#paroleconcatenate n.31

Passato Ferragosto, ecco giunto il nostro trentunesimo appuntamento con il gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Linea
Confine
Stato
Sovrano

La “linea di confine” è una curva invisibile, che ha la funzione di delimitare la superficie controllata da un soggetto (una persona, nel caso di proprietà privata, o autorità locali e statali in altri casi) e che la separa perciò da quelle controllate da altri. “Linea di confine” è anche il titolo di:

  • un film di Davide Ferrario del 2000,
  • un romanzo giallo della scrittrice svedese Liza Marklund pubblicato in Svezia nel 2011, il nono di una serie che ha per protagonista la giornalista Annika Bengtzon,
  • un album di Joe Damiani del 2003,
  • un album dei Randone del 2010,
  • una miniserie televisiva del 2005.

Il “confine di Stato” è la linea che delimita, per l’appunto, la superficie controllata da uno Stato da quella di uno Stato limitrofo. In buona parte dei casi la tracciatura di questo confine è avvenuta storicamente seguendo delle caratteristiche geografiche specifiche dei luoghi (corsi d’acqua, laghi, mari, colline, montagne, ecc…).
Nel diritto internazionale, uno “Stato sovrano”, o semplicemente Stato, è un’entità giuridica che è rappresentata da un governo centralizzato con sovranità su una determinata area geografica. Esso ha una popolazione permanente, un territorio definito, un governo e la capacità di entrare in relazione con altri stati sovrani. È anche normalmente inteso che uno stato sovrano non è né dipendente né sottoposto a nessun altro potere o stato.

Perciò, complimenti a Sara, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti!

In questa occasione ecco la classifica attuale dei partecipanti che hanno indovinato per primi le 30 catene finora proposte:

1. Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia”, che ha indovinato per prima 15 catene (n.5, n.7, n.8, n.13, n.15, n.17, n.18, n.19, n.22, n.23, n.24, n.26, n.27, n.28, n.29)
2. Sara del blog “Creativa per gioco e per passione”, che ha indovinato per prima 8 catene (n.1, n.2, n.4, n.10, n.11, n.12, n.14, n.30)
3. Sara D.B. del blog “Villa Emilia (My Woodland Garden)”, che ha indovinato per prima 3 catene (n.3, n.9, n. 20)
4. Fiore del blog “Casalinga per caso”, che ha indovinato per prima 2 catene (n.16, n.21)
5. Maria del blog “Africreativa”, che ha indovinato per prima 1 catena (n.6)
6. Davide e Carmela del blog “Pyros & Patch”, che hanno indovinato per primi 1 catena (n.25)

Non voglio anticipare nulla, ma penso che alla fine dell’anno farò un piccolo dono a chi arriverà sul podio dei vincitori… Perciò, coraggio! Continuate a provare a indovinare, che… chi la dura la vince!!! 🙂

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi:

Significato
O
L
B

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.30

E, con l’arrivo del mese di agosto, eccoci giunti al trentesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Oro
Nero
Buco
Acqua

L’“oro nero” è un modo di chiamare il petrolio. “Oro nero” è anche il titolo di diversi film (del 1936 diretto da Viktor Turžanskij, del 1942 diretto da Enrico Guazzoni e del 2009 diretto da Geo Coretti). Inoltre, “Oronero” è anche un singolo di Giorgia, che dà il nome anche ad un suo album del 2016.
Un “buco nero” è un corpo celeste con un campo gravitazionale così intenso che niente può sfuggirgli (né la materia, né la radiazione elettromagnetica), ovvero una regione dello spaziotempo avente una curvatura sufficientemente grande, relativisticamente parlando, che nulla al suo interno può uscire all’esterno, nemmeno la luce.
“Fare un buco nell’acqua” è un modo di dire colloquiale della lingua italiana che indica un’attività o un tentativo inutile, più in generale, un insuccesso.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti che hanno provato a dare la soluzione!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti.

Ed ora, ecco la catena di oggi, prima di perderci troppo in chiacchiere:

Linea
C
S
Sovrano

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore, e, intanto…

BUON FERRAGOSTO!!!

#paroleconcatenate n.29

Eccoci giunti già al ventinovesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Taglio
Netto
Peso
Oro

Un “taglio netto” è un taglio dritto e preciso, senza deviazioni o senza produrre sporgenze o sbavature.
Il “peso netto” indica il peso di una merce, da cui è stato dedotto il peso dell’involucro o dell’imballo, ossia la “tara”.
“A peso d’oro” è riferito in genere all’acquisto di un bene, stimando il valore pari all’equivalente del suo peso in oro, ovvero a carissimo prezzo, riferito in genere all’acquisto di un bene, stimando il valore pari all’equivalente del suo peso in oro.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e grazie a tutti i partecipanti che hanno provato a dare la soluzione!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica aggiornata alle prime 20 puntate.

Ed ora, ecco la catena di oggi, per non discostarci troppo dalla precedente:

Oro
N
B
Acqua

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

Avanzamento dei lavori di luglio

Questo mese sono finalmente arivate le tanto agognate ferie estive!! Con i bambini a casa 24 h su 24 e i vari spostamenti per l’Italia per le vacanze, sono andata un po’ a rilento con i miei vari lavori. Però sono riuscita a:

  • proseguire il lavoro a maglia per realizzare il vestitino a maglia a ferri accorciati per la Patata (mod. Twirly Girlie by DROPS Design) e a terminare la gonnellina e la cintura e iniziare il top;
  • realizzare all’ultimo minuto un biglietto per il compleanno di un compagno della scuola materna del Terremoto, per accompagnare i regali da parte di tutta la classe e dei suoi genitori;
  • proseguire il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote;
  • realizzare 34 tavolette quadrate in plastica per la tessitura a tavolette.

…e con questo ho finito… 🙂

#solocosebelleluglio

Ed ecco che anche il mese di luglio è terminato… e dopo qualche mese di latitanza, sebbene in ritardo di un giorno, rieccomi a partecipare all’appuntamento mensile con il post dedicato al tema “#solocosebelle”, ideato da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose”…

Questo mese, dopo varie vicissitudini lavorative, finalmente sono arrivate le tanto necessarie ferie!!! Abbiamo dovuto affrontare lo scoglio dell’ultimo giorno di scuola sia per il Terremoto (che a settembre andrà in Ia elementare) che per il Topino (che a settembre inizia la scuola materna) e la cosa è stata davvero carica di emozioni perché, dopo 9 anni ininterrotti di frequenza, lasciamo definitivamente il nido!
A metà luglio, quindi in anticipo di un mese rispetto al solito, abbiamo fatto il nostro annuale viaggio per raggiungere le coste ioniche della Puglia…

Il posto preferito dai bambini (e anche da noi adulti): il mare!!!

E il locale vicino a Taranto che ogni anno raggiungiamo come meta fissa quando siamo in Puglia: “Poldo Forever”, il re della Puccia (un panino caratteristico del Salento che viene riempito con carne a scelta, insalata, pomodoro, patatine fritte, salse…).

Infine qualche scatto che spero possa rendere la bellezza dei luoghi…

Tramonto sugli uliveti

Tramonto sul mare a Campomarino (TA)

Distesa di vitigni

Uliveti

…e buon inizio di un nuovo mese estivo ricco di #solocosebelle!!! 🙂

#paroleconcatenate n.28

Eccoci giunti già al ventottesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Notte
Bianca
Arma
Taglio

La “notte bianca” è un’iniziativa promossa generalmente a livello cittadino, che consiste nell’organizzazione di vari eventi di stampo culturale o di intrattenimento che si svolgono nell’arco di una nottata. Spesso questa è accompagnata da un servizio straordinario dei mezzi pubblici, dall’allestimento di spettacoli vari, dall’apertura prolungata di negozi e di musei.
Secondo alcuni, l’“arma bianca” indica tutte quelle armi la cui destinazione è l’offesa alla persona, che sfruttano solo la forza del combattente e che provocano ferite per mezzo di punte (come pugnali e baionette), forme contundenti (come manganelli e arieti) o lame di metallo (come spade e sciabole); quelle che lanciano oggetti bellici (come archi, balestre, cerbottane e catapulte), e quelle che fungono da difesa da esse (come scudi, spray antiaggressione e armature). Per altri, si possono definire come tutte le armi in metallo che non siano armi da fuoco, oppure tutte le armi che non provocano rumore.
Un’“arma da taglio” è un’arma finalizzata a tagliare, ne sono tipici rappresentanti le spade, i coltelli, le sciabole e le asce.

Perciò, complimenti a Luisella, che ancora una volta ha indovinato per prima, e grazie a tutti coloro che hanno lasciato anche solo un saluto!

Le regole le trovate qui, mentre qui ci sono tutti gli esempi precedenti e qui la classifica aggiornata alle prime 20 puntate.

Ed ora, ecco la catena di oggi, per non discostarci troppo dalla precedente:

Taglio
N
P
Oro

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#paroleconcatenate n.27

Eccoci giunti già al nostro ventisettesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Doppio
Senso
Unico
Pezzo

Un “doppio senso” è una parola o una frase concepita per essere intesa in due modi diversi. Solitamente, uno dei significati è osé o indecente e l’insinuazione può trasmettere un messaggio che sarebbe socialmente imbarazzante, sessualmente allusivo, o offensivo da dichiarare direttamente. Nel codice stradale, esiste un segnale di “doppio senso” di circolazione, un segnale di pericolo che preannuncia (di norma a 150 metri) che una carreggiata a senso unico, diventa a doppio senso di circolazione e quindi si potranno incontrare veicoli che marciano in senso opposto. Continua a leggere

#paroleconcatenate n.26

Eccoci giunti già al ventiseiesimo appuntamento con il nostro gioco delle parole concatenate!!!

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Fuori
Classe
Energetica
Bevanda

Un “fuoriclasse” nello sport è colui che riesce a primeggiare possedendo doti molto superiori a quelle degli altri atleti che gareggiano nella sua stessa disciplina. Per estensione, il termine viene utilizzato anche al di fuori dello sport per indicare chi, essendo particolarmente abile, riesce a sopravanzare gli altri nei settori più svariati. “Fuoriclasse” è anche una serie televisiva italiana, trasmessa su Rai 1 per tre stagioni dal 2011 al 2015, con Luciana Littizzetto che interpreta il personaggio di una professoressa di Latino e Lettere del “Liceo scientifico Caravaggio” di Torino. Continua a leggere

Tavolette per tessitura

Qualche anno fa, frequentando diverse sagre e rievocazioni storiche, ho scoperto questa tecnica di tessitura: la tessitura a tavolette.
Ho cercato in giro per la rete qualche tutorial o spiegazione di come funzionasse, poiché dalle donne che lavoravano con questa tecnica a delle cinture non avevo avuto grandi illuminazioni… Però, niente!!

In effetti, come ho scoperto di recente, la tecnica è abbastanza complessa per chi vi si avvicina per la prima volta e non può essere spiegata in quattro parole, soprattutto se si è a metà del lavoro!
Infatti, nell’ultimo mese, girando su Pinterest, ho finalmente trovato maggiori delucidazioni e la voglia di cimentarmi anch’io è aumentata a dismisura… Tanto che, senza starci troppo a pensare, ho deciso in quattro e quattr’otto di cominciare con il realizzarmi le mie tavolette! 😀

Poiché ho visto che le tavolette di legno costavano un po’ e che molti video suggerivano di realizzarle con cartoncino, salvo poi avvertire che il cartoncino dura poco perché si rovina in fretta, ho optato per la plastica (di facile reperibilità, facile da tagliare ma più resistente)! Così ho ritagliato con delle forbici robuste dei quadrati con lato di 6 cm in un flacone di plastica del detersivo e nelle vaschette del gelato (che, con questo caldo, a casa mia si consuma in gran quantità 😛 )! Poi, con la bucatrice, ho praticato i 4 fori su ciascuno degli angoli ed ecco pronte le mie (prime) 34 tavolette!!!

Non si dice che “Chi ben inizia è a metà dell’opera”? 😀

#paroleconcatenate n.25 con aiutino

Con la prima puntata di luglio, si rende nuovamente necessario qualche piccolo aiutino, poiché forse le parole da indovinare erano un po’ più complicate del solito…
Ringrazio comunque Fiore e Luisella che hanno ugualmente tentato di dare la soluzione, perché anche se non si vince, l’importante è partecipare!! 🙂

Ripropongo perciò la catena:

Fuori
C _ _ _ _ e
E _ _ _ _ _ _ _ _ a
Bevanda

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore (speriamo)!!! 🙂