#insiemeraccontiamo 34 di giugno

Come ogni mese da più di 2 anni, anche questo mese Patricia del blog myrtilla’s house ha lanciato il suo nuovo “incipit”.
Questo mese mi sentivo ispirata e mi sono cimentata nell’impresa… 🙂 Così ecco qua:

Si era ritrovato in tasca quello strano messaggio scritto con una stampante di ultima generazione. Impossibile capire chi lo avesse scritto. Anche decifrarlo però… Lo rilesse “ILSCTND610”.
Bel rompicapo! Continua a leggere

Avanzamento dei lavori di maggio

Ed eccoci già a giugno, alle porte dell’estate… Nonostante gli alti e bassi di questo mese appena trascorso, sono riuscita a fare qualcosa: ecco l’appuntamento con il resoconto mensile dei miei W.I.P. (= Work In Progress)…

  • Ho quasi terminato il  vestitino traforato (mod. Wendy Darling by DROPS Design) lavorato a maglia con il cotone turchese per la mia Patata.
  • Ho proseguito un po’ con il lavoro alla tunica rosa e lilla (mod. Lyrah by DROPS Design) sempre per la mia Patata, nonostante abbia dovuto disfare tutto il dietro del busto perché non stava venendo bene.
  • Ho finito di realizzare il pannello multitasche laterale per la scarpiera… anche se mi mancano ancora le “tasche” di stoffa da allacciare all’interno degli sportelli, per evitare la caduta di scarpe da un ripiano all’altro.
  • Ho realizzato la torta per il compleanno del Nano, con il soggetto di Spiderman.
  • Mi sono preparata una torta al cioccolato con marmellata di mirtilli per la Festa della mamma.

…ed ecco terminato l’elenco delle opere che ho portato avanti in questo mese! 🙂

Copri-scarpiera multitasche

…E finalmente, con circa 2 anni di latenza, ho terminato il mio progetto di copri-scarpiera multitasche in cui conservare ciabatte, calzini antiscivolo, lacci, calzascarpe e altri accessori per scarpe che altrimenti non troverebbero il loro posto se non abbandonati sopra la scarpiera o in giro per il corridoio…

Per realizzarlo, 2 anni fa avevo comprato della stoffa pesante con una bella fantasia di scarpe. Poi avevo steso il progetto, ma tra il dire e il fare è passato un mare… di tempo!!!
Finalmente, il mese scorso mi sono messa all’opera tagliando e fissando la stoffa e il gros-grain (con cui ho sostituito lo sbieco laterale) con gli spilli…

Avevamo anche iniziato ad utilizzarlo così com’era, ma in questi ultimi giorni mi sono data molto daffare -approfittando di essere a casa dal lavoro- e l’ho cucito completamente!!!

Il risultato finale è questo:

Torta per la festa della mamma

Quest’anno, per proseguire l’ondata di festeggiamenti, ho preparato -o per meglio dire, mi sono preparata!- una torta per la Festa della Mamma…

Visto che per il mio compleanno non avevo fatto dolci, poiché che avanzava ancora la torta del Nano, ho deciso di non farmi sfuggire l’occasione e così è nata la torta gommosa al cioccolato con marmellata di mirtilli (tipo Sacher).
Ho sperimentato un po’, utilizzando come base la solita ricetta della “torta soffice“, ma aumentando le quantità di chiare (10 chiare d’uovo montate a neve e solo 3 tuorli) e sostituendo la panna con crema al cioccolato (quella preparata da una zia, che avanzava dal pranzo con i parenti, e quella confezionata, che avanzava dalla torta di compleanno del Nano) e un goccio di latte.

Una volta pronta, l’ho lasciata raffreddare e l’ho tagliata a metà e livellata sopra, mettendovi uno strato di farcitura e uno strato di copertura di marmellata di mirtilli. 😛

Ai bambini e al marito è piaciuta molto!!! 🙂

Spider-torta di compleanno

E con maggio è arrivata la bella stagione e… l’inizio della raffica di feste!!! Il nostro “tour de force” è iniziato con il compleanno del Nano, da festeggiare sia in famiglia che con gli amici (il giorno seguente)!
A casa abbiamo festeggiato solo con il gelato, perché sono stata troppo impegnata a realizzare la torta per la grande festa con i compagni del giorno dopo… Visto che quest’anno non esprimeva preferenze per la torta, ho ripetuto il soggetto dei suoi 4 anni e gli ho preparato una “Spider-torta”!

Ho tagliato il pan di Spagna alto 4 cm (già pronto) a metà, ne ho bagnato i due strati con lo sciroppo alla fragola diluito nell’acqua e l’ho farcito con crema al cioccolato (anche quella confezionata) e fragole. Questa volta il pan di Spagna era bagnato a sufficienza e ne vado molto fiera, perché non mi viene mai della consistenza giusta, ma sempre un po’ troppo asciutto! 🙂

Per la decorazione, ho realizzato la sagoma di Spiderman con la pasta di zucchero blu e rossa e poi vi ho disegnato sopra le righe e i disegni della tuta con il pennarello alimentare nero. Con la pasta di zucchero rossa e le formine, ho realizzato la scritta e vi ho disegnato sopra le trame della ragnatela sempre con il pennarello nero.
Infine, ho ricoperto la torta con la panna montata mescolata con il colorante blu al gusto di mirtillo e con la siringa da dolci ho decorato i contorni della torta con ciuffetti di panna montata mescolata con il colorante rosso e lo sciroppo di fragola. Vi ho posato sopra la pasta di zucchero con Spiderman e le scritte, e la torta era pronta!
La festa è stata un successo: i bambini si sono divertiti, il Nano ha ricevuto dei regali che ha apprezzato molto (dietro suggerimento della sottoscritta!) e la torta è stata molto apprezzata!!!

AUGURI!!!!

Avanzamento dei lavori di aprile

Ed eccoci ad aprile, con la sua aria primaverile (finalmente!!!), e al resoconto mensile dei miei W.I.P. (= Work In Progress)…

  • Ho dovuto disfare tutta la parte superiore del vestitino traforato turchese (mod. Wendy Darling by DROPS Design) fino allo scalfo, per poter lavorare tutto d’un pezzo vestitino e maniche, poiché con le cuciture sono una frana e mi stavo complicando troppo le cose!
  • Ho finalmente terminato la fascia per i capelli lavorata a maglia con il cotone turchese per la mia Patata (abbinata al mod. Wendy Darling by DROPS Design).
  • Ho lavorato molto al pannello multitasche laterale per la scarpiera e l’ho quasi finito di realizzare, anche se mi mancano le “tasche” di stoffa da allacciare all’interno degli sportelli della medesima scarpiera, per evitare la caduta di scarpe da un ripiano all’altro.
  • Ho realizzato le 6 bottigliette delle emozioni per i miei figli.

…e con questo ho terminato l’elenco delle opere che ho portato avanti in questo mese! beh, nonstante il proverbio “Aprile, dolce dormire”, posso esserne fiera! 😛

Bottigliette delle emozioni

Come avevo raccontato nel post su “I colori delle emozioni”, il meraviglioso libro di Anna Llenas, ogni mese io e la Patata abbiamo preparato una bottiglietta di colore diverso da portare all’asilo nido. Ma questa attività ci è sempre stata molto invidiata dai fratelli, perciò ne abbiamo preparate tutti insieme altre 6, da tenere a casa.

Il mio “tocco personale” (sia per quelle per l’asilo che per queste per casa) è stato quello di realizzare ciascuna bottiglia con il tappo in tinta a seconda dell’emozione. Per farlo, ho preso una serie di bottigliette del the della stessa marca, in modo che siano tutte della stessa forma e dimensione.

I colori principali sono stati facili da reperire: per il giallo il the al limone, per l’azzurro il the deteinato, per il rosso il the alla pesca… I problemi sono sorti quando siamo arrivati al nero e al verde, per non parlare del rosa… A quel punto mi sono specializzata nel cambiare tappo alle bottigliette!!! Quindi ho sostituito a delle bottigliette uguali alle precedenti, i tappi di altre bevande della stessa marca, compreso il tappo verde del the verde poiché la sua bottiglietta originale era verde anziché trasparente!!! 😛

Con questo post partecipo alla raccolta:
Ispirazioni & Co. 2018
Ispirazioni & Co.

Un gradito premio blog

Ormai -ahimè- più di una settimana fa, ho ricevuto da Fiore del blog “Casalinga per caso” un graditissimo premio dedicato ai blog più fantasiosi.
Il meme parte dal Blog di Cristiana, che dopo aver aperto il suo nuovo blog ha voluto così dedicare uno spazietto ai suoi blog amici con questa dedica:

Lo dedico a tutti gli amici, indistintamente e vorrei che tutti l’accettassero e mostrassero a chi lo dedicano, perché è questo il modo per conoscere altri blog.

Il gioco funziona con il passaparola, perciò ora è il mio turno: tocca a me nominare altri blog… e loro ne sceglieranno altri a loro volta e così via, verso l’infinito e oltre.

Il premio è questo:

e nel suo post, Fiore lo dedica a “i blog più fantasiosi: i blog particolari, con un tocco innovativo, una grande personalità, articoli interessanti, idee nuove, rubriche fuori dal comune”. 🙂

Perciò mi sento molto onorata di averlo ricevuto e, a mia volta, lo dedico a delle blogger che seguo regolarmente e che ammiro molto. Ho un po’ “sforato” rispetto ai 7 blog come Fiore, ma spero che le persone cui l’ho dedicato lo accettino, in segno della mia stima! Se non hanno voglia (o tempo) di passarlo, dico “Pazienza”, ma se lo faranno, meglio! 🙂

E con questo premio, vi auguro un
Buon week-end!!!

I colori delle emozioni

All’inizio dell’anno scolastico scorso, il nido dei miei figli ha presentato a noi genitori al posto del solito progetto di sezione annuale (che ormai devo confessare di conoscere praticamente in anticipo, poiché, salvo qualche leggera modifica del “contenitore”, le attività che si fanno al nido a seconda della fascia d’età non sono cambiate negli ultimi 8 anni), un nuovo “progetto del nido” legato alle “Emozioni”.

Io che fino a quel momento ne avevo ignorato l’esistenza, mi sono piacevolmente trovata catapultata nel meraviglioso mondo de “I colori delle emozioni” di Anna Llenas…
Così, per Natale, oltre ad accordarmi con gli altri genitori per regalare al nido la collezione completa dei pelouches del mostro delle emozioni, ho personalmente contattato Babbo Natale perché portasse ai miei pargoli più piccoli il libro pop-up!!!

Ovviamente la Patata lo conosceva meglio di me e quindi ho dovuto subito darmi alla lettura per capire meglio i suoi racconti…

Così ho scoperto la storia di questo mostro pasticcione che una mattina si sveglia tutto confuso perché le sue emozioni si sono tutte mescolate…

Ma come è possibile uscire da questa confusione?

Ma imparando a riconoscere le diverse emozioni e separandole tra loro!!!

Così l’allegria ha il colore del sole: giallo.

La tristezza ha il colore azzurro.

La rabbia è rossa come il fuoco.

La paura fa diventare tutto nero.

La calma ha il colore delle foglie: verde.

Una volta che le emozioni sono tutte al loro posto, ciascuna nel suo barattolo, pronta per essere tirata fuori al momento del bisogno…

…ecco spuntare fuori un’altra emozione tutta rosa… l’amore! 🙂

Purtroppo i pop-up hanno subìto qualche piccolo danno da parte del Topino curioso, ma nonostante ciò restano comunque bellissimi.
Ho scoperto che esiste anche una versione illustrata a colori senza pup-up, forse più adatta ai piccoli, anche se per me un po’ meno bella! 😛

Per l’asilo, ogni mese io e la Patata prepariamo una bottiglietta con il colore del mese: il giallo dell’allegria a novembre, l’azzurro della tristezza a dicembre, il rosso della rabbia a gennaio, il nero della paura a febbraio e a marzo il verde della calma… Per aprile dovremo preparare la bottiglietta rosa, ma ormai sono preparatissima: mentre per il giallo non sapevo proprio come riempirla, dopo aver letto il libro non ho nessuna esitazione!!! 🙂

…ed oggi al supermercato ho visto un album da colorare e non ho saputo resistere: indovinate cos’era???

Ma questo, ovviamente:

Con questo post partecipo alla raccolta:
Ispirazioni & Co. 2018
Ispirazioni & Co.