Crea sito

I miei film

Purtroppo, possibilità di andare al cinema ne ho pochissime, perché coi nanetti a carico non è molto facile. Perciò i film che mi piacciono non sempre saranno l’ultima uscita al cinema, ma magari possono ispirare qualcuno a cercare il DVD (per chi ha i mezzi più antichi, come me) o il Blue-Ray e dare un’occhiata ad un film più “datato”.
Per le trame, mi sono avvalsa dei contributi di siti quali Mymovies.it e Wikipedia, talvolta con alcune modifiche personali.

Per le serie-tv, vedere qui.


Film per bambini (ma non solo)

Monsters & Co.

Titolo originale: Monsters, Inc.
Durata: 92’
Casa produttrice: Pixar Animation Studios
Genere: Animazione, Avventura, Commedia
Anno di uscita: 15 marzo 2002 (USA 2001)
Regia: Pete Docter, David Silverman, Lee Unkrich
Cast (originale): John Goodman (James P. “Sulley” Sullivan), Billy Crystal (Mike Wazowski), Mary Gibbs (Boo), Jennifer Tilly (Celia)
Doppiatori italiani: Adalberto Maria Merli (James P. “Sulley” Sullivan), Tonino Accolla (Mike Wazowski), Ludovica Grisafi (Boo), Marina Massironi (Celia)
Musiche: Randy Newman

Trama: I mostri che escono di notte dall’armadio non solo esistono ma sono anche ben organizzati. In un mondo parallelo i mostri vivono in una società civile tanto quanto la nostra (cioè ben poco), in cui spaventare bambini è un lavoro, il più importante di tutti, perchè dalle loro urla si genera l’energia che alimenta la città. Tra gli spaventatori di professione della Monsters & Co. Sulley e Mike sono la coppia più affiatata, quella che detiene il record di urla generate, un punto di riferimento per tutti, almeno fino a che per un errore una bambina non passa dal mondo degli uomini a quello dei mostri rischiando di metterne a repentaglio la carriera.

Un bellissimo film d’animazione molto originale, che unisce in modo magistrale fantasia, comicità e tenerezza ad un’altissima qualità di grafica computerizzata. Divertente per i bambini, ma da consigliare anche ad un pubblico più maturo, che ne coglierà meglio l’umorismo e i riferimenti impliciti.
Vedi anche qui.


Monsters University

Titolo originale: Monsters University
Durata: 104’
Casa produttrice: Pixar Animation Studios
Genere: Animazione, Avventura, Commedia
Anno di uscita: 21 agosto 2013 (USA 2013)
Regia: Dan Scanlon
Cast (originale): Billy Crystal (Mike Wazowski), John Goodman (James P. Sullivan), Steve Buscemi (Randall Boggs), Joel Murray (Don Carlton)
Doppiatori italiani: Sandro Acerbo (Mike Wazowski), Saverio Indrio (James P. Sullivan), Luca Dal Fabbro (Randall Boggs), Marco Mete (Don Carlton)
Musiche: Randy Newman

Trama: Prequel del film precendente “Monsters & Co.”, è la storia di Michael Wazowski, detto “Mike”.
Michael Wazowski ha sempre saputo che sarebbe diventato uno spaventatore e per questo, fin da quando era un piccolo mostro, ha coltivato con costanza il sogno di iscriversi alla Facoltà di Spavento della Monsters University. Peccato che, proprio quando il suo desiderio sta per realizzarsi, l’incontro con il prepotente James P. Sullivan, compagno di studi, rischia di mandare a monte i suoi piani. Non solo i due vengono cacciati dal corso, nonostante l’impegno profuso da Mike sui libri di testo, ma sono persino costretti a fare squadra: solo vincendo le Spaventiadi e la sfida ingaggiata con l’orrido rettore Tritamarmo, infatti, potranno sperare di essere riammessi e di diventare ciò che sentono di essere.

Un bel film d’animazione, con un’ottima qualità di grafica computerizzata. Più scontato rispetto al primo, tuttavia rimane un film divertente per i bambini, ma adatto anche ad un pubblico più maturo, che ne coglierà meglio l’umorismo e i riferimenti impliciti.


Frozen - Il regno di ghiaccio

Titolo originale: Frozen
Durata: 102’
Casa produttrice: Walt Disney Animation Studios
Genere: Animazione, Avventura, Commedia
Anno di uscita: 19 dicembre 2013 (USA 2013)
Regia: Chris Buck, Jennifer Lee
Cast (originale): Kristen Bell (Anna), Idina Menzel (Elsa), Jonathan Groff (Kristoff), Josh Gad (Olaf), Santino Fontana (Hans)
Doppiatori italiani: Serena Rossi (Anna), Serena Autieri (Elsa), Paolo De Santis (Kristoff), Enrico Brignano (Olaf), Giuseppe Russo (Hans)
Musiche: Christophe Beck

Trama: Nell’immaginario regno di Arendelle, situato su un fiordo, vivono due sorelle unite da un grande affetto. Un giorno, però, il magico potere di Elsa di comandare la neve e il ghiaccio per poco non uccide la più piccola Anna. Cresciuta nel dolore di quel ricordo, Elsa chiude le porte del palazzo e allontana da sé l’amata sorella per lunghi anni, fino al giorno della sua incoronazione a regina. Ma ancora una volta l’emozione prevale, scatena la magia e fa piombare il regno in un inverno senza fine. Sarà Anna, con l’aiuto del nuovo amico Kristoff e della sua renna Sven, a mettersi alla ricerca di Elsa, fuggita lontano da tutti, per chiederle di tornare e portare l’atteso disgelo.

Una bella favola animata, divertente per i bambini, un po’ più scontata per il pubblico adulto.
Vedi anche qui.


Film per ragazzi

Divergent

Titolo originale: Divergent
Durata: 139’
Genere: Avventura, Fantascienza
Anno di uscita: 3 aprile 2014 (USA 2014)
Regia: Neil Burger
Cast: Shailene Woodley (Beatrice “Tris” Prior), Theo James (Tobias “Quattro” Eaton), Ashley Judd (Natalie Prior), Tony Goldwyn (Andrew Prior), Ansel Elgort (Caleb Prior), Jai Courtney (Eric), Ray Stevenson (Marcus Eaton), Zoë Kravitz (Christina), Miles Teller (Peter), Kate Winslet (Jeanine Matthews), Ben Lloyd-Hughes (Will)
Doppiatori italiani: Valentina Favazza (Beatrice “Tris” Prior), Gianfranco Miranda (Tobias “Quattro” Eaton), Cristina Boraschi (Natalie Prior), Sergio Lucchetti (Andrew Prior), Flavio Aquilone (Caleb Prior), Massimo Bitossi (Eric), Saverio Indrio (Marcus Eaton), Benedetta Degli Innocenti (Christina), Luca Mannocci (Peter), Chiara Colizzi (Jeanine Matthews), Davide Perino (Will)
Musiche: Junkie XL

Trama: In un futuro distopico l’umanità riesce a vivere in serenità dividendosi in fazioni, ognuna basata su un valore: l’intelligenza per gli Eruditi, l’altruismo per gli Abneganti, il coraggio per gli Intrepidi, la sincerità per i Candidi e l’amicizia per i Pacifici. Chi non fa parte di nessuna delle fazioni diventa un Escluso e vive da mendicante ai margini della società. Beatrice Prior, appartiene con la propria famiglia agli Abneganti. All’alba dei suoi sedici anni è chiamata, come i suoi coetanei, a scegliere a quale fazione fare parte per il resto della sua vita. Ma la vita di Beatrice cambierà quando scoprirà di non appartenere a una fazione, ma di essere una Divergente cioè appartenente a più fazioni e quindi non “incasellabile” in un ruolo preciso. Questa sua divergenza la renderà pericolosa agli occhi di molti, mettendo in pericolo la sua stessa vita... Per salvarsi Beatrice potrà contare solo su “Quattro”, il suo istruttore tra gli Intrepidi, che, come lei, nasconde un grande segreto.

Tratto dall’omonimo romanzo di Veronica Roth, ambientato in un futuro distopico, il film è ricco di azione.
Vedi anche qui.


The Divergent Series: Insurgent

Titolo originale: The Divergent Series: Insurgent
Durata: 119’
Genere: Avventura, Fantascienza
Anno di uscita: 19 marzo 2015 (USA 2015)
Regia: Robert Schwentke
Cast: Shailene Woodley (Beatrice “Tris” Prior), Theo James (Tobias “Quattro” Eaton), Ansel Elgort (Caleb Prior), Jai Courtney (Eric), Ray Stevenson (Marcus Eaton), Zoë Kravitz (Christina), Miles Teller (Peter Hayes), Kate Winslet (Jeanine Matthews), Naomi Watts (Evelyn Johnson), Maggie Q (Tori Wu), Keiynan Lonsdale (Uriah Pedrad), Ashley Judd (Natalie Prior), Octavia Spencer (Johanna Reyes), Suki Waterhouse (Marlene), Rosa Salazar (Lynn), Daniel Dae Kim (Jack Kang), Mekhi Phifer (Max), Emjay Anthony (Hector), Ben Lamb (Edward), Jonny Weston (Edgar), Janet McTeer (Edith Prior)
Doppiatori italiani: Valentina Favazza (Beatrice “Tris” Prior), Gianfranco Miranda (Tobias “Quattro” Eaton), Flavio Aquilone (Caleb Prior), Massimo Bitossi (Eric), Saverio Indrio (Marcus Eaton), Benedetta Degli Innocenti (Christina), Luca Mannocci (Peter Hayes), Chiara Colizzi (Jeanine Matthews), Claudia Catani (Evelyn Johnson), Barbara De Bortoli (Tori Wu), Stefano Broccoletti (Uriah Pedrad), Cristina Boraschi (Natalie Prior), Patrizia Burul (Johanna Reyes), Fabio Boccanera (Jack Kang), Paolo Marchese (Max), Jacopo Venturiello (Edgar)
Musiche: Joseph Trapanese

Trama: Pochi giorni dopo la grande ribellione alcuni Intrepidi tra cui “Tris”, “Quattro” e Peter (più Caleb), si rifugiano presso un villaggio di Pacifici. Lì cominciano ad emergere le prime tensioni nel gruppo e diventa chiaro che non tutti la pensano alla stessa maniera. Costretti a scappare “Tris” e “Quattro” trovano rifugio presso gli Esiliati, guidati dalla madre di “Quattro” che da tempo cerca di formare un esercito per compiere una rivoluzione. Non credendo nemmeno alla bontà degli ideali degli Esiliati, i due decidono di rifugiarsi dai Candidi, dove dimostrata la loro onestà grazie al siero della verità iniziano a pianificare un attacco. Intanto Jeanine cerca il divergente perfetto per poter aprire un misterioso artefatto proveniente dagli Antichi e contenente un videomessaggio che potrebbe essere un’ottima arma di propaganda.

Tratto dall’omonimo romanzo di Veronica Roth, ambientato in un futuro distopico, il film è ricco di azione. Potrebbe essere autoconclusivo, ma manca ancora il capitolo finale, che sembra sia stato diviso in due parti...


The Divergent Series: Allegiant

Titolo originale: The Divergent Series: Allegiant
Durata: 121’
Genere: Avventura, Fantascienza
Anno di uscita: 9 marzo 2016 (USA 2016)
Regia: Robert Schwentke
Cast: Shailene Woodley (Beatrice “Tris” Prior), Theo James (Tobias “Quattro” Eaton), Ansel Elgort (Caleb Prior), Ray Stevenson (Marcus Eaton), Zoë Kravitz (Christina), Miles Teller (Peter Hayes), Naomi Watts (Evelyn Johnson), Jeff Daniels (David), Maggie Q (Tori Wu), Keiynan Lonsdale (Uriah Pedrad), Octavia Spencer (Johanna Reyes), Bill Skarsgård (Matthew), Nadia Hilker (Juanita “Nita”), Joseph David-Jones (Hollis)
Doppiatori italiani: Valentina Favazza (Beatrice “Tris” Prior), Gianfranco Miranda (Tobias “Quattro” Eaton), Flavio Aquilone (Caleb Prior), Saverio Indrio (Marcus Eaton), Benedetta Degli Innocenti (Christina), Luca Mannocci (Peter Hayes), Claudia Catani (Evelyn Johnson), Fabrizio Pucci (David), Barbara De Bortoli (Tori Wu), Stefano Broccoletti (Uriah Pedrad), Patrizia Burul (Johanna Reyes)
Musiche: Joseph Trapanese

Trama: Beatrice Prior (“Tris”) e Tobias Eaton (“Quattro”, “Four” nella versione originale) si avventurano in un mondo a loro nuovo e sconosciuto, al di fuori di Chicago; qui verranno presi in custodia da un’agenzia misteriosa conosciuta come il Dipartimento di Sanità Genetica che vanificherà le loro precedenti convinzioni per rivelare nuove e sconvolgenti verità.
“Tris” dà tutta la sua fiducia al capo di tutto quel sistema, David, che le fa vedere da dove era venuta sua madre e le dice che fidandosi di lui avrebbe continuato la sua impresa. “Quattro”, nel frattempo, è deluso perché “Tris” sembra sempre occupata con David e perciò non gli dà attenzioni; è prevista una nuova battaglia tra il bene e il male, tra il presente e il passato e soprattutto tra David e “Quattro”.

Tratto dall’omonimo romanzo di Veronica Roth, ambientato in un futuro distopico, il film è ricco di azione...


Hunger Games

Titolo originale: The Hunger Games
Durata: 142’
Genere: Avventura, Fantascienza, Drammatico
Anno di uscita: 1 maggio 2012 (USA 2012)
Regia: Gary Ross
Cast: Jennifer Lawrence (Katniss Everdeen), Josh Hutcherson (Peeta Mellark), Liam Hemsworth (Gale Hawthorne), Woody Harrelson (Haymitch Abernathy), Stanley Tucci (Caesar Flickerman), Lenny Kravitz (Cinna), Wes Bentley (Seneca Crane), Donald Sutherland (Presidente Snow)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Katniss Everdeen), Manuel Meli (Peeta Mellark), Flavio Aquilone (Gale Hawthorne), Stefano Benassi (Haymitch Abernathy), Roberto Pedicini (Caesar Flickerman), Pino Insegno (Cinna), Giorgio Borghetti (Seneca Crane), Massimo Foschi (Presidente Snow)
Musiche: James Newton Howard

Trama: Katniss Everdeen prende volontariamente il posto della sorella minore Primrose negli Hunger Games, uno spettacolo televisivo (a metà tra le lotte dei gladiatori e i reality show) in cui ciascuno dei dodici distretti della nazione di Panem deve mandare 2 adolescenti (un ragazzo e una ragazza), scelti a caso tra i giovani tra i 12 e i 18 anni, per competere fino alla morte. Questo spettacolo televisivo è stato istituito come punizione per un precedente tentativo di ribellione in contrasto al potere di Capitol City, la ricca capitale dello Stato di Panem.

Tratto dall’omonimo romanzo di Suzanne Collins, ambientato in un futuro distopico, il film è ricco di suspence.
Vedi anche qui.


Hunger Games: La ragazza di fuoco

Titolo originale: The Hunger Games: Catching Fire
Durata: 146’
Genere: Avventura, Fantascienza, Drammatico
Anno di uscita: 27 novembre 2013 (USA 2013)
Regia: Francis Lawrence
Cast: Jennifer Lawrence (Katniss Everdeen), Josh Hutcherson (Peeta Mellark), Liam Hemsworth (Gale Hawthorne), Woody Harrelson (Haymitch Abernathy), Elizabeth Banks (Effie Trinket), Lenny Kravitz (Cinna), Philip Seymour Hoffman (Plutarch Heavensbee), Jeffrey Wright (Beetee), Stanley Tucci (Caesar Flickerman), Donald Sutherland (presidente Snow), Toby Jones (Claudius Templesmith), Willow Shields (Primrose Everdeen), Sam Claflin (Finnick Odair), Lynn Cohen (Mags), Jena Malone (Johanna Mason), Amanda Plummer (Wiress), Taylor St. Clair (Ripper), Paula Malcomson (Mrs. Everdeen), Alan Ritchson (Gloss), Stephanie Leigh Schlund (Cashmere), Meta Golding (Enobaria), Bruno Gunn (Brutus), Daniel Bernhardt (Uomo Distretto 9)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Katniss Everdeen), Manuel Meli (Peeta Mellark), Flavio Aquilone (Gale Hawthorne), Stefano Benassi (Haymitch Abernathy), Francesca Guadagno (Effie Trinket), Pino Insegno (Cinna), Pasquale Anselmo (Plutarch Heavensbee), Paolo Marchese (Beetee), Roberto Pedicini (Caesar Flickerman), Massimo Foschi (presidente Snow), Agnese Marteddu (Primrose Everdeen), Andrea Mete (Finnick Odair), Domitilla D’Amico (Johanna Mason), Stefanella Marrama (Wiress), Benedetta Degli Innocenti (Octavia), Gerolamo Alchieri (Romulus Thread), Veronica Puccio (Cashmere)
Musiche: James Newton Howard

Trama: Dopo la vittoria nella 74a edizione degli Hunger Games, Katniss Everdeen e Peeta Mellark si preparano al tour e alla gloria che li attende a ogni stazione. Partita suo malgrado e sotto la minaccia del Presidente Snow, che la scopre innamorata di Gale, Katniss si accorge molto presto di aver riacceso la speranza nel cuore della gente di Panem, provocando la scintilla della ribellione in alcuni distretti. Allarmato dal crescente ascendente di Katniss, il presidente Snow la ricatta costringndola a giocare il suo ruolo e a distrarre il popolo dai problemi reali. Snow incarica Plutarch Heavensbee, stratega volontario che ha sostituito il “dimissionario” Seneca Crane di indire un’edizione straordinaria dei giochi in cui concorreranno i vincitori delle edizioni precedenti, 2 per ciascun distretto. Katniss e Peeta, di nuovo uniti e di nuovo in gara, emergono su un’isola tropicale, circondata da un campo di forza e piena di insidie. Stabilite rapidamente alleanze e ostilità, i due ragazzi cercano di sopravvivere. Ma questa volta Katniss e Peeta non sono soli. La ghiandaia imitatrice ha spalancato le ali.

Tratto dal secondo romanzo di Suzanne Collins, ambientato in un futuro distopico, il film è più ricco di colpi di scena del precedente. Tuttavia non è autoconclusivo, poiché manca il terzo episodio della trilogia.
Vedi anche qui.


Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1

Titolo originale: The Hunger Games: Mockingjay - Part 1
Durata: 123’
Genere: Avventura, Fantascienza, Drammatico
Anno di uscita: 20 novembre 2014 (USA 2014)
Regia: Francis Lawrence
Cast: Jennifer Lawrence (Katniss Everdeen), Josh Hutcherson (Peeta Mellark), Liam Hemsworth (Gale Hawthorne), Woody Harrelson (Haymitch Abernathy), Elizabeth Banks (Effie Trinket), Julianne Moore (Alma Coin), Philip Seymour Hoffman (Plutarch Heavensbee), Jeffrey Wright (Beetee Latier), Stanley Tucci (Caesar Flickerman), Donald Sutherland (Presidente Snow), Willow Shields (Primrose Everdeen), Sam Claflin (Finnick Odair), Jena Malone (Johanna Mason), Mahershala Ali (Boggs), Natalie Dormer (Cressida), Evan Ross (Messalla), Wes Chatham (Castor), Elden Henson (Pollux), Paula Malcomson (Mrs. Everdeen), Patina Miller (Comandante Paylor), Robert Knepper (Antonius), Sarita Choudhury (Egeria), Stef Dawson (Annie Cresta)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Katniss Everdeen), Manuel Meli (Peeta Mellark), Flavio Aquilone (Gale Hawthorne), Stefano Benassi (Haymitch Abernathy), Francesca Guadagno (Effie Trinket), Franca D’Amato (Alma Coin), Pasquale Anselmo (Plutarch Heavensbee), Paolo Marchese (Beetee Latier), Roberto Pedicini (Caesar Flickerman), Massimo Foschi (Presidente Snow), Agnese Marteddu (Primrose Everdeen), Andrea Mete (Finnick Odair), Domitilla D’Amico (Johanna Mason), Alessandro Ballico (Boggs), Chiara Gioncardi (Cressida), Alessandra Cassioli (Comandante Paylor)
Musiche: James Newton Howard

Trama: La 75a edizione degli Hunger Games è finita con l’arrivo della resistenza e Katniss è stata prelevata in stato incosciente assieme ad altri concorrenti ma non Peeta, per il cui recupero non c’era tempo. L’idolo del pubblico di Panem si risveglia dunque nel Distretto 13, la sede della resistenza, nuovamente costretta in una struttura gerarchica e militare con a capo un altro presidente, Coin, con la quale ben presto capisce di poter trattare. La resistenza ha infatti in Plutarch il suo esperto di comunicazione e lui intende usare l’immagine dell’eroina per convincere tutti gli altri distretti a ribellarsi e unirsi nella guerra alla capitale. Così mentre il presidente Snow sfrutta Peeta come volto (suo malgrado) del potere, la resistenza gira video di propaganda con Katniss e raccoglie adesioni in attesa di sferrare l’attacco finale.

Tratto dal terzo romanzo di Suzanne Collins, ambientato in un futuro distopico, il film è un po’ lento e non si autoconclude, poiché il libro, nella sua trasposizione cinematografica, è stato diviso in 2 parti.
Vedi anche qui.


Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2

Titolo originale: The Hunger Games: Mockingjay - Part 2
Durata: 137’
Genere: Avventura, Fantascienza, Drammatico
Anno di uscita: 19 novembre 2015 (USA 2015)
Regia: Francis Lawrence
Cast: Jennifer Lawrence (Katniss Everdeen), Josh Hutcherson (Peeta Mellark), Liam Hemsworth (Gale Hawthorne), Woody Harrelson (Haymitch Abernathy), Elizabeth Banks (Effie Trinket), Julianne Moore (Presidente Alma Coin), Philip Seymour Hoffman (Plutarch Heavensbee), Jeffrey Wright (Beetee Latier), Stanley Tucci (Caesar Flickerman), Donald Sutherland (Presidente Coriolanus Snow), Jena Malone (Johanna Mason), Sam Claflin (Finnick Odair), Willow Shields (Primrose Everdeen), Mahershala Ali (Boggs), Elden Henson (Pollux), Patina Miller (Comandante Paylor), Natalie Dormer (Cressida), Robert Knepper (Antonius), Michelle Forbes (Tenente Jackson), Evan Ross (Messalla), Wes Chatham (Castor), Misty Ormiston (Leeg 1), Kim Ormiston (Leeg 2), Gwendoline Christie (Comandante Lyme), Stef Dawson (Annie Cresta), Meta Golding (Enobaria), Paula Malcomson (Signora Everdeen)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Katniss Everdeen), Manuel Meli (Peeta Mellark), Flavio Aquilone (Gale Hawthorne), Stefano Benassi (Haymitch Abernathy), Francesca Guadagno (Effie Trinket), Franca D’Amato (Presidente Alma Coin), Pasquale Anselmo (Plutarch Heavensbee), Paolo Marchese (Beetee Latier), Roberto Pedicini (Caesar Flickerman), Massimo Foschi (Presidente Coriolanus Snow), Domitilla D’Amico (Johanna Mason), Andrea Mete (Finnick Odair), Agnese Marteddu (Primrose Everdeen), Alessandro Ballico (Boggs), Alessandra Cassioli (Comandante Paylor), Chiara Gioncardi (Cressida), Roberta Pellini (Tenente Jackson), Stella Gasparri (Comandante Lyme), Marta Gastini (Tigris)
Musiche: James Newton Howard

Trama: La resistenza si sta facendo sotto. I distretti ribelli sono ormai tutti riuniti sotto un’unica bandiera, quella dei ribelli, e sta per iniziare la marcia verso Panem, prenderla equivale a destituire il regime. Katniss è l’arma numero uno della resistenza, non per le sue doti di stratega o per la sua abilità sul campo, ma per la sua immagine. Prima sfruttata come volto simbolo dell’intrattenimento e della distrazione di massa, ora è invece diventata il corpo della ribellione, l’unica a cui la massa dia ascolto, l’unica a cui tutti credano anche se la sua immagine è stata continuamente manipolata. Per questo motivo decide di abbandonare i ribelli (che non sono meglio del regime) e di cercare di trovare la sua vendetta e uccidere il presidente Snow da sola. Ora tutti la vogliono morta però: la vuole morta Peeta, che ha subito il lavaggio del cervello; la vuole morta il presidente Snow; la vuole morta la resistenza, perché diventerebbe un martire e unirebbe ancora di più le truppe.

Tratto dal terzo romanzo di Suzanne Collins, ambientato in un futuro distopico, il film è la conclusione della trilogia. Dopo molti colpi di scena, la protagonista si troverà di fronte a molte scelte difficili.


Keith

Titolo originale: Keith
Durata: 93’
Genere: Drammatico
Anno di uscita: “GFF” luglio 2007, 22 luglio 2009 (USA 2008)
Regia: Todd Kessler
Cast: Jesse McCartney (Keith Zetterstrom), Elisabeth Harnois (Natalie Anderson), Margo Harshman (Brooke), James Applebury (Andy), Tabitha Brownstone (Cynthia Anderson), Ron Carlson (Insegnante), Victoria Chalaya (Lea), Ignacio Serricchio (Raff)
Doppiatori italiani: Mattia Ward (Keith Zetterstrom), Letizia Ciampa (Natalie Anderson), Perla Liberatori (Brooke), Alessio Ward (Raff)
Musiche: Tree Adams

Trama: Natalie ha 17 anni, intelligente, determinata ed ha successo in tutto. La sua vita è stata programmata dai suoi genitori. Quando entra a far parte della sua vita Keith, un compagno di scuola, mette in discussione il modo in cui lei ha condotto la sua esistenza finora e mostra il suo odio nei confronti del sistema in cui lei è rinchiusa. Keith e Natalie fanno amicizia, lui aiuta Natalie ad aprirsi ma di sé dà pochissime informazioni e Natalie non capisce il motivo. La ragazza cerca di tenere lontano Keith con la mente, ma con il cuore non riesce a stargli lontana. Quando Keith sparisce Natalie lo cerca disperatamente; in seguito, la ragazza scoprirà il terribile segreto del ragazzo, che cambierà per sempre la loro vita.

Un film molto bello, che ha come protagonisti un ragazzo ribelle e sarcastico e una ragazza studiosa e obbediente... Ma non tutte le cose sono esattamente come sembrano.
(*)
Vedi anche qui.


Now is good

Titolo originale: Now Is Good
Durata: 102’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 30 novembre 2015 (Regno Unito 2012)
Regia: Ol Parker
Cast: Dakota Fanning (Tessa Scott), Jeremy Irvine (Adam), Paddy Considine (padre di Tessa), Olivia Williams (madre di Tessa), Kaya Scodelario (Zoey)
Doppiatori italiani: Erica Necci (Tessa Scott)
Musiche: Dustin O’Halloran

Trama: Tessa ha sedici anni ed è malata da tempo di leucemia. Stufa delle continue terapie decide di vivere appieno gli ultimi mesi di vita che le rimangono, così stila una lista delle dieci cose che vuole fare prima di morire. Tra queste vuole viaggiare, fare shopping sfrenato, far riavvicinare i genitori da tempo separati e innamorarsi. Con l’aiuto di Zoey, la sua amica del cuore e unica persona che non la fa sentire malata, inizia a vivere intensamente ogni giorno tra feste, fino all’incontro con Adam, il suo vicino di casa di cui si innamora follemente.

Tratto dal romanzo “Voglio vivere prima di morire” di Jenny Downham, il film è piuttosto fedele al racconto originale e comunque è davvero bello, nonostante l’argomento trattato.
(*)
Vedi anche qui.


Ritorno al futuro

Titolo originale: Back to the Future
Durata: 116’
Genere: Avventura, Commedia, Fantascienza
Anno di uscita: 18 ottobre 1985 (USA 1985)
Regia: Robert Zemeckis
Cast: Michael J. Fox (Marty McFly), Christopher Lloyd (“Doc” Emmett L. Brown), Lea Thompson (Lorraine Baines McFly), Crispin Glover (George McFly), Thomas F. Wilson (Biff Tannen), Claudia Wells (Jennifer Parker), Marc McClure (Dave McFly), Wendie Jo Sperber (Linda McFly), James Tolkan (Strickland), Norman Alden (Lou Caruthers), Donald Fullilove (Goldie Wilson), George DiCenzo (Sam Baines), Frances Lee McCain (Stella Baines), Jason Hervey (Milton Baines), Harry Waters Jr. (Marvin Berry), Will Hare (Il “Vecchio” Peabody), George “Buck” Flower (Red il senzatetto), Billy Zane (Match), J.J. Cohen (Skinhead), Casey Siemaszko (3-D)
Doppiatori italiani: Teo Bellia (Marty McFly), Ferruccio Amendola (“Doc” Emmett L. Brown), Anna Rita Pasanisi (Lorraine Baines McFly), Oreste Baldini (George McFly), Alessandro Rossi (Biff Tannen), Emanuela Rossi (Jennifer Parker), Roberto Chevalier (Dave McFly), Gianfranco Bellini (Strickland), Pino Locchi (Lou Caruthers), Vittorio Stagni (Goldie Wilson), Renato Mori (Sam Baines), Flaminia Jandolo (Stella Baines), Francesco Pezzulli (Milton Baines), Angelo Nicotra (Marvin Berry), Mario Milita (Il “Vecchio” Peabody/Red il senzatetto)
Musiche: Alan Silvestri, Huey Lewis and the News (canzoni)

Trama: Marty McFly ha diciassette anni, una ragazza di cui è innamorato e una famiglia non particolarmente vivace. Il padre, George, ha paura anche della propria ombra mentre la madre si lascia vivere, priva com’è di qualsiasi ambizione per sé e per i propri tre figli. Marty è amico di Doc, uno scienziato eccentrico che ritiene di aver inventato un’auto che è al contempo una macchina del tempo. Marty avrà modo di scoprire che lo è realmente finendo nella sua stessa città nel 1955. Lì conoscerà sua madre e suo padre che non sembrano proprio destinati a formare una coppia.

Il film, quando è uscito, era davvero originale e con begli effetti speciali. Oggi è diventato un “film cult”, da vedere assolutamente.


Ritorno al futuro - Parte  II

Titolo originale: Back to the Future
Durata: 116’
Genere: Avventura, Commedia, Fantascienza
Anno di uscita: 18 ottobre 1985 (USA 1985)
Regia: Robert Zemeckis
Cast:Cast: Michael J. Fox (Marty McFly, Martin McFly Jr., Marlene McFly), Christopher Lloyd (“Doc” Emmett L. Brown), Lea Thompson (Lorraine Baines McFly), Thomas F. Wilson (Biff Tannen, Griff Tannen), Elizabeth Shue (Jennifer Parker), James Tolkan (Strickland), Flea (Douglas J. Needles), Jeffrey Weissman (George McFly), Casey Siemaszko (3-D), Billy Zane (Match), J.J. Cohen (Skinhead), Jim Ishida (Ito “Jitz” Fujitsu), Charles Fleischer (Terry), Mary Ellen Trainor (Agente Reese), Stephanie E. Williams (Agente Foley), Joe Flaherty (Corriere della Western Union)
Doppiatori italiani: Sandro Acerbo (Marty McFly, Marty McFly Jr., Marlene McFly), Dario Penne (“Doc” Emmett L. Brown), Anna Rita Pasanisi (Lorraine Baines McFly), Alessandro Rossi (Biff Tannen, Griff Tannen), Emanuela Rossi (Jennifer Parker), Sergio Tedesco (Strickland), Manlio De Angelis (Douglas J. Needles), Marco Mete (George McFly), Nino Prester (3-D), Vittorio De Angelis (Match), Francesco Vairano (Ito “Jitz” Fujitsu), Vittorio Stagni (Terry), Sandro Sardone (Corriere della Western Union), Stefanella Marrama (Agente Reese), Ida Sansone (Agente Foley)
Musiche: Alan Silvestri

Trama: 26 ottobre 1985: Hill Valley, California. “Doc” Brown torna dal futuro con la sua De Lorean “macchina del tempo” per prelevare Marty McFly e la sua ragazza Jennifer. È indispensabile che raggiungano il 2015 per impedire che il figlio di Marty venga arrestato per scontare un lungo periodo di detenzione.

Il film, quando è uscito, era davvero originale e con begli effetti speciali. Oggi è diventato un “film cult”.
Vedi anche qui.


Ritorno al futuro - Parte  III

Titolo originale: Back to the Future
Durata: 116’
Genere: Avventura, Commedia, Fantascienza
Anno di uscita: 18 ottobre 1985 (USA 1985)
Regia: Robert Zemeckis
Cast: Michael J. Fox (Marty McFly/Seamus McFly), Christopher Lloyd (“Doc” Emmett L. Brown), Mary Steenburgen (Clara Clayton), Lea Thompson (Maggie McFly/Lorraine Baines McFly), Thomas F. Wilson (Buford “Cane pazzo” Tannen/Biff Tannen), Elizabeth Shue (Jennifer Parker), James Tolkan (sceriffo Strickland), Flea (Douglas J. Needles), Jeffrey Weissman (George McFly), Matt Clark (Chester), Marc McClure (Dave McFly), Wendie Jo Sperber (Linda McFly), Hugh Gillin (Sindaco Hubert), Christopher Wynne (membro della banda di Tannen), Sean Sullivan (membro della banda di Tannen), Bill McKinney (macchinista del treno), Marvin J. McIntyre (becchino), Burton Gilliam (uomo che regala la Colt a Marty), Richard Dysart (commerciante), Dub Taylor (vecchio nel saloon), Pat Buttram (vecchio nel saloon), Kaleb Henley (figlio di sceriffo Strickland), Glenn Fox (bambino a cui Marty regala la Colt)
Doppiatori italiani: Sandro Acerbo (Marty McFly/Seamus McFly), Dario Penne (“Doc” Emmett L. Brown), Stefanella Marrama (Clara Clayton), Anna Rita Pasanisi (Maggie McFly/Lorraine Baines McFly), Alessandro Rossi (Buford “Cane pazzo” Tannen/Biff Tannen), Emanuela Rossi (Jennifer Parker), Gianfranco Bellini (sceriffo Strickland), Manlio De Angelis (Douglas J. Needles), Francesco Pannofino (George McFly), Sandro Sardone (Chester), Roberto Chevalier (Dave McFly), Isabella Pasanisi (Linda McFly), Franco Chillemi (sindaco Hubert), Claudio Fattoretto (membro della banda di Tannen), Vittorio De Angelis (membro della banda di Tannen), Francesco Vairano (macchinista del treno), Nino Prester (becchino), Manlio De Angelis (uomo che regala la Colt a Marty), Mario Mastria (commerciante), Mario Milita (vecchio nel saloon), Enzo Garinei (vecchio nel saloon), Simone Crisari (figlio di Strickland), Davide Perino (bambino a cui Marty regala la Colt)
Musiche: Alan Silvestri

Trama: 1955. Marty è di ritorno da “Doc” con un messaggio che proviene dal Doc che si trova nel 1885 nel Far West che offre le coordinate per ritrovare la DeLorean. Una volta recuperata l’auto un’altra novità li attende: una lapide cimiteriale che riporta la data in cui Doc è stato ucciso colpito alle spalle rimanendo così nel perpetuo ricordo della sua amata Clara. È allora indispensabile riprendere la macchina del tempo per recarsi nel West dove lo scienziato fa il maniscalco e cercare di impedire la sua morte.

Il film, quando è uscito, era davvero originale e con begli effetti speciali. Oggi è diventato un “film cult”. Purtroppo è l’episodio finale della trilogia, poiché non ne sono stati realizzati altri.


Ruby Red

Titolo originale: Rubinrot
Durata: 122’
Genere: Fantastico, Romantico
Anno di uscita: dicembre 2014 (Germania 2013)
Regia: Felix Fuchssteiner
Cast: Maria Ehrich (Gwendolyn Shepherd), Jannis Niewöhner (Gideon de Villiers), Peter Simonischek (conte di Saint-Germain), Florian Bartholomäi (Paul de Villiers), Josefine Preuß (Lucy Montrose), Uwe Kockisch (Falk de Villiers), Gottfried John (dottor White), Rüdiger Vogler (Thomas George), Johannes von Matuschka (Mr. Whitman), Justine del Corte (Madame Rossini), Christine Rollar (Mrs. Jenkins), Jennifer Lotsi (Leslie Hay), Veronica Ferres (Grace Sheperd), Levin Henning (Nick Shepherd), Sibylle Canonica (Glenda Montrose), Laura Berlin (Charlotte Montrose), Gerlinde Locker (lady Arisa), Katharina Thalbach (zia Maddy), Axel Milberg (Lucas Montrose), Johannes Silberschneider (Mr. Bernhard), Chiara Schoras (Margret Tilney), Maurizio Magno (Robert Montrose), Kostja Ullmann (James A. P. Pimplebottom), Butz Ulrich Buse (Miro Rakoczy), Martin Östreicher (Lord Brompton), Oxana Salzmann (Cynthia Dale), Friederike Rhein (Sarah Bloomberg), Philip Wiegratz (Gordon Geldermann)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Gwendolyn Shepherd), Davide Perino (Gideon de Villiers), Daniele Raffaeli (Paul de Villiers), Luca Biagini (Falk de Villiers), Alberto Bognanni (Mr. Whitman), Rachele Paolelli (Mrs. Jenkins), Benedetta Ponticelli (Leslie Hay), Daniele Raffaeli (Nick Shepherd), Emanuela Damasio (Charlotte Montrose), Antonella Giannini (lady Arisa)
Musiche: Philipp F. Kölmel

Trama: Gwendolyn Shepherd, 16 anni, è una normalissima adolescente. La cosa che la infastidisce di più è che la sua famiglia ha sicuramente troppi segreti: tutti hanno a che fare con il gene viaggio nel tempo che si tramanda nella famiglia in linea femminile. Tutti sono certi che la cugina di Gwen, Charlotte, abbia il gene, e quindi tutto ruota intorno a Charlotte e alla sua preparazione in storia, duello, francese, buone maniere, ecc... Fino al giorno in cui Gwen, uscita di casa per fare una commissione, si ritrova improvvisamente a Londra alla fine del XIX° secolo: si rende conto subito di essere lei - e non Charlotte - quella nata per viaggiare nel tempo, anche se inizialmente non vuole crederci! Gwen si trova così, suo malgrado a dover fare tutto il possibile per risolvere gli antichi misteri. E, suo malgrado, si trova a dover collaborare con l’arrogante Gideon de Villiers, compagno di addestramento di Charlotte, che proprio come lei, ha ereditato il gene dei viaggi nel tempo. Gwen è costretta quindi a stringere un’alleanza con lui per riuscire a decifrare il più grande segreto della sua storia familiare. Ma saltando avanti e indietro fra i secoli, pericoli e amore sono in agguato, a rendere le cose ancora più complicate...

Tratto dal romanzo “Red” di Kerstin Gier, il film è molto colorato e avventuroso, ricco di azione e colpi di scena, con un velo di roman vanta dei meravigliosi costumi è ricco di colpi di scena, mescola romanticismo e atmosfere gotiche. Non mancano nemmeno i momenti comici. Tuttavia è solo il primo episodio di una trilogia.
Vedi anche qui.


Ruby Red  II - Il segreto di zaffiro

Titolo originale: Saphirblau
Durata: 116’
Genere: Fantastico, Romantico
Anno di uscita: dicembre 2014 (Germania 2014)
Regia: Felix Fuchssteiner e Katharina Schöde
Cast: Maria Ehrich (Gwendolyn Shepherd), Jannis Niewöhner (Gideon de Villiers), Peter Simonischek (conte di Saint-Germain), Florian Bartholomäi (Paul de Villiers), Josefine Preuß (Lucy Montrose), Rolf Kanies (William de Villiers), Rüdiger Vogler (Thomas George), Johannes von Matuschka (Mr. Whitman), Justine del Corte (Madame Rossini), Jennifer Lotsi (Leslie Hay), Lion Wasczyk (Raphael de Villiers), Veronica Ferres (Grace Sheperd), Levin Henning (Nick Shepherd), Sibylle Canonica (Glenda Montrose), Laura Berlin (Charlotte Montrose), Katharina Thalbach (zia Maddy), Bastian Trost (Lucas Montrose), Johannes Silberschneider (Mr. Bernhard), Chiara Schoras (Margret Tilney), Kostja Ullmann (James A. P. Pimplebottom), Butz Ulrich Buse (Lady Lavinia), Oscar Ortega Sánchez (Lord Alastair)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Gwendolyn Shepherd), Davide Perino (Gideon de Villiers), Daniele Raffaeli (Paul de Villiers), Alberto Bognanni (Mr. Whitman), Benedetta Ponticelli (Leslie Hay), Emanuela Damasio (Charlotte Montrose)
Musiche: Philipp F. Kölmel

Trama: Gwendolyn scopre di possedere il gene dei viaggi del tempo, esclusiva solo di due famiglie che fanno parte del Cerchio dei Dodici e si impegna a saperne sempre di più sui misteri legati ai viaggiatori nel tempo: di volta in volta si troverà a risolvere dei rompicapo, dovrà imparare a comportarsi come una signora per partecipare ad un ricevimento nel XVIII° secolo, imparerà di più sulla sua famiglia (in particolare su suo nonno Lucas)... Gwen sarà costretta, però, a rivedere la sua relazione col suo compagno di viaggi nel tempo Gideon, perché sospetta che lui le stia nascondendo qualcosa e lei non riuscirà più a capire di chi potrà fidarsi... Grazie all’aiuto della sua amica Leslie, di un nuovo -un po’ fastidioso- amico (il gargoyle Xemerius) e di altri inespettati alleati, per Gwen sarà meno difficile superare tutti gli ostacoli...

Tratto dal romanzo “Blue” di Kerstin Gier, il film racconta il seguito delle vicende di Gwendolyn, in un mix di avventura, romanticismo, drammi e colpi di scena, in un colorato succedersi di scene in costume. Non mancano nemmeno i momenti comici. Purtroppo, come al solito nei film centrali delle trilogie, il finale lascia tutto in sospeso per il terzo e ultimo capitolo della trilogia.
Vedi anche qui.


Ruby Red  III - Verde smeraldo

Titolo originale: Smaragdgrün
Durata: 113’
Genere: Fantastico, Romantico
Anno di uscita: 17 marzo 2017 (Germania 2016)
Regia: Felix Fuchssteiner e Katharina Schöde
Cast: Maria Ehrich (Gwendolyn Shepherd), Jannis Niewöhner (Gideon de Villiers), Josefine Preuß (Lucy Montrose), Florian Bartholomäi (Paul de Villiers), Laura Berlin (Charlotte Montrose), Lion Wasczyk (Raphael de Villiers), Katharina Thalbach (zia Maddy), Johannes Silberschneider (Mr. Bernhard), Jennifer Lotsi (Leslie Hay), Kostja Ullmann (James A. P. Pimplebottom), Johannes von Matuschka (Mr. Whitman), Peter Simonischek (conte di Saint-Germain), Butz Ulrich Buse (Miro Rakoczy), Rolf Kanies (William de Villiers), Justine del Corte (Madame Rossini), Timur Işık (Mr. Marley), Chris Tall (Gordon Geldermann), Emilia Schüle (lady Amalia), Friederike Rhein (Sarah Bloomberg)
Doppiatori italiani: Joy Saltarelli (Gwendolyn Shepherd), Davide Perino (Gideon de Villiers), Daniele Raffaeli (Paul de Villiers), Alberto Bognanni (Mr. Whitman), Benedetta Ponticelli (Leslie Hay), Emanuela Damasio (Charlotte Montrose)
Musiche: Philipp F. Kölmel

Trama: Gwendolyn e Gideon hanno entrambi il potere di tornare indietro nel tempo per portare a termine missioni per la società segreta delle loro famiglie, gestita dal conte St. Germain. Dopo l’incontro con Lucy e Paul, due viaggiatori del tempo in fuga dalla società, Gwen inizia a dubitare delle motivazioni del conte...

Tratto dal romanzo “Green” di Kerstin Gier, il film racconta il capitolo finale delle vicende di Gwendolyn, in un mix di avventura, romanticismo, drammi e colpi di scena in costume. In questo ultimo capitolo non mancano nemmeno i momenti tragici, di quelli da piangere davvero...
(*)
Vedi anche qui.


The Giver - Il mondo di Jonas

Titolo originale: The Giver
Durata: 97’
Genere: Avventura, Fantascienza
Anno di uscita: 11 settembre 2014 (USA 2014)
Regia: Phillip Noyce
Cast: Jeff Bridges (Il donatore), Brenton Thwaites (Jonas), Meryl Streep (capo Elder), Alexander Skarsgård (padre di Jonas), Katie Holmes (madre di Jonas), Odeya Rush (Fiona), Taylor Swift (Rosemary), Cameron Monaghan (Asher), Emma Tremblay (Lily), Charlotte Salt (Lenika)
Doppiatori italiani: Luigi La Monica (Il donatore), Manuel Meli (Jonas), Maria Pia Di Meo (capo Elder), Niseem Onorato (padre di Jonas), Ilaria Latini (madre di Jonas), Rossa Caputo (Fiona), Alessio Nissolino (Asher)
Musiche: Marco Beltrami

Trama: In un futuro prossimo la società è diventata pacifica ed estremamente organizzata, a cui è stata rimossa ogni traccia della storia passata. Agli individui sono state tolte ogni tipo di emozione, dolore, amore e paura, mentre ogni nucleo familiare è formato perfettamente da un uomo e una donna con due figli, un maschio e una femmina. Solo una persona, chiamata il “donatore”, ha la capacità di ricordare il passato, da utilizzare in caso di necessità. All’età di dodici anni ad ogni membro della società viene assegnato il lavoro che svolgerà per il resto della vita.
Al giovane Jonas viene affidato il delicato incarico di custodire le Memorie dell’Umanità, che riceverà direttamente dal “Donatore”, provando sulla propria pelle emozioni mai provate. Ma la strada per la conoscenza sarà tortuosa e Jonas stravolgerà le regole quando stringerà un forte legame con il precedente “Donatore”.

Tratto dall’omonimo romanzo di Lois Lowry, primo di una trilogia, ambientato in un futuro distopico, il film è ricco di azione e fa riflettere.


The last song

Titolo originale: The Last Song
Durata: 107’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 30 aprile 2010 (USA 2010)
Regia: Julie Anne Robinson
Cast: Miley Cyrus (Veronica “Ronnie” Miller), Greg Kinnear (Steve Miller), Liam Hemsworth (Will Blakelee), Kelly Preston (Kim), Bobby Coleman (Jonah Miller), Hallock Beals (Scott), Nick Lashaway (Marcus), Carly Chaikin (Blaze), Kate Vernon (Susan Blakelee), Nick Searcy (Tom Blakelee), Melissa Ordway (Ashley), Carrie Malabre (Cassie)
Doppiatori italiani: Virginia Brunetti (Veronica “Ronnie” Miller), Mauro Gravina (Steve Miller), Andrea Mete (Will Blakelee), Antonella Baldini (Kim), Lorenzo De Carolis (Jonah Miller), Luigi Morville (Scott), Marco Bassetti (Marcus), Alessia Amendola (Blaze), Isabella Pasanisi (Susan Blakelee), Enzo Avolio (Tom Blakelee), Lidia Perrone (Ashley)
Musiche: Aaron Zigman

Trama: La diciassettenne Veronica “Ronnie” Miller, insieme al fratellino, è costretta dalla madre Kim a trascorrere un’estate nella casa del padre, su una spiaggia della Carolina del Nord.
Da quando i genitori hanno divorziato, Ronnie si è chiusa in se stessa e non ha più aperto il pianoforte, sprecando un talento che da piccola l’aveva già consacrata fuoriclasse.
La ragazza sulle prime accetta malvolentieri la nuova condizione e sembra intenzionata a farla pagare ad entrambi. Tuttavia l’incontro casuale con Will Blakelee, un bel ragazzo del posto, la distrarrà dai suoi propositi. Presto la storia d’amore con Will assorbirà totalmente l’attenzione di Ronnie, restia ad instaurare un rapporto sereno con il padre, fino a quando Ronnie non scoprirà della malattia terminale del padre. Da quel momento il rapporto padre-figlia inizierà a migliorare eRonnie riscoprirà di avere una passione in comune con lui, quella per la musica. Insieme vivranno, finalmente felici anche se nel dolore, una meravigliosa ultima estate che farà riscoprire loro la gioia di stare insieme, prima del tragico epilogo.

Tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, il film è un dramma sentimentale da vedere almeno una volta, nonostante gli attori non siano particolarmente bravi.
(*)
Vedi anche qui e qui.


Twilight

Titolo originale: Twilight
Durata: 122’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 21 novembre 2008
Regia: Catherine Hardwicke
Cast: Kristen Stewart (Isabella “Bella” Swan), Robert Pattinson (Edward Cullen), Peter Facinelli (Carlisle Cullen), Elizabeth Reaser (Esme Cullen), Ashley Greene (Alice Cullen), Billy Burke (Charlie Swan), Taylor Lautner (Jacob Black), Jackson Rathbone (Jasper Hale), Nikki Reed (Rosalie Hale), Kellan Lutz (Emmett Cullen), Cam Gigandet (James), Edi Gathegi (Laurent), Rachelle Lefevre (Victoria)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Bella Swan), Stefano Crescentini (Edward Cullen), Sandro Acerbo (Carlisle Cullen), Giò Giò Rapattoni (Esme Cullen), Ilaria Latini (Alice Cullen), Christian Iansante (Charlie Swan), David Chevalier (Jacob Black), Davide Albano (Jasper Hale), Laura Lenghi (Rosalie Hale), Marco Vivio (Emmett Cullen), Massimiliano Alto (James), Myriam Catania (Victoria)
Musiche: Carter Burwell

Trama: Bella Swan si trasferisce dalla calda città di Phoenix (Arizona) in cui vive con la madre, alla piccola e piovosa cittadina di Forks (Stato di Washington), per vivere con il padre. Bella, timida e impacciata, rimane incuriosita da un gruppo di fratelli e sorelle di aspetto bellissimo, che (come lei) si tengono un po’ in disparte: i Cullen. Tra Bella e il più giovane e il più affascinante dei fratelli, Edward Cullen, nasce subito una sospettosa amicizia che ben presto si trasforma in un’attrazione travolgente e irresistibile. Ma Bella si trova in mezzo al mondo di cui parlano le antiche leggende degli indiani Quileute, un mondo fatto di licantropi e vampiri, nemici da secoli...
E la vita di Bella, da questo momento è in grave pericolo...

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer, il film rilancia il filone dei vampiri. Ricco di colpi di scena, mescola romanticismo e atmosfere gotiche. Non mancano nemmeno i momenti comici. Tuttavia è solo il primo episodio di una quadrilogia.
Vedi anche qui.


The Twilight Saga: New Moon

Titolo originale: The Twilight Saga: New Moon
Durata: 130’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 18 novembre 2009
Regia: Chris Weitz
Cast: Kristen Stewart (Bella Swan), Robert Pattinson (Edward Cullen), Peter Facinelli (Carlisle Cullen), Elizabeth Reaser (Esme Cullen), Ashley Greene (Alice Cullen), Billy Burke (Charlie Swan), Taylor Lautner (Jacob Black), Jackson Rathbone (Jasper Hale), Nikki Reed (Rosalie Hale), Kellan Lutz (Emmett Cullen), Michael Sheen (Aro), Jamie Campbell Bower (Caius), Christopher Heyerdahl (Marcus), Dakota Fanning (Jane)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Bella Swan), Stefano Crescentini (Edward Cullen), Sandro Acerbo (Carlisle Cullen), Giò Giò Rapattoni (Esme Cullen), Ilaria Latini (Alice Cullen), Christian Iansante (Charlie Swan), David Chevalier (Jacob Black), Davide Albano (Jasper Hale), Laura Lenghi (Rosalie Hale), Marco Vivio (Emmett Cullen)
Musiche: Alexandre Desplat

Trama: Alla festa per il suo diciottesimo compleanno organizzata in casa Cullen, Bella Swan si ferisce accidentalmente con la carta di un pacco regalo, scatenando la reazione violenta e incontrollata di Jasper. Edward protegge Bella evitando il peggio, ma questo ultimo episodio lo porta a decidere di allontanarsi da Forks con la sua famiglia per non mettere più in pericolo la vita della ragazza che ama. Decide quindi di lasciarla facendole credere di non provare più nulla e sparisce con la sua famiglia. Bella passa quattro mesi in depressione per via dell’abbandono ma poi riesce a risollevarsi grazie all’amicizia che stringe con Jacob Black, un amico di infanzia di origine indiana...
Per un equivoco, però, Edward viene portato a credere che Bella si sia tolta la vita e non avendo più ragione di esistere per il dolore che prova, decide di recarsi in Italia per trovare la morte a sua volta per mano dei Volturi, un antico clan di vampiri... Informata da Alice, Bella interverrà a salvare Edward dalla morte, attirando però l’attenzione dei Volturi che da quel momento sapranno della sua esistenza e del rapporto proibito tra il vampiro e l’umana...

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer, il film mescola momenti di azione a momenti più lenti... Da ricordare che è il secondo episodio di una quadrilogia.
Vedi anche qui.


The Twilight Saga: Eclipse

Titolo originale: The Twilight Saga: Eclipse
Durata: 121’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 30 giugno 2010
Regia: David Slade
Cast: Kristen Stewart (Bella Swan), Robert Pattinson (Edward Cullen), Peter Facinelli (Carlisle Cullen), Elizabeth Reaser (Esme Cullen), Ashley Greene (Alice Cullen), Billy Burke (Charlie Swan), Taylor Lautner (Jacob Black), Jackson Rathbone (Jasper Hale), Nikki Reed (Rosalie Hale), Kellan Lutz (Emmett Cullen), Bryce Dallas Howard (Victoria), Xavier Samuel (Riley), Dakota Fanning (Jane)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Bella Swan), Stefano Crescentini (Edward Cullen), Sandro Acerbo (Carlisle Cullen), Giò Giò Rapattoni (Esme Cullen), Ilaria Latini (Alice Cullen), Christian Iansante (Charlie Swan), David Chevalier (Jacob Black), Davide Albano (Jasper Hale), Laura Lenghi (Rosalie Hale), Marco Vivio (Emmett Cullen)
Musiche: Howard Shore

Trama: Bella ed Edward sono tornati a Forks. Ma Bella si trova a dover scegliere tra la sua amicizia con il licantropo Jacob e la sua storia con Edward. Intanto sui giornali appare la notizia di vari efferati delitti compiuti da sconosciuti nella città di Seattle e la vita di Bella è nuovamente in pericolo perché dietro a tutto c’è Victoria, alla ricerca di vendetta per la morte del suo compagno James.
Intanto, Jacob ed Edward si contendono Bella, ma sono costretti a collaborare per tenerla al sicuro da Victoria e il suo esercito di vampiri neonati.
I Cullen, insieme ai lupi Quileute, vincono la battaglia, ma nello scontro Jacob rimane gravemente ferito e Bella si trova lacerata tra l’amore per Edward e l’affetto speciale per Jacob...

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer, questo film risulta molto ricco di azione, di suspence e di colpi di scena, alternati a momenti più romantici... Terzo episodio della quadrilogia.
Vedi anche qui.


The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 1

Titolo originale: The Twilight Saga: Breaking Dawn - Part 1
Durata: 117’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 16 novembre 2011
Regia: Bill Condon
Cast: Kristen Stewart (Bella Swan), Robert Pattinson (Edward Cullen), Peter Facinelli (Carlisle Cullen), Elizabeth Reaser (Esme Cullen), Ashley Greene (Alice Cullen), Billy Burke (Charlie Swan), Taylor Lautner (Jacob Black), Jackson Rathbone (Jasper Hale), Nikki Reed (Rosalie Hale), Kellan Lutz (Emmett Cullen), Sarah Clarke (Renée Dwyer), Michael Sheen (Aro), Maggie Grace (Irina), Casey LaBow (Kate), Lee Pace (Garrett), Christian Camargo (Eleazar), Marlane Barnes (Maggie), Rami Malek (Benjamin), Noel Fisher (Vladimir), Guri Weinberg (Stefan), Judith Shekoni (Zafrina)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Bella Swan), Stefano Crescentini (Edward Cullen), Sandro Acerbo (Carlisle Cullen), Giò Giò Rapattoni (Esme Cullen), Ilaria Latini (Alice Cullen), Christian Iansante (Charlie Swan), David Chevalier (Jacob Black), Davide Albano (Jasper Hale), Laura Lenghi (Rosalie Hale), Marco Vivio (Emmett Cullen), Franca D’Amato (Renée Dwyer), Massimiliano Manfredi (Aro), Letizia Scifoni (Irina), Emanuela Damasio (Kate), Edoardo Stoppacciaro (Eleazar), Chiara Gioncardi (Tanya), Benedetta Ponticelli (Carmen), Antonio Sanna (Billy Black), Domitilla D’Amico (Leah Clearwater)
Musiche: Carter Burwell

Trama: Edward e Bella si sposano e poi partono per la luna di miele in Brasile, ma sono costretti a tornare prima del previsto, poiché Bella è incinta di un bambino che potrebbe ucciderla. Edward cerca in tutti i modi di convincere Bella a rinunciare alla gravidanza, ma lei chiede a Rosalie di proteggerla e di aiutarla a portarla avanti. Quando Jacob viene a sapere che Bella dovrà restare a casa Cullen per un tempo indeterminato, crede che il vero motivo di tale allontanamento sia dovuto alla sua trasformazione in vampiro, ma ben presto scopre la verità. I licantropi, guidati da Sam Uley, faranno di tutto per uccidere il nascituro e la madre, visto che la creatura sconosciuta in procinto di nascere potrebbe diventare un pericolo per la tribù. Jacob si oppone e rivendica la sua posizione di maschio alfa...

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer, questo film risulta molto ricco di romanticismo, di suspence e di colpi di scena... Prima parte dell’ultimo episodio della quadrilogia.
Vedi anche qui.


The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2

Titolo originale: The Twilight Saga: Breaking Dawn - Part 2
Durata: 115’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 14 novembre 2012
Regia: Bill Condon
Cast: Kristen Stewart (Bella Swan), Robert Pattinson (Edward Cullen), Peter Facinelli (Carlisle Cullen), Elizabeth Reaser (Esme Cullen), Ashley Greene (Alice Cullen), Billy Burke (Charlie Swan), Taylor Lautner (Jacob Black), Jackson Rathbone (Jasper Hale), Nikki Reed (Rosalie Hale), Kellan Lutz (Emmett Cullen), Sarah Clarke (Renée Dwyer), Michael Sheen (Aro), Maggie Grace (Irina), Casey LaBow (Kate), Lee Pace (Garrett), Christian Camargo (Eleazar), Marlane Barnes (Maggie), Rami Malek (Benjamin), Noel Fisher (Vladimir), Guri Weinberg (Stefan), Judith Shekoni (Zafrina)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Bella Swan), Stefano Crescentini (Edward Cullen), Sandro Acerbo (Carlisle Cullen), Giò Giò Rapattoni (Esme Cullen), Ilaria Latini (Alice Cullen), Christian Iansante (Charlie Swan), David Chevalier (Jacob Black), Davide Albano (Jasper Hale), Laura Lenghi (Rosalie Hale), Marco Vivio (Emmett Cullen), Franca D’Amato (Renée Dwyer), Massimiliano Manfredi (Aro), Letizia Scifoni (Irina), Emanuela Damasio (Kate), Edoardo Stoppacciaro (Eleazar), Chiara Gioncardi (Tanya), Benedetta Ponticelli (Carmen), Antonio Sanna (Billy Black), Domitilla D’Amico (Leah Clearwater)
Musiche: Carter Burwell

Trama: Bella si risveglia trasformata in vampira e mamma di Renesmee. Bella si rivela in grado di mantenere un ferreo autocontrollo. Viene anche a conoscenza dell’imprinting subito da Jacob nei confronti della bambina. Intanto Renesmee cresce sempre più velocemente tanto da dimostrare quasi un anno d’età a pochi giorni dalla nascita. L’imprinting subìto da Jacob crea una tregua tra i Quileute e i Cullen. Ma la vampira Irina vede Renesmee e, credendola una bambina immortale trasformata con un morso, pratica vietata tra i vampiri, informa i Volturi, che ben presto interverranno per sapere la verità su Renesmee e punire i colpevoli. I Cullen, consapevoli della minaccia che incombe su di loro, cercano un modo per informare i Volturi dell’errore di Irina e decidono di procurarsi una schiera di testimoni e si preparano allo scontro...

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer, questo film risulta molto ricco di romanticismo, di suspence e di colpi di scena... Gran finale della quadrilogia.
Vedi anche qui.


Warm Bodies

Titolo originale: Warm Bodies
Durata: 97’
Genere: Horror, Romantico
Anno di uscita: 7 febbraio 2013
Regia: Bill Condon
Cast: Nicholas Hoult (R), Teresa Palmer (Julie Grigio), Dave Franco (Perry Kelvin), John Malkovich (generale Grigio), Analeigh Tipton (Nora), Rob Corddry (M / Marcus), Cory Hardrict (Kevin)
Doppiatori italiani: Flavio Aquilone (R), Joy Saltarelli (Julie Grigio), Davide Perino (Perry Kelvin), Luca Biagini (generale Grigio), Veronica Puccio (Nora), Massimo De Ambrosis (M / Marcus), Massimo Triggiani (Kevin)
Musiche: Marco Beltrami

Trama: R è uno zombie. Si chiama solo con la prima lettera di quello che era il suo nome perchè non riesce più a ricordarlo, la vita da morto vivente gli ha gradualmente prosciugato la memoria e tolto l’entusiasmo verso qualsiasi cosa che non siano i bisogni primari della sua razza: ciondolare e cibarsi dei cervelli dei pochi umani rimasti. In una razzìa di gruppo ai danni di alcuni ragazzi in cerca di medicine, R incontra July e ha un colpo di fulmine, il primo sentimento che prova nella sua vita da zombie. Peccato che July sia non solo viva, ma anche figlia del generale che guida la resistenza contro i morti viventi...

Tratto dall’omonimo romanzo di Isaac Marion, questo film è una rivisitazione del mondo postapocalittico, con un mix di horror e romanticismo... Molto originale.


Film per adulti

A proposito di Henry

Titolo originale: Regarding Henry
Durata: 103’
Genere: Drammatico
Anno di uscita: (USA 1991)
Regia: Mike Nichols
Cast: Harrison Ford (Henry Turner), Annette Bening (Sarah Turner), Michael Haley (Court Clerk), Rebecca Miller (Linda), Bill Nunn (Bradley)
Doppiatori italiani: Michele Gammino (Henry Turner), Anna Rita Pasanisi (Sarah Turner), Cristina Boraschi (Linda), Francesco Pannofino (Bradley)
Musiche: Hans Zimmer

Trama: Henry Turner, avvocato di successo, una notte è vittima di una rapina con sparatoria, dalla quale uscirà privo di memoria e incapace di affrontare le più semplici attività. Per Henry inizia una nuova vita, in cui dovrà di nuovo imparare tutto, sia a leggere sia a scrivere, ma soprattutto imparerà ad essere una persona migliore, sia nei confronti della moglie e della figlia, sia nei confronti delle persone cui ha fatto del male in passato.

Un film un po’ datato, ricco di buoni sentimenti.
(*)


City of Angels - La città degli angeli

Titolo originale: City of Angels
Durata: 112’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: (USA 1998)
Regia: Brad Silberling
Cast: Nicolas Cage (Seth), Meg Ryan (Dottoressa Maggie Rice), Andre Braugher (Cassiel), Dennis Franz (Nathaniel Messinger), Colm Feore (Jordan Ferris), Robin Bartlett (Anne), Joanna Merlin (Teresa Messinger)
Doppiatori italiani: Francesco Prando (Seth), Claudia Catani (Dottoressa Maggie Rice), Massimo Corvo (Cassiel), Bruno Alessandro (Nathaniel Messinger), Stefano De Sando (Jordan Ferris)
Musiche: Deborah Lurie

Trama: La dottoressa Maggie Rice è una stimata e bravissima cardiologa che lavora in un grande ospedale di Los Angeles. Seth è un angelo immortale vestito di nero che ha il compito di offrire conforto spirituale ai malati e di accompagnare i morenti nel loro ultimo viaggio. Egli è invisibile e solo chi sta per morire può avvertirne la presenza.
Durante un intervento che sembrava di routine e praticamente riuscito, il paziente muore sotto i ferri. In seguito a questo episodio, la dottoressa Rice va incontro a una profonda crisi, che la porta a dubitare di se stessa e delle sue capacità. Seth è al fianco dell’anima dell’uomo che muore durante l’operazione della dottoressa Rice e si innamora di lei.
Seth decide allora di palesarsi agli occhi di Maggie per aiutarla a superare la crisi, conquistandone gradualmente la fiducia e il cuore. Ma in lui cresce il desiderio di provare le stesse sensazioni dei comuni esseri umani e perciò decide di “cadere”, cioè di abbandonare la condizione di creatura ultraterrena e diventare uomo a tutti gli effetti, in carne e ossa... Ma il destino è in agguato...

Un bel film romantico, ispirato al film “Il cielo sopra Berlino” di Wim Wenders, che racconta una storia originale di angeli e uomini prima che scoppiasse il fenomeno degli “urban fantasy” e dei vari filoni di angeli, vampiri, licantropi e stregoni. Da vedere (ma con un paccco di fazzoletti a portata di mano)!!!
(*)
Vedi anche qui.


Come un uragano

Titolo originale: Nights in Rodanthe
Durata: 97’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 19 dicembre 2008 (USA 2008)
Regia: George C. Wolfe
Cast: Richard Gere (Dr. Paul Flanner), Diane Lane (Adrienne Willis), Viola Davis (Jean), Christopher Meloni (Jack Willis), Mae Whitman (Amanda Willis), Charlie Tahan (Danny Willis), Scott Glenn (Robert Torrelson), James Franco (Mark Flanner), Pablo Schreiber (Charlie Torrelson), Becky Ann Baker (Dot), Carolyn McCormick (Jenny), Ted Manson (Gus)
Doppiatori italiani: Luigi La Monica (Dr. Paul Flanner), Roberta Pellini (Adrienne Willis), Laura Romano (Jean), Marco Mete (Jack Willis), Veronica Puccio (Amanda Willis), Emiliano Coltorti (Mark Flanner)
Musiche: Deborah Lurie

Trama: Adrienne Willis è una casalinga madre di due figli, divorziata dal marito Jack da qualche anno dopo il tradimento di quest’ultimo. Quando però il marito implora di poter ritornare, la donna decide di prendersi del tempo per riflettere, recandosi a Rodanthe per un weekend per sostituire la sua amica Jean al bed & breakfast di quest’ultima.
Durante il week-end ci sarà un unico ospite, Paul Flanner, uno stimato chirurgo plastico che, dopo aver visto morire sul tavolo operatorio una paziente, è giunto fin lì per parlare con il marito e con il figlio della donna che gli hanno fatto causa.
Anche Adrienne si apre con lui, raccontandogli dei figli e del difficile periodo passato dopo il tradimento del marito.
Nel frattempo su Rodanthe si sta per abbattere un forte uragano e Adrienne e Paul avranno modo di conoscersi e di scoprire che c’è sempre una seconda possibilità nella vita.
I due si lasciano con la promessa che dopo un anno di separazione passeranno insieme tutta la vita...

Un bel film romantico, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, che racconta di come anche in età più matura e dopo diverse esperienze di vita, possa nascere un grande amore. Da vedere (magari con un paccco di fazzoletti a portata di mano)!!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Dear John

Titolo originale: Dear John
Durata: 105’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 7 maggio 2010 (USA 2010)
Regia: Lasse Hallström
Cast: Channing Tatum (John Tyree), Amanda Seyfried (Savannah Lynn Curtis), Henry Thomas (Tim Wheddon), Richard Jenkins (Mr. Tyree), Scott Porter (Randy), D.J. Cotrona (Noodles), Cullen Moss (Rooster)
Doppiatori italiani: Francesco Pezzulli (John Tyree), Myriam Catania (Savannah Lynn Curtis), Gianfranco Miranda (Tim Wheddon), Carlo Valli (Mr. Tyree)
Musiche: Deborah Lurie

Trama: John Tyree è un ragazzo ribelle, cresciuto senza madre, che vive assieme al padre, con il quale ha un rapporto tormentato. Arruolatosi nelle forze speciali, torna a casa in licenza tre settimane. Savannah Lynn Curtis è una studentessa idealista in vacanza sulle stesse spiagge in cui John si reca a fare surf.
Tra i due ragazzi scatta subito il colpo di fulmine e John e Savannah vivono tre settimane intense trascorrendo ogni istante assieme, fino al giorno in cui John è costretto a ripartire. I due si giurano amore eterno e si danno appuntamento l’anno successivo, mantenendo i contatti attraverso appassionate lettere d’amore.
Dopo un anno John sta per tornare a casa per vivere serenamente la sua storia d’amore con Savannah, ma gli attentati dell’11 settembre 2001 gli faranno cambiare progetto. Decide quindi di riconfermare la ferma per altri due anni, continuando il rapporto epistolare con Savannah. Quest’ultima però risente della lontananza e, spinta dal bisogno di aiutare l’amico Tim e il figlio autistico, decide di lasciare John per sposare Tim. Il titolo del film allude proprio a questo gesto: nella cultura popolare statunitense l’espressione “Dear John” sta a indicare una lettera nella quale una moglie comunica al proprio marito, solitamente un militare, la volontà di divorziare da lui.
Poco tempo dopo aver ricevuto la lettera in cui viene lasciato, John viene ferito in Afghanistan. Dopo tre mesi di ospedale in Germania, essendo ancora innamorato inevitabilmente di Savannah, decide di restare nell’esercito per fare carriera.
Tornerà a casa solo diversi anni dopo per trascorrere insieme al padre in fin di vita gli ultimi giorni. Scoprirà però che tra lui e Savannah il fuoco dell’amore non si è mai spento, nonostante lei sia sposata con Tim...

Un meraviglioso film romantico, ricco di colpi di scena anche drammatici, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, ma che celebra l’amore come un sentimento non soffocante ed autocentrato, ma che dà la forza di andare sempre avanti e di fare del bene a tutti quelli che sono intorno. Da vedere assolutamente!!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Ho cercato il tuo nome

Titolo originale: The Lucky One
Durata: 101’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 25 aprile 2012 (USA 2012)
Regia: Scott Hicks
Cast: Zac Efron (Logan Thibault), Taylor Schilling (Beth Clayton), Blythe Danner (Ellie), Riley Thomas Stewart (Ben Clayton), Jay R. Ferguson (Keith Clayton), Adam LeFevre (Giudice Clayton), Robert Hayes (Victor Miles), Joe Chrest (Deputy Moore), Russell Durham Comegys (Roger Lyle), Sharon Conley (principale Miller), Ann McKenzie (Charlotte Clayton), Kendal Tuttle (Aces), Ritchie Montgomery (proprietario del cottage), Courtney J. Clark (sorella di Logan), Jillian Batherson (Amanda)
Doppiatori italiani: Andrea Mete (Logan Thibault), Selvaggia Quattrini (Beth Clayton), Melina Martello (Ellie), Tito Marteddu (Ben Clayton), Alessio Cigliano (Keith Clayton), Renato Cecchetto (Giudice Clayton)
Musiche: Mark Isham, Hal Lindes

Trama: Logan Thibault è un sergente dei Marines che, di ritorno dalla sua terza missione in Iraq congedato con onore, decide di mettersi alla ricerca dell’unica cosa che crede gli abbia consentito di restare in vita: una foto da lui trovata che ritrae una donna a lui sconosciuta. Si reca ad Hamden, in Louisiana, nel luogo in cui la foto è stata scattata e, dopo avere scoperto che il suo nome è Beth (Elizabeth), pur di starle accanto, finisce col lavorare nel canile gestito dalla nonna di lei, Nana. Nonostante l’iniziale diffidenza di lei, dovuta al fatto che Logan ha raggiunto quella città a piedi dal Colorado con la sola compagnia del suo cane Zeus, fra i due nasce una profonda e meravigliosa storia d’amore. Beth vede in Logan l’uomo perfetto per lei, non soltanto per il suo carattere sincero e per la sua grande capacità di ascoltare ma soprattutto per il modo in cui si relaziona al figlio Ben, un ragazzino molto sveglio e intelligente nato dal prematuro matrimonio di lei con Keith Clayton, vicesceriffo della città, uomo superficiale e arrogante, che non perde occasione per mettere in luce le debolezze del figlio e per minacciare gli uomini con i quali esce Beth.

Il legame indissolubile formatosi tra Elizabeth e Logan sarà più forte di qualunque difficoltà e dimostrerà che anche dopo una brutta esperienza è possibile amare ancora.
(*)
Vedi anche qui e qui.


I passi dell’amore

Titolo originale: A Walk to Remember
Durata: 101’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: (USA 2002)
Regia: Adam Shankman
Cast: Mandy Moore (Jamie Elizabeth Sullivan), Shane West (Landon Rolands Carter), Peter Coyote (Reverendo Hegbert Sullivan), Clayne Crawford (Dean), Al Thompson (Eric Hunter), Daryl Hannah (Cynthia), Lauren German (Belinda)
Doppiatori italiani: Domitilla D’Amico (Jamie Elizabeth Sullivan), Fabio Boccanera (Landon Rolands Carter), Massimo Corvo (Reverendo Hegbert Sullivan), Francesco Pezzulli (Dean), Nanni Baldini (Eric Hunter), Laura Boccanera (Cynthia)
Musiche: Mervyn Warren

Trama: Landon Carter, diciotto anni, è un giovane vivace e irrequieto, uno dei ragazzi più popolari del liceo di Beaufort, North Carolina. Dopo la separazione dei genitori, vive da solo con la madre e ha tenuto con il padre un rapporto burrascoso. Con la sua compagnia di amici, della quale fa parte la sua ex fidanzata, si diletta nel fare scherzi ai coetanei, bere e partecipare a feste movimentate. Dopo una severa punizione inflittagli dal preside della sua scuola, datagli a seguito di uno scherzo fatto ad un ragazzo più piccolo di lui nel quale lo stesso finisce in ospedale, il caso fa sì che si trovi a frequentare Jamie Sullivan, figlia del pastore locale e ragazza spesso bersagliata dalle prese in giro di Landon e dei suoi amici. Jamie è una giovane semplice, di grande fede religiosa, che nel tempo libero fa volontariato, aiuta le persone meno fortunate e ama l’astronomia. I due finiranno presto per innamorarsi ed amarsi, non senza difficoltà, ma Jamie nasconde un terribile segreto, che tuttavia finirà nel far vivere a Landon la più bella storia d’amore che potesse desiderare...

Un meraviglioso film romantico, dai risvolti drammatici, tratto dal romanzo omonimo di Nicholas Sparks. Da vedere assolutamente (magari con un pacchetto di fazzoletti a portata)!!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Io prima di te

Titolo originale: Me Before You
Durata: 110’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 1 settembre 2016 (Regno Unito, USA 2008)
Regia: Thea Sharrock
Cast: Emilia Clarke (Louisa Clark), Sam Claflin (William Traynor), Janet McTeer (Camilla Traynor), Charles Dance (Steven Traynor), Brendan Coyle (Bernard Clark), Jenna Coleman (Katrina Clark), Matthew Lewis (Patrick), Ben Lloyd-Hughes (Rupert Freshwell), Vanessa Kirby (Alicia Dewar), Steve Peacocke (Nathan), Samantha Spiro (Josie Clark), Joanna Lumley (Mary Rawlinson)
Doppiatori italiani: Erica Necci (Louisa Clark), Andrea Mete (William Traynor), Alessandra Cassioli (Camilla Traynor), Stefano De Sando (Steven Traynor), Paolo Marchese (Bernard Clark), Gaia Bolognesi (Katrina Clark), Davide Perino (Patrick), Matteo Liofredi (Rupert Freshwell), Francesca Manicone (Alicia Denwar), Marco Vivio (Nathan), Antonella Rinaldi (Josie Clark), Lorenza Biella (Mary Rawlinson)
Musiche: Craig Armstrong

Trama: Louisa “Lou” Clark vive in una tipica cittadina della campagna inglese con la madre, il padre, la sorella Katrina, il nipotino e il nonno ed è fidanzata da anni con Patrick, un giovane personal trainer. Ha 26 anni e passa da un lavoro all’altro per aiutare la sua famiglia, visto che il padre è disoccupato.
La ragazza è stata appena licenziata dal locale in cui lavorava da anni, il “The Buttered Bun”, perché stava chiudendo per fallimento ed il suo inattaccabile buonumore viene messo a dura prova quando si ritrova ad affrontare una nuova sfida lavorativa. Trova infatti lavoro come assistente di Will Traynor, un giovane e ricco banchiere paralizzato sulla sedia a rotelle per un incidente che ha cambiato radicalmente la sua vita in un attimo.
Durante i 6 mesi di lavoro, Lou dimostrerà a Will che la sua vita può essere ancora degna di essere vissuta, mentre Will spingerà Lou ad “allargare i suoi orizzonti”, tra cui lasciare il suo fidanzato, troppo diverso da lei. Purtroppo, i tentativi di Lou si riveleranno vani: prima di conoscerla, Will si era accordato con un’associazione svizzera per l’eutanasia e, nonostante la felicità che la ragazza gli ha portato nella vita, Will deciderà lo stesso di morire, lasciando a Lou una parte dei suoi beni per permetterle di pagarsi l’accademia di moda, la sua vera aspirazione.

Un film molto bello, che fa piangere e riflettere molto sul senso della vita, la disabilità e l’eutanasia.
(*)
Vedi anche qui.


La memoria del cuore

Titolo originale: The Vow
Durata: 104’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: (USA 2012)
Regia: Michael Sucsy
Cast: Rachel McAdams (Paige Thornton Collins), Channing Tatum (Leo Collins), Jessica Lange (Rita Thornton), Sam Neill (Bill Thornton)
Doppiatori italiani: Federica De Bortoli (Paige Thornton Collins), Alessandro Budroni (Leo Collins), Paila Pavese (Rita Thornton), Luigi La Monica (Bill Thornton)
Musiche: Rachel Portman, Michael Brook

Trama: Il matrimonio tra i due neosposini Leo e Paige sembra perfetto, finché un incidente automobilistico non toglie alla donna la memoria: al risveglio dal coma lei ha cancellato qualsiasi ricordo dell’uomo che dice di amarla e che proclama di essere suo marito. La famiglia di Paige, da cui lei si era allontanata anni prima, approfitta della sua amnesia per tentare un riavvicinamento. Leo, dal canto suo, lotta per salvare il suo matrimonio e riconquistare sua moglie.

Il film racconta la storia dell’amore di un uomo deciso a riconquistare la propria moglie anche dopo che lei lo ha completamente cancellato dalla memoria: tratto da una storia vera.
(*)
Vedi anche qui.


La scelta - The choice

Titolo originale: The Choice
Durata: 111’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: (USA 2016)
Regia: Ross Katz
Cast: Benjamin Walker (Travis Shaw), Teresa Palmer (Gabby Holland), Maggie Grace (Stephanie Parker), Alexandra Daddario (Monica), Tom Wilkinson (Shep), Tom Welling (Ryan McCarthy), Jesse C. Boyd (Matt)
Doppiatori italiani:
Musiche: Marcelo Zarvos

Trama: Travis Parker è un giovane veterinario che cerca relazioni poco impegnative e rifugge gli impegni a lungo termine; Gabby è la sua nuova affascinante vicina. Dopo un primo burrascoso incontro, in cui Gabby accusa il cane di Travis di aver ingravidato la sua cagna, pian piano i due si innamorano e capiscono di non poter fare a meno l’uno dell’altra.
Un giorno, però, la vita di lui subisce una drammatica svolta. Straziato dal dolore e dilaniato dai dubbi, Travis dovrà scegliere il destino di sua moglie.

Il film racconta la storia del colpo di fulmine tra un uomo ed una donna molto diversi tra loro e del miracolo che il loro amore è in grado di compiere.
(*)
Vedi anche qui e qui.


Le pagine della nostra vita

Titolo originale: The Notebook
Durata: 124’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 24 giugno 2005 (USA 2004)
Regia: Nick Cassavetes
Cast: Ryan Gosling (Noah Calhoun), Rachel McAdams (Allie Hamilton da giovane), James Garner (Noah Calhoun da anziano), Gena Rowlands (Allie Hamilton da anziana), James Marsden (Lon Hammond Jr.), Sam Shepard (Frank Calhoun), Joan Allen (Anne Hamilton), David Thornton (John Hamilton), Kevin Connolly (Fin), Heather Wahlquist (Sara Tuffington), Jamie Anne Allman (Martha Shaw), Andrew Schaff (Andrew), Lindy Newton (Heather Lynn), Tim O’Brien (Mr. Tuffington), Meredith O’Brien (Mrs. Tuffington), Matthew Barry (dr. Barnwell)
Doppiatori italiani: Ugo Pagliai (Noah Calhoun), Melina Martello (Allie Hamilton), Chiara Colizzi (Allie Hamilton da giovane), Massimiliano Manfredi (Noah Calhoun da giovane), Riccardo Niseem Onorato (Lon Hammond Jr.), Ennio Coltorti (Frank Calhoun), Cristiana Lionello (Anne Hamilton), Francesco Prando (John Hamilton), Alessandro Quarta (Fin), Francesca Fiorentini (Sara Tuffington), Franca D’Amato (Martha Shaw), Gabriele Lopez (Andrew), Alessandra Chiari (Heather Lynn)
Musiche: Aaron Zigman

Trama: In una casa di riposo, una donna anziana affetta dal morbo di Alzheimer si sente narrare da un altro ricoverato la storia di un amore nato durante una calda estate degli anni Quaranta, nella Carolina del Sud.
Tra i due protagonisti, Allie Hamilton, una bella ragazza proveniente da una famiglia facoltosa di Charleston, colta, amante del pianoforte e della pittura, e Noah Calhoun, un ragazzo povero che fa l’operaio e che vive con il padre in campagna, scoppia un amore travolgente, fatto di momenti appassionanti e avventure folli, ostacolato però dalla famiglia di lei. La vita però li separa, gli anni passano e finalmente si incontrano di nuovo, scoprendo che il loro amore non si è mai spento.
Quando il racconto della storia si interrompe, la donna ha un breve momento di lucidità e ricorda chi è lei e chi sia il vecchio narratore...

Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, racconta la storia di un amore lungo una vita, che non si ferma di fronte a nessun ostacolo, nemmeno la malattia o la morte. Da vedere assolutamente!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Le parole che non ti ho detto

Titolo originale: Message in a Bottle
Durata: 126’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 1999 (USA 1999)
Regia: Louis Mandoki
Cast: Kevin Costner (Garret Blake), Robin Wright (Theresa Osborne), Paul Newman (Dodge Blake), John Savage (Johnny Land), Illeana Douglas (Lina Paul), Robbie Coltrane (Charlie Toschi), Jesse James (Jason Osborne), Bethel Leslie (Marta Land), Tom Aldredge (Hank Land), Raphael Sbarge (Andy), Richard Hamilton (Chet), Susan Brightbill (Catherine Land Blake)
Doppiatori italiani: Michele Gammino (Garret Blake), Pinella Dragani (Theresa Osborne), Cesare Barbetti (Dodge Blake), Antonio Sanna (Johnny Land), Tiziana Avarista (Lina Paul), Angelo Nicotra (Charlie Toschi), Alessio Puccio (Jason Osborne), Alina Moradei (Marta Land), Dante Biagioni (Hank Land), Massimiliano Virgilii (Andy), Mario Milita (Chet), Eleonora De Angelis (Catherine Land Blake)
Musiche: Gabriel Yared

Trama: Garrett Blake, da quando sua moglie è morta, fa vita ritirata riparando e costruendo barche. Theresa Osborne è una ricercatrice del “Chicago Tribune”, divorziata e con un figlio. Un giorno, facendo jogging, trova sulla spiaggia una bottiglia con un messaggio d’amore firmato “G”. La donna resta colpita dal testo e, senza volerlo, fa nascere un caso giornalistico al punto di essere incaricata dell’individuazione del misterioso “G”. Scopre Garrett e i due si innamorano ma qualcosa impedirà il lieto fine...

Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, racconta una storia di amore e destino. Da vedere assolutamente!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Non guardarmi: non ti sento

Titolo originale: See No Evil, Hear No Evil
Durata: 103’
Genere: Azione, Commedia
Anno di uscita: (USA 1989)
Regia: Arthur Hiller
Cast: Richard Pryor (Wallace “Wally” Karue), Gene Wilder (David “Dave” Lyons), Joan Severance (Eve), Kevin Spacey (Kirgo)
Doppiatori italiani: Marco Mete (Wallace “Wally” Karue), Manlio De Angeli (David “Dave” Lyons), Isabella Pasanisi (Eve), Nino Prester (Kirgo)
Musiche: Stewart Copeland

Trama: “Dave” e “Wally” sono gli unici testimoni dell’assassinio di un uomo. Peccato che “Dave” sia sordo e abbia in parte visto l’assassino, mentre “Wally” è cieco e ha udito lo sparo, ma non ha visto niente. Da una parte la bella killer col complice cerca di eliminarli, dall’altra la polizia li crede colpevoli e li insegue; i due devono quindi salvarsi e dimostrare la propria innocenza.

Il film gioca sulla comicità che deriva dall’incontro tra una persona sorda, che comprende solo la lettura le labbra (Gene Wilder) ed una cieca (Richard Pryor). Brillante commedia, piuttosto originale per i tempi.


Non siamo angeli

Titolo originale: We’re No Angels
Durata: 101’
Genere: Commedia, Poliziesco
Anno di uscita: (USA 1989)
Regia: Neil Jordan
Cast: Robert De Niro (Ned), Sean Penn (Jim), Demi Moore (Molly), Hoyt Axton (Padre Levesque), Bruno Kirby (Vice-sceriffo), James Russo (Bobby), John C. Reilly (Giovane monaco)
Doppiatori italiani: Ferruccio Amendola (Ned), Francesco Pannofino (Jim), Isabella Pasanisi (Molly), Renato Mori (Padre Levesque), Alessandro Rossi (Bobby), Marco Mete (Vice-sceriffo), Claudio Fattoretto (Giovane monaco)
Musiche: Jessie Deppen, George Fenton, George Graff

Trama: Tre detenuti evadono da un carcere al confine americano-canadese: Bobby, pluriomicida che deve sfuggire alla sedia elettrica e Jim e Ned, che si ritrovano ad accompagnarlo loro malgrado. Fuori del penitenziario, perdute le tracce di Bobby, Jim e Ned si avviano verso un paesino della frontiera dove vengono scambiati per due sacerdoti: padre Brown e padre Reilly. Da questa situazione nascono una serie di equivoci, mentre i due preti-galeotti cercano con ogni mezzo di superare la frontiera canadese...

Il film, con un cast importante, è una divertente commedia a lieto fine.
Vedi anche qui.


One Day

Titolo originale: One Day
Durata: 108’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 11 novembre 2011 (USA 2011)
Regia: Lone Scherfig
Cast: Anne Hathaway (Emma Morley), Jim Sturgess (Dexter Mayhew), Romola Garai (Sylvie Cope), Rafe Spall (Ian, il fidanzato di Emma), Ken Stott (Steven Mayhew, il padre di Dexter), Patricia Clarkson (Alison Mayhew, la madre di Dexter), Jodie Whittaker (Tilly, un’amica d’università di Emma), Tom Mison (Callum, un amico d’università di Dexter), Jamie Sives (Jamie Hazeel), Toby Regbo (Samuel Cope, fratello di Sylvie), Georgia King (Suki Meadows, la fidanzata di Dexter), Matt Berry (Aaron), Matthew Beard (Murray Cope, fratello di Sylvie), Heida Reed (Ingrid), Amanda Fairbank Hynes (Tara)
Doppiatori italiani: Chiara Gioncardi (Emma Morley), Davide Albano (Dexter Mayhew), Domitilla D’Amico (Sylvie Cope), Edoardo Stoppacciaro (Ian, il fidanzato di Emma), Serena Verdirosi (Alison Mayhew, la madre di Dexter)
Musiche: Rachel Portman

Trama: Dopo una giornata trascorsa assieme il 15 luglio 1988, il giorno della loro laurea, Emma Morley e Dexter Mayhew trascorrono la notte insieme, pur senza arrivare al contatto fisico; il mattino seguente, però, le loro strade si dividono. Nonostante i due ragazzi siano molto diversi tra loro (Emma è una “brava ragazza”, studiosa e ambiziosa, con il sogno di diventare una scrittrice, mentre Dexter, un bel ragazzo ricco e affascinante, è interessato unicamente al divertimento), iniziano un’amicizia destinata a durare tutta la vita.
Nel corso dei successivi vent’anni, le loro vite proseguono su strade diverse, ma il 15 luglio di ogni anno, i due vivranno momenti cruciali del loro rapporto.
Seguiremo Dex ed Em, insieme e separatamente, attraverso la loro amicizia e i loro scontri, speranze e opportunità mancate, risate e lacrime, per molti anni successivi, fino a quando le loro strade non si riuniranno per costruire un futuro insieme...

Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, racconta una storia di amicizia ed amore che resiste nel tempo nonostante la distanza e le vicissitudini della vita. Decisamente da vedere!!
(*)
Vedi anche qui e qui.


Questione di tempo

Titolo originale: About Time
Durata: 123’
Genere: Commedia, Drammatico, Romantico, Fantastico
Anno di uscita: 7 novembre 2013 (Regno Unito 2013)
Regia: Richard Curtis
Cast: Domhnall Gleeson (Tim), Rachel McAdams (Mary), Bill Nighy (padre di Tim), Lydia Wilson (Kit Kat, sorella di Tim), Lee Asquith-Coe (Bin Man), Lindsay Duncan (madre di Tim), Tom Hollander (Harry), Margot Robbie (Charlotte), Will Merrick (Jay), Vanessa Kirby (Joanna), Rowena Diamond (ospite al party), Lisa Eichhorn (Mamma di Mary)
Doppiatori italiani: Francesco Venditti (Tim), Federica De Bortoli (Mary), Gianni Giuliano (padre di Tim), Ludovica Modugno (madre di Tim), Niseem Onorato (Harry), Myriam Catania (Charlotte), Edoardo Stoppacciaro (Jay), Francesca Manicone (Joanna)
Musiche: Nick Laird-Clowes

Trama: La notte seguente al solito capodanno insoddisfacente, il padre di Tim confida al figlio 21enne un segreto di famiglia: tutti gli individui di sesso maschile di stirpe paterna nella sua famiglia hanno sempre avuto la capacità di viaggiare nel tempo, semplicemente chiudendosi in un luogo in cui nessuno può vederli e stringendo con forza i pugni.
Tim decide di utilizzare subito questo “potere” per cercare di trovare una compagna. A un certo punto l’obiettivo diventa Mary, conosciuta in un ristorante al buio. Non tutti i tentativi andranno a buon fine, specialmente i primi, ma quando i giochi sembrano fatti, un errore nel passaggio temporale sembra rimettere tutto in discussione.
Ad un certo punto, Tim si troverà a dover prendere una decisione fondamentale che lo costringerà a sceglier tra due persone a lui molto care.

Il film, che inizialmente sembra una leggera commedia romantica, prende delle svolte impreviste. Mi ricorda un po’ il film “The Butterfly Effect”.
(*)
Vedi anche qui.


Ritorno a Cold Mountain

Titolo originale: Cold Mountain
Durata: 148’
Genere: Guerra, Western, Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 17 gennaio 2014 (USA 2003)
Regia: Anthony Minghella
Cast: Jude Law (W.P. Inman Balis), Nicole Kidman (Ada Monroe), Renée Zellweger (Ruby Thewes), Eileen Atkins (Maddy), Kathy Baker (Sally Swanger), Brendan Gleeson (Stobrod Thewes), Philip Seymour Hoffman (reverendo Veasey), James Gammon (Esco Swanger), Natalie Portman (Sara), Giovanni Ribisi (Junior), Ray Winstone (capitano Teague), Charlie Hunnam (tenente Bosie), Jack White (Georgia), Donald Sutherland (reverendo Monroe), Emily Deschanel (Mrs. Morgan), Jena Malone (ragazza del traghetto), Lucas Black (Oakley), Melora Walters (Lila), Tom Aldredge (cieco), Ethan Suplee (Pangle), James Rebhorn (dottore), Richard Brake (Nym), Cillian Murphy (Bardolph), Jay Tavare (Swimmer)
Doppiatori italiani:
Edizione originale: Riccardo Niseem Onorato (W.P. Inman Balis), Chiara Colizzi (Ada Monroe), Giuppy Izzo (Ruby Thewes), Melina Martello (Sally Swanger), Ugo Maria Morosi (Stobrod Thewes), Pasquale Anselmo (reverendo Veasey), Franco Zucca (Esco Swanger), Valentina Mari (Sara), Gabriele Parrillo (Junior), Massimo Corvo (capitano Teague), Loris Loddi (tenente Bosie), Massimiliano Alto (Georgia), Omero Antonutti (reverendo Monroe), Myriam Catania (ragazza del traghetto), Luigi Morville (Oakley), Giorgio Lopez (cieco)
Ridoppiaggio (2016 - Netflix): Chiara Colizzi (Ada Monroe), Ugo Maria Morosi (Stobrod Thewes), Teo Bellia (reverendo Veasey), Franco Zucca (Esco Swanger), Valentina Mari (Sara), Pietro Biondi (reverendo Monroe)
Musiche: Gabriel Yared

Trama: Durante la Guerra di Secessione, il giovane falegname Inman viene ferito nella battaglia di Petersburg. Non appena ripresosi, decide di disertare per raggiungere l’amata Ada, l’attraente, adorabile e colta figlia del reverendo Monroe, che sta difendendo con le unghie e con i denti la sua fattoria dopo la morte del padre. A sostenerla, una cowgirl di nome Ruby. Tra il viaggio dell’uno e la lotta per la sopravvivenza dell’altra, si dipana la storia di due innamorati che quasi non si conoscono, fino alla riunione finale.

Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Charles Frazier, fa sospirare dal primo momento in cui i due protagonisti si incontrano, fino alla fine.
(*)
Vedi anche qui.


Safe Haven – Vicino a te non ho paura

Titolo originale: Safe Haven
Durata: 115’
Genere: Drammatico, Thriller, Romantico
Anno di uscita: 17 gennaio 2014 (USA 2013)
Regia: Lasse Hallström
Cast: Julianne Hough (Katie), Josh Duhamel (Alex), David Lyons (Kevin Tierney), Cobie Smulders (Jo), Cullen Moss (agente Bass), Mike Pniewski (Ten. Robinson)
Doppiatori italiani: Eva Padoan (Katie), Francesco Pezzulli (Alex), Francesca Manicone (Jo), Stefano Benassi (Kevin Tierney)
Musiche: Deborah Lurie

Trama: Katie, per fuggire dal suo passato, si rifugia nella piccola cittadina di Southport nel North Carolina. L’arrivo improvviso di questa donna misteriosa, molto schiva e diffidente, incuriosisce Alex, proprietario di un negozio e vedovo con due figli piccoli. Bella ma schiva, Katie sembra determinata a evitare di integrarsi con la piccola cittadina e di formare legami personali. La vicina di casa (Jo) riesce però ad avvicinarla e le due diventano amiche. Ma il segreto che lei continua a nascondere la seguirà fino a Southport: la verità viene a galla e Alex scopre il segreto di Katie, costringendola a confessare tutto. Katie non riesce ad uscire da sola dai guai in cui si trova, ma ad aiutarla saranno proprio Alex e Jo.

Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, tiene incollati allo schermo.
(*)
Vedi anche qui e qui.


The Best of Me - Il meglio di me

Titolo originale: The Best of Me
Durata: 118’
Genere: Drammatico, Romantico
Anno di uscita: 19 aprile 2016 (USA 2014)
Regia: Michael Hoffman
Cast: Michelle Monaghan (Amanda Collier), James Marsden (Dawson Cole), Luke Bracey (Dawson Cole da giovane), Liana Liberato (Amanda Collier da giovane), Gerald McRaney (Tuck Hostetler), Sean Bridgers (Tommy Cole), Jon Tenney (Harvey Collier), Sebastian Arcelus (Frank Reynolds), Ian Nelson (Jared Reynolds), Caroline Goodall (Evelyn), Hunter Burke (Abee Cole), Rob Mello (Ted Cole), Robby Rasmussen (Bobby Cole)
Doppiatori italiani: Francesco Bulckaen (Dawson), Barbara De Bortoli (Amanda), Gabriele Lopez (Dawson giovane), Elena Liberati (Amanda giovane), Luca Ward (Harvey Collier), Alessandro Quarta (Tommy Cole), David Chevalier (Frank Reynolds), Flavio Aquilone (Bobby Cole/Aaron Cole)
Musiche: Matthew Armstrong

Trama: I due protagonisti Amanda e Dawson hanno avuto una relazione importante ai tempi del liceo: nonostante appartenessero a due mondi opposti, il loro amore sembrava tanto grande da sfidare le regole della vita di Oriental, la cittadina della Carolina del Nord dove erano cresciuti. Ma alla fine di quell’ultima estate, imprevedibile e fulminea come un temporale d’agosto, le loro strade si erano bruscamente divise.
Quando, ventuno anni dopo, si incontrano nuovamente nella loro città natale per il funerale di Tuck, il vecchio amico che un tempo aveva dato rifugio alla loro giovane passione, dovranno valutare cosa fare: nessuno dei due ha avuto la vita che sperava, e nessuno dei due ha dimenticato il primo sconvolgente amore che li aveva cambiati per sempre.
Costretti ad affrontare ricordi dolorosi, Amanda e Dawson verranno a conoscere i veri motivi delle scelte fatte nel passato, ma la vita ha sempre in serbo delle sorprese impreviste...

Tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, il film è una storia d’amore che dura da sempre e che cambia le vite di tutti quelli che vivono intorno.
(*)
Vedi anche qui e qui.


The Butterfly Effect

Titolo originale: The Butterfly Effect
Durata: 113’
Genere: Fantascienza, Thriller
Anno di uscita: (USA 2004)
Regia: Ashton Kutcher (Evan Treborn), Amy Smart (Kayleigh Miller), Melora Walters (Andrea Treborn), Elden Henson (Lenny Kagan), William Lee Scott (Tommy Miller), Eric Stoltz (George Miller), Ethan Suplee (Tumper), Callum Keith Rennie (Jason Treborn), John Patrick Amedori (Evan a 13 anni), Logan Lerman (Evan a 7 anni), Irene Gorovaia (Kayleigh a 13 anni), Sarah Widdows (Kayleigh a 7 anni), Jesse James (Tommy a 13 anni), Cameron Bright (Tommy a 7 anni), Kevin Schmidt (Lenny a 13 anni), Jake Kaese (Lenny a 7 anni)
Doppiatori italiani: Davide Chevalier (Evan Treborn), Pinella Dragani (Andrea Treborn), Alessia Amendola (Kayleigh Miller), Simone Crisari (Lenny Kagan), Marco Vivio (Tommy Miller), Simone Mori (George Miller), Gabriele Patriarca (Evan a 13 anni), Jacopo Bonanni (Evan a 7 anni), Veronica Puccio (Kayleigh a 13 anni)
Musiche: Michael Suby

Trama: Evan si sta per laureare, è in gamba, e sembra aver superato le amnesie che ha sin da bambino e che già avevano costretto suo padre in manicomio: tutti i momenti traumatici della sua vita sono avvolti dal buio, e lui non ne ha memoria se non nei diari che il suo analista gli fa scrivere dall’età di 9 anni e che ancora conserva. Evan rilegge i diari e accade l’assurdo: viene catapultato indietro nel passato, che presto scopre di poter influenzare. C’è un problema, però: cambiare anche il minimo dettaglio sconvolge tutto il suo vissuto, e il destino di Evan e dei suoi amici, al risveglio, è completamente cambiato.

Il film, quando è uscito, era assolutamente originale. La storia è un continuo susseguirsi di colpi di scena dovuti ai salti nel passato del protagonista, che creano diverse conseguenze nel futuro di tutti quelli che lo circondano. Triste il finale.
(*)
Vedi anche qui.


Note: Classificazione personale in base al livello di drammaticità (ovvero quanto fa piangere il film!!)

ATTENZIONE: POSSIBILI SPOILER!

= Un po’ triste o commovente, ma finisce per il meglio!
= Il film è toccante ma finisce bene.
= Bel film, anche se triste o con finale amaro...
= Da piangere, anche se poi ci si riprende nel finale!
= Triste, da piangere sul serio
= Da morire dal piangere, ma alla fine di tutto il dramma c’è almeno una piccola nota positiva o un piccolo risvolto positivo che lascia uno spiraglio di speranza...
= Da morire dal piangere!!! Si resta con l’amaro in bocca.


Ultimo aggiornamento
della pagina:

Sei il visitatore n.