#paroleconcatenate n.28

Eccoci giunti già al ventottesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Notte
Bianca
Arma
Taglio

La “notte bianca” è un’iniziativa promossa generalmente a livello cittadino, che consiste nell’organizzazione di vari eventi di stampo culturale o di intrattenimento che si svolgono nell’arco di una nottata. Spesso questa è accompagnata da un servizio straordinario dei mezzi pubblici, dall’allestimento di spettacoli vari, dall’apertura prolungata di negozi e di musei.
Secondo alcuni, l’“arma bianca” indica tutte quelle armi la cui destinazione è l’offesa alla persona, che sfruttano solo la forza del combattente e che provocano ferite per mezzo di punte (come pugnali e baionette), forme contundenti (come manganelli e arieti) o lame di metallo (come spade e sciabole); quelle che lanciano oggetti bellici (come archi, balestre, cerbottane e catapulte), e quelle che fungono da difesa da esse (come scudi, spray antiaggressione e armature). Per altri, si possono definire come tutte le armi in metallo che non siano armi da fuoco, oppure tutte le armi che non provocano rumore.
Un’“arma da taglio” è un’arma finalizzata a tagliare, ne sono tipici rappresentanti le spade, i coltelli, le sciabole e le asce.

Perciò, complimenti a Luisella, che ancora una volta ha indovinato per prima, e grazie a tutti coloro che hanno lasciato anche solo un saluto!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica aggiornata alle prime 20 puntate.

Ed ora, ecco la catena di oggi, per non discostarci troppo dalla precedente:

Taglio
N
P
Oro

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.27

Eccoci giunti già al nostro ventisettesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Doppio
Senso
Unico
Pezzo

Un “doppio senso” è una parola o una frase concepita per essere intesa in due modi diversi. Solitamente, uno dei significati è osé o indecente e l’insinuazione può trasmettere un messaggio che sarebbe socialmente imbarazzante, sessualmente allusivo, o offensivo da dichiarare direttamente. Nel codice stradale, esiste un segnale di “doppio senso” di circolazione, un segnale di pericolo che preannuncia (di norma a 150 metri) che una carreggiata a senso unico, diventa a doppio senso di circolazione e quindi si potranno incontrare veicoli che marciano in senso opposto. Continua a leggere

#paroleconcatenate n.26

Eccoci giunti già al ventiseiesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Fuori
Classe
Energetica
Bevanda

Un “fuoriclasse” nello sport è colui che riesce a primeggiare possedendo doti molto superiori a quelle degli altri atleti che gareggiano nella sua stessa disciplina. Per estensione, il termine viene utilizzato anche al di fuori dello sport per indicare chi, essendo particolarmente abile, riesce a sopravanzare gli altri nei settori più svariati. “Fuoriclasse” è anche una serie televisiva italiana, trasmessa su Rai 1 per tre stagioni dal 2011 al 2015, con Luciana Littizzetto che interpreta il personaggio di una professoressa di Latino e Lettere del “Liceo scientifico Caravaggio” di Torino. Continua a leggere

Tavolette per tessitura

Qualche anno fa, frequentando diverse sagre e rievocazioni storiche, ho scoperto questa tecnica di tessitura: la tessitura a tavolette.
Ho cercato in giro per la rete qualche tutorial o spiegazione di come funzionasse, poiché dalle donne che lavoravano con questa tecnica a delle cinture non avevo avuto grandi illuminazioni… Però, niente!!

In effetti, come ho scoperto di recente, la tecnica è abbastanza complessa per chi vi si avvicina per la prima volta e non può essere spiegata in quattro parole, soprattutto se si è a metà del lavoro!
Infatti, nell’ultimo mese, girando su Pinterest, ho finalmente trovato maggiori delucidazioni e la voglia di cimentarmi anch’io è aumentata a dismisura… Tanto che, senza starci troppo a pensare, ho deciso in quattro e quattr’otto di cominciare con il realizzarmi le mie tavolette! 😀

Poiché ho visto che le tavolette di legno costavano un po’ e che molti video suggerivano di realizzarle con cartoncino, salvo poi avvertire che il cartoncino dura poco perché si rovina in fretta, ho optato per la plastica (di facile reperibilità, facile da tagliare ma più resistente)! Così ho ritagliato con delle forbici robuste dei quadrati con lato di 6 cm in un flacone di plastica del detersivo e nelle vaschette del gelato (che, con questo caldo, a casa mia si consuma in gran quantità 😛 )! Poi, con la bucatrice, ho praticato i 4 fori su ciascuno degli angoli ed ecco pronte le mie (prime) 34 tavolette!!!

Non si dice che “Chi ben inizia è a metà dell’opera”? 😀

#paroleconcatenate n.25 con aiutino

Con la prima puntata di luglio, si rende nuovamente necessario qualche piccolo aiutino, poiché forse le parole da indovinare erano un po’ più complicate del solito…
Ringrazio comunque Fiore e Luisella che hanno ugualmente tentato di dare la soluzione, perché anche se non si vince, l’importante è partecipare!! 🙂

Ripropongo perciò la catena:

Fuori
C _ _ _ _ e
E _ _ _ _ _ _ _ _ a
Bevanda

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore (speriamo)!!! 🙂

Ultimo biglietto di compleanno della scuola materna

Questo weekend il Terremoto è stato invitato ad una festa di compleanno, l’ultima dell’anno scolastico prima di salutare definitivamente i suoi compagni della scuola materna. 🙁
Così, mi sono subito proposta per realizzare il biglietto.

Con la “Big Shot” ho intagliato, embossato, fustellato e incollato tutti gli elementi possibili. Il resto l’ho realizzato con le forbici.

All’interno, dopo aver fustellato tutti i palloncini e ritagliato da un foglio stampato al pc tutti i nomi, ho incollato ciascun palloncino con il suo nome e infine ho aggiunto un timbro con la scritta “Happy birthday” ed il risultato finale è stato questo:

Poi ho realizzato una busta per contenere il biglietto, in modo che la scritta di auguri con i palloncini dei genitori non cadessero giù fino all’ultimo momento!
Sia il festeggiato che i suoi genitori sono stati davvero contenti. 🙂

#paroleconcatenate n.25

Ed eccoci puntuali con il primo appuntamento di luglio (il 25° dall’inizio dell’anno) con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Stick
Colla
Caldo
Colore

La “colla (a) stick” o “colla a bastoncino” è un tipo di colla venduta in bastoncini a scatto o a vite. La colla si applica aprendo il bastoncino e tenendolo fermo con una mano, così da non sporcarsi le dita. Questo tipo di colla è utilizzato principalmente in ambito domestico, scolastico e in ufficio ed è adatto solo per materiali cartacei e simili, non essendo sufficientemente forte come altre varietà di adesivo, in particolare quelle liquide. Le versioni più recenti sono lavabili e atossiche. Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di giugno

Questo mese è iniziato -all’improvviso- il caldo e perciò sono andata un po’ più a rilento rispetto al mese scorso. Ecco, perciò i miei W.I.P. (= Work In Progress) e quelli terminati:

    • Ho proseguito il lavoro a maglia per realizzare il vestito per me, seguendo un modello (mod. Dance With Me by DROPS Design) a ferri accorciati e ho terminato la gonna.
    • Ho proseguito anche il vestitino a maglia per la Patata, coordinato con il mio, seguendo un modello (mod. Twirly Girlie by DROPS Design) a ferri accorciati molto simile a quello da donna per forma e schema di lavoro e sono arrivata a ¾ della gonnellina.

Continua a leggere