#paroleconcatenate n.46

Con tutti gli impegni e gli appuntamenti di dicembre, ancora una volta mi trovo a rincorrere il nostro 46° appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Ingredienti
Ricetta
Medica
Erba

“Ingredienti” è una delle prime voci che compaiono in una ricetta scritta e gli ingredienti di una ricetta sono le componenti di un preparato culinario.
La “ricetta medica” del Servizio Sanitario Nazionale è un documento rilasciato da un medico dipendente del SSN o convenzionato con esso, necessario per l’acquisto di farmaci ai sensi di legge.
L’“erba medica” (considerata originaria della Media: “medica” = “della Media”), detta anche “erba Spagna”, o anche alfalfa” (dall’arabo al-fáṣfaṣa = foraggio”), è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Fabaceae (o Leguminose). Pianta foraggera per eccellenza, è utilizzata principalmente come coltura da fieno o per produrre farina disidratata; è dotata anche di diverse proprietà terapeutiche.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato la soluzione e grazie anche agli altri partecipanti!

Poiché mancano ancora poche settimane alla fine dell’anno, coraggio: continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate come sempre qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica più dettagliata, aggiornata alle prime 40 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Mucca
L
M
Torrone

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.45

E con l’inizio di dicembre e con tutti gli impegni e gli appuntamenti che cadono in questi giorni, sono arrivata in ritardissimo al nostro 45° appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Pasta
Uovo
Camicia
Maniche

La “pasta all’uovo” o pasta fresca tradizionale, è la base della preparazione di lasagne, tagliatelle, tagliolini.
L’“uovo in camicia” è un modo sfizioso per gustare l’uovo, che viene bollito senza guscio e l’albume ricopre interamente il tuorlo semi-liquido, formando appunto una sorta di “camicia”! 🙂
Il modo di dire “in maniche di camicia” ha il significato letterale di “essere senza giacca”, che perciò in modo figurato significa “senza etichette e formalismi” (es.: ricevere gli ospiti in maniche di camicia). Utilizzato nell’accezione “restare in maniche di camicia” può indicare che si è rimasti senza giacca, ovvero si è venduta la giacca, quindi si è al verde.

Perciò, complimenti a Fiore, che ha indovinato per prima e grazie anche agli altri partecipanti!

Poiché mancano ancora poche settimane alla fine dell’anno, coraggio: continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate come sempre qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica più dettagliata, aggiornata alle prime 40 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Ingredienti
R
M
Erba

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.44

E con l’avvicinarsi della fine di novembre, eccoci al nostro 44° appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Primo
Appuntamento
Buio
Pesto

Il “primo appuntamento” è la prima occasione in cui una coppia esce insieme per conoscersi. Ma “Primo appuntamento” è anche il titolo:

  • di un film del 1941 diretto da Henri Decoin,
  • di un programma televisivo italiano trasmesso su Real Time,
  • del singolo di Gigi D’Alessio del 2006.

Un “appuntamento al buio” è un incontro che implica un totale salto nell’incognito (nel buio, appunto), poiché non si ha assolutamente idea della persona che si incontrerà, né dell’aspetto, né delle opinioni, né dei gusti e delle preferenze, né del carattere. Può essere organizzato da amici, ma ci sono anche organizzazioni apposite. “Appuntamento al buio” è anche il titolo:

  • di un film diretto da Blake Edwards con Bruce Willis e Kim Basinger (Blind Date, 1987),
  • di un cortometraggio diretto da Herbert Simone Paragnani (2002),
  • di un film diretto da James Keach e interpretato da Chris Pine (Blind Dating, 2006),
  • di un libro rosa scritto da Judith Arnold e pubblicato nel 2005,
  • di un programma televisivo del 1995.

“Buio pesto” è un modo di dire, dove l’aggettivo “pesto” è sinonimo di scuro o profondo. I “Buio Pesto” sono un gruppo musicale italiano goliardico proveniente da Bogliasco (GE) che canta prevalentemente in genovese. Il nome del gruppo fa leva su un gioco di parole derivato dalla lingua ligure, dove il termine “pesto” oltre a fare riferimento all’aggettivo (di cui sopra), può riferirsi anche al tipico condimento ligure, il “pesto” appunto.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima e grazie anche agli altri partecipanti!

Poiché mancano ancora poche settimane alla fine dell’anno, coraggio: continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate come sempre qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica più dettagliata, aggiornata alle prime 40 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Pasta
U
C
Maniche

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.43

Eccoci giunti a gran velocità al nostro quarantatreesimo appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!! Talmente a gran velocità, che non ho fatto in tempo a programmare il post come al solito! 🙁

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Cibo
Scatola
Cartone
Animato

L’inscatolamento è un metodo di conservazione degli alimenti in cui i cibi vengono sigillati in un contenitore ermetico. Il “cibo in scatola” ha così una durata che varia da uno a cinque anni, anche se in circostanze specifiche può essere molto più lungo. Sotto forma di cibo in scatola si possono trovare zuppe e minestre, carne, legumi, brodo in scatola, verdura e frutta.
Le “scatole in cartone” vengono in genere utilizzate per imballaggi e ne esistono delle più svariate dimensioni e forme.
Un “cartone animato” (detto anche “cartone”, o più raramente “disegno animato” o “cartoon”) è un’opera audiovisiva d’animazione realizzata unendo più disegni che, visti uno dopo l’altro, danno l’illusione di movimento.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima e grazie anche agli altri partecipanti!

Poiché mancano ancora poche settimane alla fine dell’anno, coraggio: continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate come sempre qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica più dettagliata, aggiornata alle prime 40 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Primo
A
B
Pesto

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.42

E in un batter d’occhio, eccoci giunti già al nostro quarantaduesimo appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Iceberg
Punta
Lancia
“Y”

Gli iceberg sono grandi blocchi di ghiaccio staccatisi dalla banchisa polare, che galleggiano alla deriva nel mare, sospinti dai venti e dalle correnti fino a raggiungere latitudini più calde, dove lentamente si sciolgono. Poiché la densità del ghiaccio puro è inferiore a quella dell’acqua di mare, gli iceberg galleggiano affiorando solo per una minima parte, mentre circa il 90% del loro volume rimane sotto la superficie marina. La “punta dell’iceberg” è questa parte che affiora dalla superficie del mare. In senso figurato, quindi, la “punta dell’iceberg” è ciò che risulta visibile di una situazione, spesso negativa, e che nasconde, pur lasciandoli intuire, aspetti ben più gravi e complessi, oppure la minima parte conosciuta di un avvenimento che, in realtà, è molto più vasto e importante.
La “punta di lancia” è la punta (generalmente di forma triangolare o a losanga) in metallo o in pietra predisposta ad alloggiare un’asta in legno a formare la lancia, arma utilizzata sia dalle truppe a cavallo che dalla fanteria non solo nel Medioevo, ma in tutto il corso della storia, dalla falange greca e successivamente nella falange romana e macedone.
La “Lancia Y” è un modello d’auto utilitaria prodotta dalla casa automobilistica italiana Lancia dal 1995 al 2003, come erede della Autobianchi/Lancia “Y10”.

Perciò, complimenti alle due omonime che hanno indovinato e, in particolare, a Sara D.B., che ha indovinato per prima. Grazie, inoltre, anche a tutti gli altri partecipanti!

Ecco, rapidamente, un riepilogo della classifica attuale:

1. Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia”
2. Sara del blog “Creativa per gioco e per passione”
3. Sara D.B. del blog “Villa Emilia (My Woodland Garden)”
4. Fiore del blog “Casalinga per caso”
5. Maria del blog “Africreativa”
5. Davide e Carmela del blog “Pyros & Patch”

Come annunciato qualche puntata fa, alla fine dell’anno farò un piccolo dono a chi arriverà sul podio dei vincitori… Perciò, coraggio! Continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate come sempre qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica più dettagliata, aggiornata alle prime 40 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Cibo
S
C
Animato

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.41

E con l’inizio di novembre, siamo giunti al nostro quarantunesimo appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa -per la quale era stato necessario dare qualche aiutino- era:

Porto
Armi
Pari
Inghilterra

Il “porto d’armi” (o, più formalmente licenza di porto d’armi) è una speciale autorizzazione, rilasciata dalle autorità statali competenti in materia, concessa ai privati cittadini che consente l’acquisto, la detenzione e il porto di armi.
Combattere, o gareggiare, o competere “ad armi pari” significa che nessuno dei contendenti è in vantaggio per quanto riguarda l’equipaggiamento, ovvero che la competizione è leale, in senso figurato.
“Pari d’Inghilterra” è un titolo nobiliare conferito nel Regno d’Inghilterra e cioè fino all’Atto d’Unione del 1707. Dopo quell’anno i titoli di pari d’Inghilterra e di pari di Scozia vennero sostituiti dal titolo di pari della Gran Bretagna. Nel 1801 viene sostituito a sua volta dal titolo di pari del Regno Unito. Fino all’approvazione del House of Lords Act del 1999, tutti i pari d’Inghilterra (con titolo di duca, marchese, conte, visconte e barone) avevano diritto ad accedere alla Camera dei lord.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti!

In questa occasione ecco la classifica attuale dei partecipanti che hanno indovinato per primi le 40 catene finora proposte:

1. Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia”, che ha indovinato per prima 21 catene (n.5, n.7, n.8, n.13, n.15, n.17, n.18, n.19, n.22, n.23, n.24, n.26, n.27, n.28, n. 29, n. 31, n. 35, n. 36, n. 37, n.39, n.40)
2. Sara del blog “Creativa per gioco e per passione”, che ha indovinato per prima 8 catene (n.1, n.2, n.4, n.10, n.11, n.12, n.14, n. 30)
3. Sara D.B. del blog “Villa Emilia (My Woodland Garden)”, che ha indovinato per prima 6 catene (n.3, n.9, n. 20, n. 32, n. 34, n.38)
4. Fiore del blog “Casalinga per caso”, che ha indovinato per prima 3 catene (n.16, n.21, n.33)
5. Maria del blog “Africreativa”, che ha indovinato per prima 1 catena (n.6)  e
Davide e Carmela del blog “Pyros & Patch”, che hanno indovinato per primi 1 catena (n.25).

Alla fine dell’anno farò un piccolo dono a chi arriverà sul podio dei vincitori… Perciò, coraggio! Continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi:

Iceberg
P
L
“Y”

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.40 con aiutino

E con la 40a puntata del nostro gioco delle parole concatenate, annuncio che stavolta… non c’è un vincitore!!! Ebbene, è successo ancora una volta (anche se è un’occasione finora abbastanza rara) che nessuno abbia dato la soluzione corretta…
Perciò, per questa settimana la catena resta la stessa, con qualche piccolo aiutino…

Ripropongo perciò la catena:

Porto
A _ _ _
P _ _ _
Inghilterra

Ringrazio comunque tutti coloro che -nonostante la difficoltà- hanno ugualmente tentato di dare la soluzione, perché anche se non si vince, l’importante è partecipare!! 🙂

Le regole si trovano qui, mentre qui si possono trovare tutti gli esempi precedenti.

Chi indovinerà stavolta???

A martedì prossimo per la soluzione e (speriamo) il vincitore!!! 🙂

#paroleconcatenate n.40

Avvicinandosi la fine di ottobre, ecco giunto il nostro quarantunesimo appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Fuori
Orario
Ferroviario
Traffico

L’espressione “fuori orario” indica un periodo di tempo oltre l’orario regolare e viene utilizzato per indicare un’apertura straordinaria di un negozio, del lavoro straordinario, un appuntamento al di fuori del solito… “Fuori orario” si può riferire anche a:

  • un film di Martin Scorsese del 1985 (“Fuori orario” – “After hours”),
  • un programma televisivo di Rai 3 (“Fuori orario. Cose (mai) viste”),
  • un album del gruppo Bandabardò del 2006 (la loro prima raccolta).

L’“orario ferroviario” o “orario dei treni” può essere un libretto cartaceo, un tabellone o un elenco su internet su cui sono indicati tutti i percorsi dei treni e gli orari di partenza e di arrivo previsti in ciascuna stazione.
Il “traffico ferroviario” è il movimento complessivo di mezzi di trasporto, e dei passeggeri e delle merci trasportati sulla rete ferroviaria.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi:

Porto
A
P
Inghilterra

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.39

Ed eccoci giunti al nostro 39° appuntamento settimanale con il gioco delle parole concatenate!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Super
Uomo
Ragno
Topo

Alla parola “superuomo” corrispondono diversi concetti:

  • il concetto di “Superuomo”, nato in Germania nell’ambito filosofico e letterario dello Sturm und Drang (1770) in opposizione alla proclamata libertà della ragione illuminista, corrisponde all’“uomo superiore” (dal tedesco Übermensch), che con il suo genio si eleva al di sopra della massa degli uomini comuni;
  • il concetto di “Superuomo” o “Oltreuomo” (dal tedesco Übermensch) è esplicitato dal filosofo Friedrich Nietzsche nell’uomo che va oltre i propri limiti accrescendo il proprio spirito
    per superare il nichilismo passivo che segue alla scoperta dell’inesistenza di uno scopo della vita;
  • il “Superuomo”, “Superumano” o “Supereroe” dei fumetti è un personaggio dotato di poteri soprannaturali e di capacità fisiche e/o intellettuali sovrumane e che generalmente utilizza tali abilità per il bene del prossimo.

L’“Uomo Ragno” (Spider-Man in inglese), alter ego di Peter Parker, è un personaggio immaginario dei fumetti creato dallo scrittore Stan Lee e dal disegnatore Steve Ditko nel 1962. Gli sono stati dedicate serie di cartoni animati, videogiochi e numerosi film di successo, tanto da essersi guadagnato la terza posizione nella classifica dei cento maggiori eroi della storia dei fumetti, dopo Superman e Batman, risultando quindi primo in classifica fra i personaggi della Marvel.
“Toporagno” è il nome con cui comunemente sono noti gli animali della famiglia di mammiferi eulipotifli dei Soricidi (Soricidae G. Fischer, 1814).

Perciò, complimenti a Sara D.B., che ha indovinato per prima, e grazie a tutti gli altri partecipanti e a coloro che sono passati anche solo per un saluto! 🙂

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica aggiornata alle prime 30 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Fuori
O
F
Traffico

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.38

Ed eccoci giunti ancora una volta al nostro appuntamento settimanale (il 2° di ottobre) con il gioco delle parole concatenate!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Porta
Chiave
Volta
Celeste

La chiave serve ad aprire la serratura di una porta.
La “chiave di volta” è una pietra posta al vertice di un arco o di una volta, lavorata a forma di cuneo per chiude la serie degli altri elementi costruttivi disposti uno a fianco dell’altro. Ha una funzione strutturale, poiché è elemento indispensabile per scaricare il peso retto dall’arco sui pilastri laterali. In senso figurato, la “chiave di volta” rappresenta l’elemento centrale o portante di qualcosa, attorno al quale ruota un sistema, una dottrina, una scuola, o una serie di eventi.
La “volta celeste” (o “sfera celeste”) è la sfera immaginaria sulla quale i corpi celesti appaiono proiettati ad un osservatore sulla superficie terrestre. La “sfera celeste” non esiste veramente, ma è un sistema che l’uomo ha trovato per rappresentare la posizione degli oggetti nel cielo. Essa non è una sfera comune, ma la sua superficie è posta ad una distanza infinita da noi: in pratica, su questa è registrata solo la direzione di un corpo celeste, ma non la distanza e la posizione reale.

Perciò, nuovamente complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti e a tutti coloro che sono passati anche solo per un saluto! 🙂

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica aggiornata alle prime 30 puntate.

Ed ora… ecco la catena di oggi:

Super
U
R
Topo

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!