#solocosebelleagosto

Questo mese di agosto, nonostante durante il lock-down con la Cassa Integrazione non avessi maturato molte ferie, per fortuna siamo riusciti ad andare in ferie in Puglia 2 settimane a cavallo di Ferragosto… Per fortuna, perché -soprattutto io, ma anche i bambini- avevamo bisogno di staccare dai soliti spazi e dalle solite giornate!

In Puglia, a parte andare al mare, abbiamo anche approfittato di alcune giornate per fare i turisti… Purtroppo quest’anno c’era davvero un sacco di gente, così tanta non ne avevamo mai trovata… Il viaggio è stato lunghissimo e ci abbiamo impiegato molte ore in più rispetto agli anni precedenti sia all’andata che al rientro… Penso che i motivi siano diversi e concomitanti: 1) il Covid-19 ha fatto sì che molta gente optasse per la Puglia (e, più in generale, per le mete italiane) come meta per le proprie vacanze, 2) per chi ha risentito dei problemi economici dovuti al lock-down la Puglia è ancora una meta “a portata di tasche” (almeno le zone meno “in”), 3) il lock-down e la successiva riapertura di imprese, aziende, ecc… a maggio-giugno hanno fatto sì che chi faceva normalmente le ferie “in bassa stagione” sia dovuto rientrare al lavoro e aspettare agosto per farle!

Comunque, per fortuna si poteva andare al mare senza dover fare a gomitate o doversi svegliare all’alba per piantare l’ombrellone!

…lu sule, lu mare, lu ientu!!! 🙂

Poi siamo stati a visitare Ostuni, la cittadina con le case tinteggiate di calce che le hanno fatto meritare l’epiteto di “Città Bianca”…

Ostuni

Ostuni

Siamo stati anche a Taranto, a visitare il Museo Archeologico, dove è esposta, tra l’altro, una delle più grandi collezioni di manufatti dell’epoca della Magna Grecia, tra cui i famosi Ori di Taranto.

Schiaccianoci in bronzo e lamina d’oro, IV-III sec. a.C.

Zeus di Ugento, statua in bronzo, 530 a.C.

Taranto, Castello Aragonese (o Castel Sant’Angelo) sul mare

Taranto, Castello Aragonese (o Castel Sant’Angelo) e tramonto sul porto

Taranto, tramonto sul porto da piazza Castello (Municipio)

Infine, siamo andati anche a visitare Alberobello, la cittadina Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nota per i suoi trulli. I trulli sono le tipiche abitazioni in pietra calcarea a pianta rettangolare, con il tetto conico composto da lastre incastonate a secco, tradizionali capanne della zona fin dalla preistoria… Anni fa eravamo già stati a visitare Alberobello di giorno, ma questa volta l’abbiamo visitata di sera e le luci creavano un’atmosfera unica… 🙂

Alberobello di sera

Alberobello di sera

Alberobello di sera

Una curiosità su queste costruzioni: ogni trullo, sulla sua sommità, presenta un particolare pinnacolo, mentre sul tetto in pietra potevano essere dipinti dei disegni con un preciso significato mistico-religioso.
Tra gli studiosi, ci sono tre diverse correnti di pensiero riguardo al significato della diversa forma del pinnacolo: 1) aveva una funzione mistico-religiosa, con l’obiettivo di scacciare il maligno o altri demoni; 2) aveva uno scopo puramente decorativo a gusto e fantasia del costruttore; 3) aveva un significato distintivo, ovvero permetteva al regnante di capire facilmente chi abitava in quella casa e la famiglia di appartenenza.
Le forme disegnate sul tetto sono simboli sia di origine pagana che cristiana, che nella maggior parte dei casi avevano lo scopo di augurare un buon raccolto, allontanare il malocchio o ingraziarsi una divinità. Si possono distinguere 3 diverse tipologie di simboli: disegni primitivi o pagani, simboli magici e icone cristiane.

Pinnacoli e simboli

Insomma, agosto è stato un bel mese… Ora che siamo tornati a casa, siamo stati accolti da piogge torrenziali e trombe d’aria che hanno fatto danni in diverse zone del Friuli. Purtroppo temo che l’estate sia ormai finita, ma almeno ci sarà la tanto attesa (almeno da parte dei genitori 🙂) riapertura delle scuole!!!

E speriamo in un settembre ricco di #solocosebelle!!!!

Libri di agosto

…dopo un lungo periodo di lontananza dalla Biblioteca, a fine lock-down abbiamo approfittato della riapertura del prestito (previa prenotazione, ritiro su appuntamento e restituzione nel box esterno alla Biblioteca) per prendere dei nuovi libri da leggere…

Per il Terremoto, che ha terminato la pseudo-prima elementare di quest’anno, abbiamo scelto 4 libretti (su consiglio delle sue maestre) scritti in stampatello maiuscolo per apprendisti lettori, per fargli leggere qualcosa di semplice e breve, visto che non mostra nessuna propensione per la lettura… 🙁
Abbiamo quindi optato per le quattro storie (una per stagione) di Lucilla Scintilla, la bambina peperina uscita dalla penna di Alex Cousseau e disegnata da Charles Dutertre:

oltre al libro di Giovanna Zoboli e Simona Mulazzani (due autrici italiane di cui avevamo letto già alcune opere 5 estati fa):

  • In una famiglia di topi”, dell’editore Topipittori, che racconta la vita quotidiana di una famiglia di topi (ma anche di qualsiasi altra famiglia, essendo i personaggi “umanizzati”) con un linguaggio semplice e facile da leggere anche per i lettori principianti.

Per il Nano, invece, che ha terminato la pseudo-quarta di quest’anno, abbiamo scelto 2 libri di autori italiani consigliati dalla sua maestra:

  • L’estate dei segreti” di Chiara Carminati, una storia di due ragazzini che vivono un’estate avventurosa e dell’amicizia inaspettata e particolare che nasce tra loro;
  • Pronto soccorso insetti” di Guido Sgardoli, una storia “ecologica” che insegna il rispetto e la cura per tutti gli esseri viventi, oltre a trattare di legami famigliari e amicizia, e di come l’impegno e la dedizione possano aiutare a superare un lutto.

Al Nano sono piaciuti i libri, mentre il Terremoto -purtroppo- non ha ancora imparato ad apprezzare la lettura poiché lo sforzo di leggere non gli permette ancora di godersi lo scorrere della storia… Speriamo che si lasci convincere ad esercitarsi, in modo da diventare più bravo e più veloce e poter apprezzare i libri come li apprezzo io (e suo fratello!)…

🙂

Mini porta gift-card con Topolino skater

Il mese scorso, finalmente, dopo lunghi mesi di distanza, il Nano ha potuto incontrare di nuovo i suoi amici di classe ed ha festeggiato il compleanno di uno di loro trascorrendo un pomeriggio insieme…

Per l’occasione, ho realizzato un mini biglietto porta gift-card per inserirvi un buono per comprare uno skateboard. Ho scelto dei colori estivi e mi sono fatta ispirare dal tutorial dei mini portasoldi (spiegato da Milly, sul blog Le Tre Pazze PAPERine)… ho così realizzato un bigliettino con la taschina con del cartoncino albicocca, inserito in una custodia in cartoncino verde, decorata con Topolino in skateboard.

La realizzazione è stata molto semplice e rapida (in tutto circa 1 ora e mezza, decorazioni comprese), il regalo era davvero atteso ed è stato gradito molto. La gift-card di un noto negozio di attrezzature sportive è pagabile on-line (senza perciò dover andare fisicamente in negozio) e si può stampare scegliendo un simpatico layout tra alcuni differenti. Poiché l’ho stampato su carta, ho ritagliato l’immagine e il codice e li ho incollati su due lati di un rettangolo di cartoncino albicocca, in modo da irrigidire la gift-card. 🙂

Infine, per inaugurare il mio nuovo acquisto della “Card and envelope maker” della “Vaessen Creative”, ho arrotondato gli angoli della gift-card e ho realizzato la mia prima busta con un foglio di carta verde in tinta col biglietto e questo nuovo strumento (utilissimo, perché per la prima volta mi sono venute le pieghe precise e la forma perfettamente rettangolare!!! 🙂) Insomma… un successo!!! 🙂

 

Con questo post partecipo al challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”:

Silhouettes VIP quiz n.21

E con agosto ormai agli sgoccioli, eccoci giunti ancora una volta al nostro appuntamento bisettimanale con il gioco del giovedì delle silhouettes dei VIP, giunto addirittura alla sua 21a puntata, nonostante la partecipazione iniziasse a calare… Poiché con la fine di settembre, giungeremo alla sua conclusione, ecco le ultime puntate decisive per la classifica…

Perciò, dopo aiutini e breve pausa-ferie, eccoci finalmente giunti a scoprire il personaggio della puntata precedente: l’attrice, regista, produttrice cinematografica e attivista israeliana naturalizzata statunitense, che ha esordito nel cinema a 13 anni nel film d’azione francese Léon (1994) di Luc Besson, al fianco di Jean Reno, per poi lanciarsi con Heat – La sfida (1995) di Michael Mann, con Al Pacino e Robert De Niro, Tutti dicono I Love You (1996) di Woody Allen, con Edward Norton e Drew Barrymore, e Mars Attacks! (1996) di Tim Burton, con Jack Nicholson e Glenn Close. Recitando nel periodo estivo, ha concluso regolarmente la scuola, per poi iscriversi nel 1999 alla Harvard University per studiare psicologia e nel 2003 ha terminato gli studi ottenendo la laurea. Negli anni 2000 la sua carriera è decollata, e l’attrice ha recitato nel ruolo della Regina Amidala in 3 episodi della saga di George Lucas Star Wars (Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma del 1999, Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni del 2002 e Star Wars Episodio III – La vendetta dei Sith del 2005), in film come La mia adorabile nemica (1999), al fianco di Susan Sarandon, Qui dove batte il cuore (2000), con Ashley Judd, Ritorno a Cold Mountain (2003), al fianco di Jude Law, Nicole Kidman, Renée Zellweger e Donald Sutherland, Closer (2004), per il quale ha ricevuto una candidatura all’Oscar e un Golden Globe, V per Vendetta (2005), L’altra donna del re (2008), al fianco di Scarlett Johansson, Il cigno nero (2010), sul cui set ha incontrato il suo futuro marito e padre dei suoi 2 figli e Jackie (2016), per i quali ha ricevuto numerose candidature e diversi premi, tra cui un Oscar un Golden Globe, un Premio BAFTA e diversi premi della critica.

Stiamo parlando di…
Natalie Portman
(Gerusalemme, 9 giugno 1981)!!

Perciò, complimenti a Mirtillo che ha indovinato!

Quindi Mirtillo del blog “mirtillo14-camminando” guadagna 2½ punti per aver indovinato per prima la silhouette con aiutino. Perciò ecco la classifica attuale:

1. Fiore del blog “Casalinga per caso” (23½ pt);
2. Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia” (14½ pt);
3. Mirty del blog “mirtillo14-camminando” (8½ pt);
4. Maria del blog “Africreativa” (5 pt);
5. Davide e Carmela del blog “Pyros & Patch” (3 pt)

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti i quiz precedenti.
Qui sotto, in due sole immagini (per essere più brevi), i personaggi delle puntate precedenti:Ed ora, ecco qui la ventunesima immagine (questa volta di un personaggio maschile):

Indovinato??? 🙂

A giovedì tra due settimane (giovedì 10 settembre) per la soluzione e il vincitore, oppure a giovedì prossimo (3 settembre) per l’aiutino!!!

🙂

#paroleconcatenate 2020 n.28

Finite le ferie, eccoci giunti ancora una volta al nostro settimanale appuntamento con il gioco delle parole concatenate, ed esattamente alla 28a puntata della sua IIa edizione!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Lega
Navale
Accademia
Crusca

La “Lega Navale Italiana” (LNI) è un ente pubblico non economico a base associativa che ha come scopo la diffusione dell’interesse e dell’attenzione verso le tematiche relative al mare, fondata il 2 giugno 1897 a La Spezia da Augusto Vittorio Vecchi; essa opera attraverso circa 250 Sezioni e Delegazioni presenti nel territorio italiano, con circa 60.000 soci.
L’“Accademia navale” è un ente di formazione universitaria militare, dipendente dall’Ispettorato scuole della Marina Militare, aperto a entrambi i sessi, che si occupa della formazione tecnica e della preparazione militare degli allievi ufficiali della Marina militare italiana. La sua sede di Livorno è attiva dal 1881.
L’“Accademia della Crusca” è un’istituzione italiana che raccoglie studiosi ed esperti di linguistica e filologia della lingua italiana. Costituitasi ufficialmente il 25 marzo 1585, rappresenta una delle più prestigiose istituzioni linguistiche d’Italia e del mondo.

Perciò, grazie ai partecipanti e complimenti in particolare a Luisella, che ha risposto correttamente per prima!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la nuova catena di oggi:

Bocca
L
M
Sale

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate 2020 n.27

Passato il Ferragosto, eccoci giunti ancora una volta al nostro settimanale appuntamento con il gioco delle parole concatenate, ed esattamente alla 27a puntata della sua IIa edizione!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Osso
Duro
Metallo
Lega

Si definisce un “osso duro” (da rodere) una cosa che presenta serie difficoltà o una situazione che presenta aspetti difficili da risolvere. Può anche indicare una persona poco malleabile, che non si lascia convincere facilmente.
Il “metallo duro”, anche conosciuto come “carburo cementato”, “Carboloy” o “Widia”, è un materiale utilizzato nelle lavorazioni meccaniche che consiste in una miscela di particelle dure di carburo di tungsteno inglobate in una matrice metallica (in genere cobalto).
Una “lega di metallo” o lega metallica è un materiale ottenuto miscelando tra loro due o più metalli e altri elementi per ottenere un prodotto di migliore qualità, per esempio meno soggetto alla ruggine, più duro o più flessibile. La maggior parte degli oggetti metallici attorno a noi è costituita da leghe, come nel caso del bronzo, dell’ottone e dell’acciaio; anche l’oro dei gioielli, in realtà, è una lega. Le leghe metalliche sono utilizzate anche in campo medico, per esempio nelle protesi o nelle otturazioni dentarie.

Perciò, grazie ai partecipanti e complimenti in particolare a Luisella, che ha risposto correttamente per prima!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi, a prosecuzione della precedente:

Lega
N
A
Crusca

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

Silhouettes VIP n.20 con aiutino

E dopo una sola settimana, eccoci ancora al 20° appuntamento con il gioco del giovedì delle silhouettes dei VIP… anche se la settimana scorsa nessuno è stato in grado di indovinare (da regolamento avrei dovuto aspettare i tentativi di almeno 2 partecipanti)! Posso aggiungere solo che la nostra attrice è naturalizzata statunitense…

Perciò, ecco di nuovo la silhouette dell’attrice che resta in gioco ancora per una settimana:

Infatti, il prossimo appuntamento sarà giovedì prossimo (giovedì 20 luglio) per la sperata soluzione e (chissà…) il vincitore!!! 😀

…Indovinato??? 🙂

Come sempre, le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti i quiz precedenti.
Qui, invece, 2 immagini che mostrano in un colpo d’occhio tutti i personaggi delle puntate precedenti. 🙂

#paroleconcatenate 2020 n.26

Eccoci giunti, nonostante il caldo fiaccante, al nostro settimanale appuntamento con il gioco delle parole concatenate, ed esattamente alla sua 26a puntata della IIa edizione!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Mar
Nero
Seppia
Osso

Il “Mar Nero” è un mare situato tra Asia Minore ed Europa sud-orientale, collegato al Mar d’Azov tramite lo stretto di Kerč’ e al Mare di Marmara tramite lo stretto del Bosforo.
Il “nero di seppia” è la sostanza simile a inchiostro che la seppia (ma anche altri cefalopodi simili) secerne per sfuggire ai predatori. Esso è liberato da un’apposita sacca e disperso con l’ausilio d’un getto d’acqua emesso dal sifone. Il colore scuro è dovuto al suo costituente principale, la melanina. In cucina è utilizzata per preparare gustosi piatti, come ad esempio risotti o paste al nero di seppia.
L’“osso di seppia” (detto anche sepion, o sepiostario) è la conchiglia calcarea di forma ellissoide-lanceolata, biconvessa, con margini taglienti, che si trova all’interno delle seppie.

Perciò, grazie ai partecipanti e complimenti in particolare a Luisella, che ha risposto correttamente per prima!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi, a prosecuzione della precedente:

Osso
D
M
Lega

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

Avanzamento dei lavori di luglio

Questo mese, nonostante le brevissime ferie e il rientro al lavoro, sono riuscita a realizzare qualcosina:

…e con questo ho finito… 🙂