Urban fantasy 1

Da qualche anno a questa parte ammetto di essermi fatta contagiare dalla moda del momento e mi sono avvicinata (quasi per caso) al genere “Urban Fantasy”, che non avevo nemmeno mai sentito prima.

Tutto è iniziato la sera prima del mio matrimonio, quando a tavola con amici e parenti mi è capitato di sentir parlare di un libro in uscita, ultimo capitolo di una grande e famosa saga… Lì per lì non ci ho fatto nemmeno tanto caso, presa da ben altri pensieri…

twilightDopo alcuni mesi, una sera sono riuscita a trascinare il mio ormai marito al cinema a vedere un film che locandine, trailer e siti di cinema definivano “Horror, fantastico”: mi aspettavo un film con avventure di vampiri, ma ho scoperto una avvincente storia d’amore alla “Romeo e Giulietta”: “Twilight”!

Da quel momento ho scoperto che era tratto da un librotwilight_saga, che poi era solo il primo di una quadrilogia e quindi sono corsa a leggere tutta la saga, divorando ogni volume in circa 48 ore (escluse le ore di lavoro, ma incluse buona parte di quelle notturne!).

Da lì ho iniziato a seguire i film che, appuntamento fisso, uscivano al cinema ogni anno a novembre:

il secondo (“New Moon”)newmoon, uscito nel novembre 2009, sono riuscita a vederlo al cinema sempre con mio marito e pancione del primo figlio al seguito e devo dire che mi è piaciuto un po’ meno del primo (come del resto il libro: mentre gli altri li ho riletti più di una volta, questo “capitolo” non sono proprio riuscita a mandarlo giù!);

il terzo episodio (“Eclipse”),eclipse uscito straordinariamente a giugno dell’anno seguente, sono fuggita a vederlo da sola approfittando del marito che scarrozzava il neonato per il centro commerciale tra una poppata e l’altra (giusto per quelle due orette della durata del film!) ed è stato appassionante e piuttosto intrigante, ricco di azione e colpi di scena;

il quarto episodio della saga (“Breaking Dawn: Parte 1”)breakingdawn1, atteso lungamente fino a novembre (quindi per circa un anno e mezzo) l’ho visto con delle colleghe mentre mio marito metteva a letto il pargolo ormai svezzato, ma, poiché è la prima metà del libro, lascia con il fiato sospeso fino all’episodio successivo;

il quinto e ultimo capitolo (“Breaking Dawn: Parte 2”), breakingdawn2ovvero il gran finale della saga, sono andata a vederlo da sola con il mio pancione mentre marito e figlio facevano la spesa al centro commerciale e finalmente la storia è arrivata alla sua epica conclusione, tra intrighi, grandi battaglie e azione, tra cui non sono mancati i momenti romantici tra i due protagonisti!

Insomma, da qui è iniziata la mia passione per il genere e ora (quando ho qualche momento di calma) divoro libri uno dopo l’altro e vado a caccia di films da noleggiare e vedere la sera sul pc portatile mentre i bambini dormono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*