Storie alla “Romeo e Giulietta”

Vista l’atmosfera romantica di S. Valentino, in questi giorni ho deciso di farmi una “full-immersion” di film e telefilm in stile “Romeo e Giulietta”. Come avevo già raccontato tempo fa, la storia dei due sfortunati amanti scritta da Shakespeare, mi affascina dai tempi dell’adolescenza.

Per un paio di anni ho aspettato che uscisse il “Romeo & Juliet” di Carlo Carlei del 2013 anche in italiano e finalmente sono riuscita a vederlo!!! Peraltro, è uscito il 12 febbraio 2015, giusto per S. Valentino… Anche questa volta – come, devo ammettere, anche nei film degli ultimi anni – i due attori Hailee Steinfeld (interprete de “Il Grinta”) e Douglas Booth (conosciuto per i film “LOL – Pazza del mio migliore amico” e “From Time to Time” e la miniserie “I pilastri della Terra”) sembrano davvero due ragazzini (al contrario dei Romeo e Giulietta del passato, che dimostravano almeno 10 anni di più di quelli previsti da Shakespeare!). Purtroppo, mentre Douglas Booth mi piace abbastanza, trovo Hailee Steinfeld un po’ troppo “patatosa” (passatemi il termine) per essere una Giulietta accettabile… D’accordo che l’amore è cieco e in adolescenza qualsiasi rospo può passare per un principe azzurro, ma stavolta non c’è storia e l’attrice fa rimpiangere amaramente sia Claire Danes che la più datata Olivia Hussey! 🙁

Restando fedeli a Shakespeare, ho trovato la versione teatrale inglese di “Romeo & Giulietta” recitata da Orlando Bloom (l’elfo Legolas della saga de “Il signore degli anelli”, nonché William Turner dei primi 3 film de “I pirati dei Caraibi”).

Poi ho visto il musical “Romeo & Giulietta, ama e cambia il mondo”, creato nel 2001 da Gérard Presgurvic e andato in onda per la Rai dall’Arena di Verona nel 2013.

Ho visto anche la miniserie televisiva in due puntate “Romeo & Giulietta”, diretta da Riccardo Donna, con protagonisti l’attrice italiana Alessandra Mastronardi (nota per il ruolo di Eva nella serie televisiva “I Cesaroni”) e l’attore spagnolo Martiño Rivas. La storia è stata trasferita da Verona a Trento e, a parte qualche lieve modifica, grossomodo rispecchia la storia originale.

Da non dimenticare, poi, il film “Shakespeare in Love” del 1998, diretto da John Madden, con Joseph Fiennes (noto per i film “Io ballo da sola”, “Elizabeth”, “Il nemico alle porte”, “Killing Me Softly – Uccidimi dolcemente”, “Luther – Genio, ribelle, liberatore”, “Il mercante di Venezia”, “Hercules: il guerriero” e le serie tv “Flash-Forward” e “The Handmaid’s Tale”) e Gwineth Paltrow (famosa per moltissimi film, quali “Seven”, “Sliding Doors”, “Il talento di Mr. Ripley”, “Amore a prima svista”, “Possession – Una storia romantica”, “Amore e altri disastri”, “The Avengers”, “Spider-Man: Homecoming” e la saga di “Iron Man”), che racconta l’amore dello scrittore William Shakespeare (1564-1616) per una nobildonna, Lady Viola, durante la stesura della tragedia “Romeo e Giulietta”. I due s’innamorano durante la stesura dell’opera, che sarà poi un trionfo, coronato dalle lodi della regina Elisabetta I. Nel film ci sono moltissimi chiari riferimenti all’opera del poeta e drammaturgo inglese, nonostante l’intera vicenda sia completamente frutto di invenzione.

A partire dalla storia originale shakespeariana, ho scoperto una serie televisiva statunitense ideata da Heather Mitchell (inedita in Italia), “Still Star-Crossed”, andata in onda dal 29 maggio al 29 luglio 2017 e poi cancellata dopo soli 7 episodi trasmessi. La serie racconta in modo molto concentrato la vicenda dei due sfortunati amanti di Verona, Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti, per poi proseguire con la narrazione degli eventi dopo la loro morte. I protagonisti delle due casate rivali dovranno muoversi tra intrighi di potere e congiure di palazzo, tra una rete di amori contrastati e proibiti e alleanze e amicizie inaspettate.

Per restare in tema di amori contrastati, pur allontanandoci dai personaggi shakespeariani, ho rivisto la serie tv “Star Crossed”. I protagonisti, una sorta di “Romeo e Giulietta” modernissimi, sono l’adolescente umana Emery Whitehill (interpretata da Aimee Teegarden, conosciuta anche per “Prom” e “Love and Honor”) e il coetaneo atriano Roman (interpretato da Matt Lanter, noto per il film “Mordimi – Vampires Suck” e le serie tv “90210” e “Timeless”), un alieno caduto sulla Terra con lo schianto dell’astronave che portava lui e la sua gente alla ricerca di un pianeta disabitato da colonizzare. La storia è davvero intrigante, ben congegnata e ricca di spunti e di colpi di scena. Ogni episodio prende il titolo da una frase tratta dall’opera di Shakespeare. I personaggi sono molto ben delineati e il mondo degli alieni atriani è ben pensato. Purtroppo, il pubblico americano non sembra averla apprezzata come meritava e perciò la serie è stata cancellata dopo la prima stagione, dopo soli 13 episodi, ed è rimasta un po’ tronca. Lascia però spunto per l’immaginazione. In inglese vi sono varie FanFiction che partono dalle vicende narrate nella serie.

Sempre in tema di amore impossibile e contrastato, non posso non citare il film che è uscito il 7 febbraio 2013, diretto e scritto da Jonathan Levine e basato sull’omonimo romanzo di Isaac Marion: “Warm Bodies”. Il film è interpretato da Nicholas Hoult (la Bestia nei capitoli della serie di “X-Men”) e Teresa Palmer (l’aliena Numero Sei in “Sono il numero quattro” e la protagonista di “La scelta – The Choice”, tratto dal romanzo di Nicholas Sparks) ed è concentrato sullo sviluppo della relazione tra Julie, una giovane donna, e R., uno zombie. Sono presenti numerosi riferimenti alla tragedia shakespeariana oltre che per i nomi dei protagonisti, anche per il loro amore contrastato dal padre della ragazza e la scena del balcone.

E per concludere con un altro amore contrastato tra due giovani, ho rivisto il film “Un amore senza fine” (Endless Love), con Alex Pettyfer (la bestia di “Beastly” e l’alieno protagonista di “Sono il numero quattro”) e Gabriella Wilde, uscito in America (non a caso) il 14 febbraio 2014. La storia d’amore tormentata tra Jade e David, che si sviluppa durante l’estate dopo il diploma è ispirata all’omonimo romanzo di Scott Spencer. I due sono completamente diversi sia per carattere che per estrazione sociale che per i loro modi di pensare al proprio futuro, ma l’amore tra di loro è così forte da superare qualsiasi ostacolo… Ho letto anche il libro e personalmente preferisco di gran lunga il film, ma è un mio parere personale.

E con questi amori alla “Romeo e Giulietta” concludo la mia serata di San Valentino…

Avanzamento dei lavori di febbraio

Ecco gli avanzamenti dei miei numerosi lavori di questo secondo mese del 2017:

  • ho fatto dei passi da gigante nel lavoro a maglia dei leggins multicolor a coste da bambina per la mia Patata, seguendo il modello Nellie della “Drops Design” e attualmente sto lavorando a entrambe le gambe (che sono circa a metà);
  • ho iniziato e terminato la fascia per i capelli abbinata ai leggins per la Patata, seguendo il modello Posie sempre della “Drops Design”, con 3 fiori fatti anch’essi a maglia (anziché all’uncinetto) applicati sopra; Continua a leggere

Dolce di S. Valentino

Oggi, per festeggiare S. Valentino, ho preparato una torta da mangiare stasera con tutta la famiglia. Ho seguito la ricetta del “Dolce di Natale facile facile”, dal libro “Torte e dolcetti. Per le feste dei bambini, per divertirsi con loro in cucina”, che avevo preso in prestito a dicembre e di cui avevo provato una variante al cioccolato il mese scorso.

Una volta cotta la torta, l’ho decorata con la panna montata bianca e rosa (colorata con il colorante alimentare rosso) con dei cuori.

Il risultato è simpatico… spero che la torta alla frutta secca piaccia a tutta la famiglia! 🙂

❤ ❤ Auguri di Buon San Valentino!!! ❤ ❤

Con questo post partecipo al:

Barattolino di S. Valentino

Per S. Valentino ho deciso di creare un barattolino per il mio craft-corner… per definire “elegantemente” la mia scrivania da lavoro, che al momento si trova nella “stanza-hobby”, ma che tra qualche tempo dovrà sparire per far posto alla cameretta della Patata.
Nel tentativo (per ora alquanto blando) di riordinare la scrivania, sto raccogliendo tutto il mio materiale in scatole, scatoline, barattolini e altri contenitori vari (prevalentemente di riciclo).
Ho quindi abbellito questo barattolino riciclato dagli omogeneizzati dei miei figli con il silicone e vi ho attaccato sopra perline e tanti piccoli glitter a forma di cuoricino… Una volta asciutto il silicone, ho attaccato con la colla a caldo un nastrino di raso rosso intorno al tappo e poi vi ho aggiunto un fiocchetto (sempre realizzato con il nastrino di raso rosso).
Il tutto fa parte di un progetto più in grande, che posterò a fine mese, ma per ora questo barattolino “cuoricioso”, “ricicloso” e goloso ne è un’anteprima che mi sono auto-dedicata! 😛

Ringrazio gli autori del blog “Favole di Legno”, cui mi sono ispirata ampiamente, benché le loro opere siano a un livello decisamente superiore rispetto alle mie modeste creazioni… 🙁

Con questo post partecipo al:

al:

e al:

Fascia per capelli con ❤

Al contrario dei fratelli, che sono rimasti quasi pelati per il primo anno e a cui sono iniziati a crescere piano piano i capelli dopo il secondo anno, alla mia Patata non ancora 2enne stanno crescendo i capelli a vista d’occhio… Al momento ha i capelli della frangia di quella media lunghezza che non permette di legarli dietro ma non possono nemmeno restare così perché le vanno sugli occhi… e se glieli tagliamo poi sarà peggio!
Quindi, io che non vedevo l’ora di potermi sbizzarrire a creare delle cosine carine da femminuccia 😛 non ho aspettato altro tempo… Visto che S. Valentino è alle porte, le ho creato una fascia da capelli “a tema”, con i cuori!!!

Ho preso un nastro di gros-grain rosso bordeaux che avevo, l’ho tagliato di misura inferiore di qualche centimetro rispetto alla sua circonferenza cranica e ne ho fissato le estremità con una cucitura a zig-zag, inserendo un pezzetto di elastico in modo da tenerlo teso intorno alla testa. Poi ho ripiegato nuovamente e fissato con una cucitura dritta. Infine, un po’ spostati da un lato rispetto al centro, ho cucito uno sopra l’altro due cuori di feltro di dimensioni diverse (delle sagome che avevo comprato anni fa per beneficienza e non avevo ancora utilizzato), con qualche punto invisibile.

Ora la mia Patata è davvero… un amore!!! ❤ ❤

Con questo post partecipo al:

e al:

Buoni propositi per il 2017

Ecco qui il mio resoconto dei lavori che ho fatto (e concluso) nel 2016:

  • hbavaglino_cupcakes_mar16o ricamato la bavetta con i cupcakes per mia figlia e per l’ultimogenito;carnevale_16a
  • ho creato anche quest’anno i costumi di Carnevale per i bambini (una  tunica da antico romano per il Nano e la mantellina da Cappuccetto Rosso per la Patata);

Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di febbraio

E con l’arrivo di marzo, è volato via un altro mese. A metà febbraio sono tornata a casa dal lavoro (di nuovo) per maternità (la 4a), e, nonostante i figli malati a casa e poi varie commissioni da sbrigare, sono riuscita a portarmi avanti con alcuni ricami:

  • ho finalmente finito la bavetta con i cupcakes per mia figlia (e, a questo punto, anche per il prossimo nuovo arrivo!) 🙂 ;
  • ho portato avanti (anche se di poco) la mia nuova grande opera, ovvero il quadro di “Roma” di Thea Gouverneur;asciugamani_macchinine_feb15
  • ho ripreso in mano un asciugamanino con le macchinine che avevo iniziato per la scuola materna di mio figlio maggiore (che ormai a settembre va alla scuola primaria!).

Continua a leggere

Torta pseudo-“foresta nera” per S. Valentino

Per S. Valentino, quest’anno, ho fatto una torta pseudo-“Foresta nera”… Gli ingredienti? pseudo-foresta_neraTre strati di Pan di Spagna bagnato con Alchermes e sciroppo di amarene, farciti con crema al cioccolato e ciliegie candite. Sopra, crema al cioccolato e amarene candite. Ottima!! Anche il Terremoto, reduce da una settimana di febbre alta e herpes sulla bocca che gli ha fatto passare del tutto l’appetito (ha digiunato per 3-4 giorni), l’ha spazzolata in un batter d’occhio… e ne voleva “coa” (=ancora)!!! 🙂

Con questo post partecipo alla raccolta di “Kreattiva”:

“Torta Febbraio” (con rosa e smarties)

Oggi, per tenere occupato il Nano (anche se poi si è aggiunto anche il Terremoto, ed è toccato tenere a bada anche lui), abbiamo fatto una torta che ho battezzato “Torta Febbraio”. Infatti, nella decorazione abbiamo messo una rosa con le foglioline (in tema S. Valentino) e l’abbiamo cosparsa di smarties, come se fossero coriandoli (in tema Carnevale)!!!

Continua a leggere

Cassata di San Valentino

Ed ecco la cassata che ho preparato per la festa degli innamorati, a completare il menù…

cassata_sanvalentinoLa preparazione dell’interno non ha richiesto molto tempo: il lavoro più complicato è stata la decorazione… Per la ricetta della cassata, ho riadattato quella del blog di “Misya.info”, mentre la decorazione l’ho creata io con la pasta di zucchero bianca e rossa (già colorata, perché il rosso era più vivo!)… Inoltre al supermercato c’era una grande offerta di tutti i prodotti “Decorì” al 30% in meno del solito.

Sono molto fiera del risultato ottenuto: una delizia per gli occhi, ed era anche buona!!! Soprattutto perché mi sono tenuta un po’ indietro con lo zucchero a velo dell’interno, visto che la pasta di zucchero è di per sé molto dolce…

🙂

My Little Inspirations