#paroleconcatenate n.19

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua diciannovesima puntata.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Buco
Foro
Romano
Impero

In italiano, “foro” è un sinonimo (in linguaggio meno popolare) di “buco”, più usato per indicare un buco fatto ad arte, o che abbia una certa ampiezza e regolarità di contorni.
Il “Foro Romano” (in latino Forum Romanum) è un’area archeologica di Roma situata tra i colli Palatino e Campidoglio, Via dei Fori Imperiali e il Colosseo, costituita dalla stratificazione dei ruderi di edifici e monumenti di epoche eterogenee che rappresentarono il centro politico, giuridico, religioso ed economico della città di Roma antica.
L’“Impero Romano” è lo Stato fondato dagli antichi Romani, consolidatosi nell’area euro-mediterranea tra il I secolo a.C. e il V secolo d.C.
Perciò, grazie a tutti i partecipanti (che stavolta hanno quasi tutti indovinato) e complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ecco la catena di oggi:

Sarta
M
C
Rubik

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.18

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua diciottesima puntata.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Armi
Mestiere
Ferri
Corti

Il mestiere delle armi è quello di chi, specialmente all’epoca delle milizie mercenarie, si guadagnava da vivere facendo il soldato. “Il mestiere delle armi” è anche un film del 2001 diretto da Ermanno Olmi, il cui protagonista è il condottiero Giovanni delle Bande Nere, pseudonimo di Ludovico di Giovanni De’ Medici, un soldato di ventura italiano al servizio dello Stato Pontificio durante le guerre d’Italia nella prima metà del XVI secolo.
I ferri del mestiere sono gli strumenti propri di una determinata attività, ovvero gli utensili/attrezzi/arnesi necessari all’esercizio di un determinato mestiere. In senso lato, le competenze e l’esperienza utili a svolgerlo.
“Essere ai ferri corti” o “venire ai ferri corti”, in senso figurato, si riferisce a un contrasto che s’inasprisce fino ad arrivare a uno scontro serio. Il modo di dire ha origine nell’epoca antica, quando a un certo punto di un combattimento, si cominciava a lottare con pugnali e simili abbandonando le spade, cioè i “ferri lunghi”.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato e grazie a tutti i partecipanti!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ecco la catena di oggi:

Buco
F
R
Impero

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.17

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua diciassettesima puntata e all’inizio del suo 5° mese di vita.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Uva
Vino
Porto
Sicuro

L’uva, il frutto della vite, a seconda delle sue caratteristiche di gusto, acidità e gradazione di zucchero, si distingue in: “uva da tavola” (in generale dolce e ricca di zuccheri naturali, dalla polpa molto compatta e dalla buccia sottile, caratteristiche che la rendono adatta ad essere raccolta e mangiata) e “uva da vino” (caratterizzata da una maggiore acidità, una polpa succosa ma meno soda).
Il “Porto”, o “vino di Porto”, è un vino liquoroso portoghese prodotto esclusivamente da uve provenienti dalla regione del Douro, nel nord del Portogallo, sita a circa 100 chilometri a est della città di Oporto.
Un “porto sicuro”, così come viene definito dalle “Linee guida sul trattamento delle persone soccorse in mare” dell’IMO (International Maritime Organization), è una località dove le operazioni di soccorso si considerano concluse, dove la sicurezza dei sopravvissuti o la loro vita non è più minacciata, le necessità umane primarie (come cibo, alloggio e cure mediche) possono essere soddisfatte e dal quale può essere organizzato il trasporto dei sopravvissuti alla loro prossima destinazione (o a quella finale).

Perciò, complimenti a tutti i partecipanti che hanno indovinato e, in primis, a Fiore del blog “Casalinga per caso” che ha dato la risposta corretta per prima!!

Come sempre, le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi:

Armi
M
F
Corti

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.16

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua sedicesima puntata e alla fine del suo 4° mese di vita.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Nebbia
Banchi
Scuola
Guida

La nebbia è costituita da goccioline di acqua liquida o cristalli di ghiaccio sospesi in aria, che può presentarsi fitta in modo uniforme oppure a tratti sotto forma di “banchi di nebbia”. Nelle previsioni del tempo capita di sentir dire “nebbia a banchi”.
I “banchi di scuola” sono i tavolini da cui praticamente tutti siamo passati per imparare a leggere e scrivere! 🙂
La “scuola guida” è il corso (da cui prende nome anche il luogo in cui esso si tiene) che serve a dare a chi vi si iscrive una base teorica e pratica sulla guida dei veicoli.
Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato entrambe le parole e anche a Sara D.B. e robbyroby che ci si sono avvicinate di molto. Inoltre, grazie a tutti i partecipanti!

Le regole le trovate qui, mentre qui vi sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ecco la catena di oggi:

Uva
V
P
Sicuro

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.15

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua quindicesima puntata.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Colomba
Pace
Guerra
Fredda

La colomba è simbolo di pace fin dai tempi dell’arca di Noè. Pablo Picasso ha il merito di aver reso popolare la colomba come messaggera di pace dal 1949 in poi: negli anni egli ha continuato ad utilizzarla nelle sue numerose e famose opere più e più volte.
La “pace” è l’opposto della “guerra”. “Guerra e pace”, inoltre, è il titolo della famosissima opera dello scrittore russo Lev Tolstoj ambientata durante la napoleonica “campagna di Russia”, da cui sono stati tratti anche diversi sceneggiati, film e serie-tv.
Infine, la “Guerra fredda” è il nome con cui si indica la contrapposizione politica, ideologica e militare che venne a crearsi tra gli Stati Uniti d’America e l’Unione Sovietica, le due potenze principali emerse vincitrici dalla seconda guerra mondiale, intorno al 1947.

Complimenti perciò a Sara, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti.

Le regole le trovate qui, mentre qui sono tutti gli esempi precedenti.
E questa è la nuova catena di questa settimana:

Nebbia
B
S
Guida

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.14

Eccoci, puntuali come ogni settimana, al quattordicesimo appuntamento con questo gioco delle parole concatenate.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Petali
Fiore
Campo
Minato

I petali sono un tipo di foglie che compongono la corolla del fiore.
Un fiore di campo è un fiore selvatico, che cresce spontaneamente, senza essere intenzionalmente piantato o seminato. “Fiore di campo” è anche un tipo di vino bianco IGT del Friuli Venezia Giulia, ottenuto da vitigni di Tocai friulano, Sauvignon Blanc e Riesling.
Un campo minato è una zona in cui per motivi bellici vengono deposte delle mine, ordigni che esplodono azionati dalla pressione di un veicolo o di un piede o da fili di inciampo. Lo scopo di un campo minato è quindi di tipo difensivo, per ostacolare e rallentare il passaggio delle forze nemiche. “Campo minato” era anche un videogioco solitario di intelligenza di parecchi anni fa (inventato nel 1989), il cui scopo era quello di ripulire un campo minato senza farne esplodere le mine.

Perciò complimenti a Luisella, che ha indovinato, e a Sara D.B. che ha risposto per prima, avvicinandosi alla soluzione per un filo! Grazie comunque a tutte per la partecipazione.

Le regole le trovate qui, gli esempi precedenti qui, mentre questa è la catena di oggi:

Colomba
P
G
Fredda

Indovinato??? 🙂

Con questa catena, auguro a tutti coloro che passeranno di qui una

BUONA SANTA PASQUA!!!

E… a martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.13

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua tredicesima puntata, nel suo quarto mese di vita.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Fede
Dito
Indice
Analitico

La “fede” (o vera) è un anello, generalmente in oro giallo, che viene scambiato nel rito del matrimonio dagli sposi come simbolo di legame e fedeltà per tutta la vita; in buona parte dell’Europa si indossa generalmente sulla mano sinistra al dito anulare (mentre nell’Europa Centro-Orientale, ed anche in Spagna, tranne in Catalogna, si usa metterla a destra) perché vi è la credenza che di lì passi una piccola arteria che risalendo lungo il braccio arriva direttamente al cuore.
L’“indice” è il dito della mano utilizzato per indicare qualcosa.
L’“indice” è anche l’elenco ordinato degli elementi utili alla consultazione di un libro che in genere si trova in fondo ad esso, nelle ultime pagine.
L’indice può essere “dei contenuti” (chiamato impropriamente anche “sommario”, ovvero l’elenco ordinato dei titoli dei capitoli) o “analitico” (l’elenco ordinato alfabeticamente di tutte le parole o locuzioni rilevanti presenti all’interno di un testo).

Complimenti quindi a Sara, che ha indovinato per prima e grazie a tutti i partecipanti.

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed infine, ecco la catena di oggi:

Petali
F
C
Minato

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.12

Eccoci puntuali come ogni settimana all’appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla sua dodicesima puntata e all’ultimo appuntamento del mese di marzo.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Orecchino
Cerchio
Botte
Rovere

Gli orecchini possono essere di diverse tipologie: a perno, a baule, a cerchio, a goccia, a palla… Un “orecchino a cerchio” ha la forma di un anello.
La botte è un contenitore fatto di legno costituito da doghe cerchiate e un po’ incurvate, che le donano una forma vagamente cilindrica, tenute insieme da cerchi metallici. In italiano, il detto “dare un colpo al cerchio ed uno alla botte” ha il significato di tentare di accontentare entrambi i contendenti, ovvero di tenere il piede in due staffe…
Infine, le botti, usate fin dall’antichità per la conservazione, la maturazione, l’invecchiamento ed il trasporto di liquidi pregiati, come il vino, la birra o liquori sono fatte di legno: quello migliore per la loro costruzione (utilizzato soprattutto per le botti da invecchiamento) è quello di quercia in particolare “rovere” o farnia.

Perciò complimenti a Sara, per aver indovinato.

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ecco la catena di oggi:

Fede
D
I
Analitico

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.11

Eccoci di nuovo, puntuali come ogni settimana, giunti all’appuntamento del martedì con questo gioco delle parole concatenate per la sua undicesima puntata.

La soluzione della decima catena (rimessa in gioco per due settimane consecutive, a causa della difficoltà a trovare le parole giuste) era:

Carta
Moneta
Lira
Strumento

La “cartamoneta”, o “moneta di carta (o cartacea)” è il denaro in banconote.
La “lira” è la vecchia moneta utilizzata in Italia dalla sua nascita (nel 1861) fino all’introduzione dell’euro, che ha cessato definitivamente di avere corso legale il 28 febbraio 2002.
Infine, la “lira” è anche il nome dello strumento musicale a corde molto utilizzato nell’antica Grecia, soprattutto per accompagnare il canto dei poeti.

Complimenti a Sara, che ha indovinato questa volta e grazie a tutti i partecipanti!

Le regole le trovate qui ed ora, ecco la catena di oggi:

Orecchino
C
B
Rovere

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.10 con aiutino

E con la decima puntata del nuovo gioco del 2019 delle parole concatenate, annuncio che… non c’è un vincitore!!! Ebbene, sì: anche in questo caso (solo la seconda volta dall’inizio del gioco), la soluzione non è stata trovata…
Perciò, per questa settimana la catena resta la stessa, con qualche piccolo aiutino…

Ripropongo perciò la catena:

Carta
M _ _ _ _ a
L _ _ a
Strumento

Ringrazio comunque tutti coloro che -nonostante la difficoltà- hanno ugualmente tentato di dare la soluzione, perché anche se non si vince, l’importante è partecipare!! 🙂

Le regole si trovano qui, mentre qui si possono trovare tutti gli esempi precedenti.

Chi indovinerà stavolta???

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore (speriamo)!!! 🙂