Biglietto di auguri di maternità

Una delle educatrici del nido è andata in maternità e quindi, essendo l’ultimo anno, abbiamo anticipato il regalino finale a Pasqua.

Per il biglietto, me ne sono incaricata io e, dopo vari progetti e diverse prove che non mi soddisfacevano, ne ho tirato fuori un biglietto abbastanza semplice. Il lato frontale l’ho fatto con vari ritagli di carte colorate e il nome, oltre ad un ritaglio di un centrino per dolci.
All’interno, ho ritagliato tre body da neonato (stampati su carta colorata) e li ho appesi con un filo di lana a due paletti di cartoncino ondulato.

Se avessi avuto più tempo, avrei perfezionato il tutto, ma il tempo scarseggiava ed alcune mamme hanno dato la loro approvazione, quindi l’ho dovuto consegnare… Spero che alla destinataria piaccia! 🙂

Cestini di Pasqua

Oggi è l’ultimo giorno di scuola prima di Pasqua e ieri ho deciso di preparare due cestini con degli ovetti di cioccolato per le educatrici del nido del Topino.

Per crearli, ho utilizzato due coperchi di plastica del sapone liquido, li ho ricoperti di spago avvolgendovelo intorno e fissandolo di punto in punto con la colla a caldo. Alla fine, ho incollato i manici di spago e vi ho attaccato una farfallina di carta e un fiocchetto ricavato da un avanzo di lana lavorato a catenella all’uncinetto (l’unica cosa che so fare bene all’uncinetto! 😛 ). All’interno dei cestini ho inserito due sacchettini fatti con una striscia di carta crespa ripiegata in due e cucita sui due lati, risvoltata e ritagliata con 4 petali. Dentro vi ho messo degli ovetti di cioccolato. Una confezione a “tutto riciclo” d’effetto!

Continua a leggere

Biglietto di Pasqua XX(X)S

Quest’anno, dopo aver partecipato all’Atelier di Natale organizzato dall’asilo nido, in cui abbiamo realizzato un biglietto di auguri io e la mia Patata insieme, per un pelo (avevo appena fatto l’inserimento al nido del Topino) sono riuscita a partecipare all’Atelier organizzato per Pasqua con la classe dei piccoli. Infatti, siccome a Natale erano tutti troppo piccoli, l’esperienza è stata spostata a Pasqua ed è stata un bel momento di conoscenza tra mamme, oltre che (solo per me, perché il Topino non è ancora in grado di partecipare, mentre le altre mamme hanno avuto un gran daffare a raccogliere pezzetti di carta e a toglierli dalla bocca e dalle mani dei loro piccoli! 😛 ) un momento di relax creativo…

Con un po’ di colla, qualche pezzetto di carta crespa, qualche quadratino di stoffa a retina e un pezzetto di simil-pelle, ho creato un delizioso rametto di fiori molto primaverile e molto pasquale… 🙂

E anche le altre mamme e nonne sono state davvero creative, dimostrando cosa si può fare con così poco… Insomma, abbiamo passato una piacevole oretta insieme! 🙂

E con questo…

Auguri di Buona Pasqua a tutti!!!!

Con questo post partecipo al:

Vestitino turchese traforato da bimba

L’altro giorno sono stata in una merceria che vende le lane della “DROPS Design” per comprare del cotone per mia madre per un top con un disegno traforato molto bello (mod. Butterfly Heart Top by DROPS Design) e non ho resistito a prendermi dei gomitoli di cotone misto lana di un meraviglioso colore turchese, con cui ho subito iniziato a lavorare un delizioso vestitino traforato con fascia da capelli abbinata (mod. Wendy Darling by DROPS Design) sempre per la mia Patata.

Siccome la tunica con tasche rosa e lilla (mod. Lyrah by DROPS Design) va lavorata tutta a maglia rasata, procede un po’ a rilento. Quindi ho deciso di alternare i due lavori per renderlo meno noioso. Non vedo l’ora di lavorare anche la fascia per i capelli abbinata!!! Il turchese alla mia Patata sta una meraviglia! 🙂

Salva

Salva

Libri di aprile

Qualche giorno fa siamo tornati in Biblioteca a fare cambio di libri. I titoli che abbiamo preso in prestito e che leggeremo questo mese sono:

  • Di qui non si passa!” di Isabel Minhós Martins e Bernardo Carvalho (gli stessi autori di “P come papà”, “Cuore di mamma”, “Quando sono nato”, che abbiamo già letto), la storia di un generale che lascia un soldato a fare la guardia al confine con la pagina di destra e di tanta gente che vuole andare “di là”… finché a due bambini non scappa la palla oltre il confine. Una storia davvero simpatica ed originale 🙂
  • …e poi basta!” di Elsa Devernois e Michel Gray, una simpatica storia di un bimbo che viene messo a letto mentre vorrebbe restare alzato con i genitori e i loro ospiti a mangiare ed escogita un sistema assai ingegnoso per “evadere” dal lettino con le sbarre… Se lo leggiamo alla Patata, temo che prenderà spunto per fare anche lei come Martino, il bimbo della storia… per ora ha il letto pieno di pelouches, il prossimo passo è utilizzarli come scaletta per scendere dal lettino!!! 😆

Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di marzo

Ecco gli avanzamenti dei miei numerosi lavori di questo terzo mese del 2017:

  • ho terminato il lavoro a maglia dei leggins multicolor a coste da bambina per la mia Patata, seguendo il modello Nellie della “Drops Design” ed ora sto procedendo con la tunica con tasche nei colori rosa e lilla (mod. Lyrah by DROPS Design);
  • ho finalmente cucito la cerniera che mancava per completare il cuscino di lana arancione in stile Aran che avevo lavorato a maglia l’anno scorso per il divano del salotto;
  • ho ricamato la cifra per il Terremoto con il soldato con la spada e lo scudo, e l’ho cucita sul suo secondo grembiulino per la scuola materna;

Continua a leggere

Nuovo astuccio portapennarelli

Da un po’ di tempo il Nano mi chiede un nuovo astuccio per i pennarelli e io ho deciso di crearlo con le mie mani, anziché comprarne uno preconfezionato… Quindi sono partita con un progetto che stavo elaborando da un po’ di tempo, ispirata sia da Daniela del blog “Decoriciclo”, che ha creato vari oggetti riciclando i flaconi di shampoo, sia da Lisa del blog “Cucicucicoo”, che propone un cartamodello per un astuccio a forma di matitone

Ho preso la bottiglia della ricarica del sapone da mani (da quando ci sono i bimbi, a casa non usiamo più le saponette ma il sapone liquido con il dosatore), l’ho lavata bene e tagliata in due parti col taglierino, l’ho poi rivestita con le stoffine adesive prese da “Tiger”, vi ho attaccato una cerniera con la colla a caldo ad unire le due metà. Infine, ho creato la punta con del cartone a formare un cono e l’ho rivestito con lo scotch e attaccato al corpo con scotch biadesivo e colla a caldo… E il nuovo matitone portapennarelli era completo!!! 🙂