreath” – Ghirlanda di pompoms per Natale. Realizzata in DROPS Brushed Alpaca Silk, DROPS Nepal e DROPS Eskimo

Sulla mia bacheca di Pinterest, differenti modi di fare i pompon e altre idee (natalizie e non)…

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 16: cornicette vintage da appendere

Per il sedicesimo appuntamento di questa raccolta di Natale, oggi propongo una simpatica idea da realizzare in poco tempo e con il minimo dispendio di soldi ed energie, ma il massimo del gradimento se fatta a persone care…
Delle cornicette portafoto all’uncinetto da appendere all’albero: un regalo adattissimo a parenti ed amici stretti o, perché no, al partner! Dipende tutto dalla foto che ci si mette dentro…

Per realizzarle, oltre al filato e all’uncinetto, ho utilizzato materiale di riciclo recuperato dalle confezioni delle polveri solubili da mettere nel latte o nell’acqua (tipo orzo, cioccolata, ginseng): l’anello di metallo di chiusura e il relativo coperchio in plastica!

Per prima cosa, ho separato l’anello di metallo dal cartone e vi ho realizzato intorno un giro intero a m. bassa (con l’uncinetto n. 2,5 e il filato scelto, ho ottenuto 160 m. basse).
Per il 2° giro, ho fatto *2 mezze m. alte inserendo l’uncinetto in 2 m. basse di base consecutive, poi 4 catenelle e altre 2 mezze m. alte saltando 4 m. basse di base e inserendo l’uncinetto in quella succesiva, in una m. bassa di base una successiva all’altra*. Ripetendo * * fino alla fine del giro, ho terminato con 1 m. bassissima nel punto di inizio.
Per il 3° giro, ho fatto 1 catenella, *1 m. bassa nella m. del giro sottostante, [1 cat., 1 m. alta] per 5 volte nell’occhiello di catenelle, 1 cat., 2 m. basse nelle m. consecutive del giro sottostante*, ripetendo * * fino  alla fine del giro e al posto dell’ultima m. bassa, fare 1 m. bassissima nel 1° punto.
Per il 4° giro, ho iniziato con *1 catenella, 1 m. bassa nella m. bassa centrale delle 3 sottostanti, 1 catenella, [1 m. bassa nella prima catenella dell’archetto sottostante, 2 catenelle] per 5 volte, 1 m. bassa nell’ultima catenella dell’archetto sottostante,* ripetendo * * fino alla fine del giro e chiudendo con 1 m. bassissima nel 1° punto.
Alla fine, ho aggiunto un occhiello formato da 30 cat. e l’ho reinserito nel punto di partenza.

Una volta completato il lavoro all’uncinetto, ho preso il coperchio di plastica, vi ho ritagliato il bordino per poco meno di metà della circonferenza e con la colla a caldo l’ho fissato sul retro della cornicetta.
Per inserire le foto, basta stampare al computer su della normale carta (la carta fotografica è più rigida e richiede una fessura più grande per inserirla) una fotografia e ritagliare una circonferenza di diametro di circa 10 cm, da inserire nella cornice.
…e il gioco è fatto!!!

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 15: berrettini segnaposto

Per il quindicesimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco dei berrettini davvero semplici, realizzati utilizzando lana colorata e i rotoli della carta igienica e dell’asciugatutto esauriti. Possono essere usati come decorazioni da appendere all’albero di Natale, oppure possono essere legate al nastro di un pacchetto regalo, o utilizzate come segnaposto sulla tavola delle feste.

In rete si trovano diversi tutorial, tuttavia sono di semplicissima realizzazione. Ecco come li abbiamo fatti noi:

  • abbiamo ritagliato dai rotoli esauriti della carta igienica e di asciugatutto degli anelli di 2 cm circa di altezza;
  • da vari gomitoli di lana colorata, abbiamo tagliato dei segmenti di filo lunghi … cm e li abbiamo legati intorno all’anello di cartoncino in moda da formare un cappio;
  • una volta completato il giro con la lana, abbiamo fatto passare i fili all’interno dell’anello e li abbiamo legati tutti insieme dall’altra parte, pareggiando poi con le forbici il pompon.

Et voilà… i cappellini sono pronti!!! 🙂

A domani con una nuova idea! 😉