#solocosebellenovembre

Questo mese di novembre sta andando sempre peggio con e norme anti-Covid e le limitazioni connesse. La Prima Comunione del Nano dovrà essere rimandata di nuovo, poiché altrimenti non potrebbero partecipare né i nonni né i pochi parenti stretti che si trovano tutti fuori Regione e invece di essere una festa, diventerebbe un giorno come tanti altri… A causa delle restrizioni, sto alternando momenti di claustrofobia ad altri in cui vorrei chiudermi in casa e rifugiarmi sotto le coperte per intere giornate: anche fare i più basilari acquisti è diventata un’Odissea perché il week-end è tutto chiuso (ed era l’unico momento in cui riuscivo ad uscire senza dovermi trascinare dietro tutta la truppa) e non abbiamo più valvole di sfogo per lo stress settimanale (che consisteva nel cenare fuori)! Il lavoro non ne parliamo nemmeno, visto che: presto vedrò decurtato lo stipendio (già da fame) che prendo, a fronte di una professione più che qualificata; dopo che è mancato uno stimatissimo collega, che non verrà sostituito, tutti dobbiamo farci carico di tamponare diverse situazioni che sono rimaste sospese, oltre che affrontare ogni giorno il vuoto che ha lasciato… 🙁

Perciò, sinceramente, questo mese è stato ancora più difficile trovare qualcosa di bello… Ma il gioco funziona così e perciò mi sono sforzata davvero…

Ed ecco, proprio l’ultimo giorno di novembre, abbiamo festeggiato l’onomastico del Topino con una bella torta… Almeno lui era felice! 🙂

Perciò concludo l’appuntamento con #solocosebelle con alcune foto di questo mese:

Tramonto

Tramonto

Torta di onomastico (Nutella e noci)

Con l’augurio di ritrovarci a fine dicembre
con ancora più #solocosebelle da raccontare! 🙂

Avanzamento dei lavori di ottobre

Nel mese di ottobre, nonostante un paio di influenze (non da Covid-19, per fortuna!) dei miei figli mi abbiano tenuta a casa alcuni giorni, non sono riuscita a realizzare quasi nulla a causa della pigrizia che ha avuto il sopravvento… Ho dedicato più tempo alla lettura che a fare veramente qualcosa 😛. Perciò ecco molto brevemente quel poco che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote, cui manca veramente pochissimo al termine: solo da ripassare le mezze crocette sul fondo del saio del Santo;
  • ho realizzato un biglietto-bouquet di fiori (realizzati con le sagome delle manine dei bambini) per accompagnare il regalo di classe alla maestra della Patata che è in maternità;
  • ho preparato un menù di Halloween “spaventoso” e dei mandarini-zucca di Halloween  per dare ai bambini un po’ di “normalità” in questo periodo per niente normale.

…e con questo ho finito… 🙂

Notte di Halloween

Quest’anno, purtroppo, la manifestazione cui partecipavamo ormai ogni anno da un po’ di tempo per “La not dalis muars” (come tutte le altre manifestazioni) è stata cancellata dal Dpcm del 24 ottobre, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Perciò eccomi qui a dover inventare un modo di festeggiare lo stesso Halloween. Un gruppo di intraprendenti genitori del condominio ha organizzato di far mascherare lo stesso i bambini e farli giocare in cortile, distribuendo loro dolcetti e caramelle! 🙂

Io ho “truccato” da zucche di Halloween dei mandarini, dipingendovi sopra le facce con un pennarello alimentare nero.
Altre famiglie hanno portato castagne e vin brulé, caramelle e cioccolatini per tutti, una radiolina con una musica un po’ spettrale, giusto a tema… 🙂

Poi, in famiglia, ceniamo con la pasta e le crocchette di pollo di Halloween (prese al Lidl) e per dessert mangeremo la panna cotta (colorata di nero e fatta raffreddare negli stampini a forma di pipistrello e di semisfera)… 😛

Insomma, per essere una serata di semi-lock-down, per fortuna i bambini hanno potuto godersela almeno un po’!!

Perciò, con questo, auguro a tutti…

Avanzamento dei lavori di settembre

Ecco, anche se in super ritardo, in breve cosa ho realizzato durante il mese di settembre:

  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote, cui manca solo qualche parola della preghiera di S. Francesco e da ripassare il fondo del saio del Santo;
  • ho disegnato al computer diversi tipi di etichette di varie misure con il nome dei miei figli, poi le ho stampate sulla carta adesiva e le ho ritagliate e, insieme a loro, le ho attaccate su tutto il loro materiale scolastico (libri, astuccio, matite, penne, pennarelli, temperino, zaino, scarpe, ecc…) per un rientro a scuola in sicurezza;
  • ho preparato diverse torte con le mele e con le pere consegnate dalla scuola ai miei figli per il “Progetto Frutta e Verdura nelle scuole, promosso dall’Unione Europea e rivolto ai bambini che frequentano la scuola primaria, allo scopo di incoraggiare i bambini al consumo di frutta e verdura ed ad abitudini alimentari sane;
  • ho preparato una crostata con la marmellata di uva spina;
  • ho preparato un tiramisù senza uova per il 4° compleanno del Topino.

…e con questo ho finito… 🙂

 

#solocosebellesettembre

Questo mese di settembre è stato un mese di riprese e nuovi inizi… terminate le vacanze, sono -finalmente, aggiungerei 🙂- ricominciate le scuole!

I due figli grandi hanno ripreso la scuola dagli inizi del mese, mentre i due piccoli sono rientrati alla materna più gradualmente e dopo metà mese…

A parte il 4° compleanno del Topino e l’onomastico del Nano, non abbiamo avuto altri grandi momenti… Comunque anche solo queste 2 feste in famiglia possono bastare! 🙂 E poi è venuta a trovarci la nonna (mia madre) in entrambe le occasioni, cosa che purtroppo capita di rado a causa della distanza… 🙂

Speriamo perciò in tante cose belle per il mese di ottobre o, quantomeno, che restino aperte le scuole!!! 😛

Progetto… mele!

Per il 4° anno scolastico consecutivo (contando anche il precedente, nonostante la brusca interruzione), la scuola primaria dei miei figli ha attivato il “Progetto Frutta e Verdura nelle scuole”, programma promosso dall’Unione Europea e realizzato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, svolto in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero della Salute, Agea, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e rivolto ai bambini che frequentano la scuola primaria allo scopo di incoraggiare i bambini al consumo di frutta e verdura e sostenerli nella conquista di abitudini alimentari sane, diffondendo messaggi educativi sulla generazione di sprechi alimentari e sulla loro prevenzione (Fonte: sito istituzionale http://www.fruttanellescuole.gov.it/).

La settimana scorsa, all’uscita di scuola, ad ogni bambino è stato distribuito un sacchetto da circa 1 kg di mele. Avendo entrambi i figli maggiori nella scuola, ci sono arrivati quasi 2 kg di mele e, visto che a parte il Nano, nessuno le mangia, mi sono sbizzarrita nel fare diverse torte di mele… così le mele non sono rimaste lì a rinsecchire e addirittura il Terremoto che non vuole nemmeno vederle (figurarsi toccarle!) nella torta le ha mangiate felice!!! 🙂

La prima torta era rotonda e l’ho preparata seguendo più o meno alla lontana una ricetta trovata su internet, con uova, zucchero di canna, latte, burro, farina, lievito e mele. Ne è venuta fuori una torta di mele molto soffice, che ho decorato con le fettine di mela sopra e poi vi ho spolverato sopra dello zucchero di canna.

Visto che è sparita nel giro di una cena, ne ho preparate altre due con la ricetta della torta allo yoghurt che ho trovato sulla busta della farina…

Su quella rotonda, ho spolverato della cannella e dello zucchero di canna.

Quella rettangolare (ottenuta con lo stampo da plumcake), invece, l’ho lasciata al naturale.

Anche queste due torte sono state spazzolate in men che non si dica! Perciò…

Evviva la frutta!
🙂

Crostata all’uva spina

Facendo la spesa al “Lidl” in una delle settimane “bavaresi”, ho trovato due barattoli di marmellata particolari: una marmellata all’uva spina (una specie di ribes) e una marmellata ai lamponi e rabarbaro…
Non ho resistito e le ho prese e, appena tornata a casa, tempo un giorno e avevo preparato una crostata all’uva spina!!! 😛

Per la pasta frolla, poiché non mi ero accorta che mancavano le uova, ho utilizzato una ricetta in cui venivano sostituite dall’acqua…
Dopo aver steso su una pirofila la carta da forno, vi ho steso la pasta frolla e l’ho ricoperta di un composto ricavato da un mezzo pacchetto di biscotti ai cereali dimenticato da tempo, imbevuti di Amaretto di Saronno. Poi vi ho aggiunto uno strato di marmellata all’uva spina (allungata un po’ con l’acqua, per renderla più fluida e facilitarne la stesura).
Infine, ho infornato per 30-40 minuti e la crostata era pronta!!!

Il gusto dell’uva spina è un po’ asprigno e ai bambini non è piaciuta, ma a me sì!
Infatti l’ho quasi finita prima di riuscire a fotografarne almeno una fettina! 😀

Un piccolo appunto: l’impasto senza uova è un po’ più difficile da stendere, perciò mi sono venute le strisce sopra la crostata un po’ “cicciottelle”! 🙂

Tiramisù di compleanno senza uova

Per festeggiare il 4° compleanno del Topino, ho preparato un tiramisù leggero senza uova, seguendo un po’ alla lontana una ricetta alle fragole che avevo trovato su internet e riadattandola nella sua versione più “classica” al cioccolato (con i Savoiardi imbevuti in una bagna di latte, cacao e -pochissimo- caffè).

L’ho decorata con codette di cioccolato e topping al cioccolato. Ci avevo anche disegnato sopra il numero 4, ma in frigorifero il disegno si è sciolto!

La torta è stata apprezzata da tutti, grandi e piccoli, anche i meno golosi! E, nonostante la candelina ad un certo punto abbia ceduto su un lato, tipo “torre di Pisa”, il Topino ci ha soffiato sopra ed è stato molto contento lo stesso! Anche perché ha avuto in regalo il tanto desiderato “Lego piccolo”, che finora aveva sempre invidiato molto ai fratelli!

😀

Avanzamento dei lavori di giugno

E, dopo una lunga latitanza, eccomi all’appuntamento con la “resa dei conti” con i miei lavoretti… Nel mese di giugno, tra il caldo, le gite del week-end e la ripresa del lavoro, non sono riuscita a realizzare un granché. Ecco in breve il resoconto di quel poco che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote, cui manca da aggiungere ancora pochissime parole alla preghiera di S. Francesco e da ripassare il fondo del saio del Santo;
  • ho realizzato altre 2 mascherine colorate per i miei figli, stavolta utilizzando la macchina da cucire, oltre alle stoffe come sempre di recupero;
  • ho preparato un tiramisù leggero per il mio anniversario di matrimonio;
  • ho preparato una torta per il compleanno del marito.

…e con questo ho finito… 🙂

Torta di yoghurt alle mele e cioccolato

Poiché avevo delle mele da mangiare prima che diventassero tutte avvizzite, ieri ho deciso di preparare una torta alle mele. Poi ho visto che era avanzato un barattolo grande di yoghurt già aperto da alcuni giorni e quindi da finire al più presto. Perciò ho preparato una torta di yoghurt con le mele e delle gocce di cioccolato! 😛

La torta è venuta piuttosto gommosa, poiché vi ho aggiunto anche degli albumi d’uovo che mi erano avanzati, davvero buona!!! Persino il Terremoto, che non mangia le mele nemmeno se gliele fai passare per pere (uno dei pochi frutti che mangia), l’ha gradita! 🙂