Giochiamo con i mesi: #solocosebellefebbraio

Con la fine di febbraio, ecco ancora il mio appuntamento con il post dedicato al tema “#solocosebelle”, ideato da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose”…

Questo mese c’è stato S.Valentino, con i suoi cuoricini e la sua atmosfera romantica…

e ho partecipato al bellissimo swap di Fiore dedicato ai cuori, per cui ho regalato e ricevuto tanti doni a forma di cuore…

Poi ho realizzato cuoricini anche con (e per) i miei figli con gli elastici…

 

…e un biglietto di auguri per il compleanno di una compagna di scuola!

 

Questo mese abbiamo avuto un tempo davvero variabile:

“cielo a pecorelle”,

alternato a giornate di sole, con tramonti spettacolari…
la luna piena visibile nel cielo limpido
e il sole nascosto dalla nebbia e dalla foschia…
e il tramonto dopo la tempesta…

Infine, questo mese abbiamo festeggiato il 6° compleanno del Terremoto. Per l’occasione il papà ed io gli abbiamo preparato delle frittelle da portare a scuola… e io gli ho realizzato una torta superveloce per festeggiare in famiglia.

Auguri!!!

Sformato di cavolfiore con salsiccia e patate

Ieri ho preparato questo “cavolsicciàte”, come lo hanno ribattezzato i miei figli. 😀
Per prepararlo ho utilizzato salsiccia, patate e cavolfiore, oltre alla besciamella, alla noce moscata, al sale e al pepe.

Come prima cosa, ho “strizzato” le salsicce, dopo aver bucato le due estremità, facendone fuoriuscire circa 3 polpettine da ciascuna. Dopo averle saltate in padella, le ho messe in una pirofila. Poi ho lessato il cavolfiore e le patate e ho creato uno strato di patate a cubetti e salsiccia e, sopra, uno strato di cavolfiore.
Vi ho versato sopra la besciamella, con una spolverata di noce moscata, di sale e di pepe.
Ho messo in forno per una ventina di minuti e ho servito in tavola!

Il risultato era ottimo e gustoso, tanto che è sparito in un batter d’occhio!

#paroleconcatenate n.8

Eccoci, puntuali come ogni settimana, all’ottavo appuntamento con questo gioco delle parole concatenate, giunto alla fine del suo secondo mese di vita.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Dado
Brodo
Carne
Rossa

La prima parola è collegata alla seconda perché il “dado da brodo”, al contrario del 🙂 “dado da gioco”, è un dado commestibile fatto di glutammato che serve a salare e dare sapore ai cibi.
Al contrario del “brodo di dado”, abbiamo il “brodo di carne”, fatto non artificialmente ma con la carne bollita.
Infine abbiamo la “carne bianca”, che è quella di pollo, tacchino, coniglio e maiale e la “carne rossa”, che può essere di manzo, di vitello, di cavallo, di pecora.

Perciò, complimenti a Luisella, che ha indovinato per prima, e… grazie a tutti i partecipanti.

Le regole le trovate qui, ed ora ecco la catena di oggi:

Poesia
L
O
Omnia

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

#insiemeraccontiamo 42

Ecco il nuovo “incipit” di Pat del blog myrtilla’s house, tutto in tema con il mese di febbraio…
e i miei finali alternativi…

S.Valentino d’oggi

San Valentino… una delle tante feste in cui ci si doveva per forza di cose far regali. Oh! Lei lo aveva fatto e in cambio…

…aveva ricevuto solo un sms. Si dovevano incontrare per un’appuntamento e per scambiarsi i regali, ma lui non si era presentato.
Le aveva solo inviato un’emoticon:

e poi aveva bloccato il suo numero e l’aveva eliminata dalla propria cerchia di amicizie su tutti i social!
“Sai che c’è? Visto che tanto ho ancora lo scontrino, torno al negozio e mi faccio cambiare la cover della sua squadra del cuore con una cover tutta glitterata per il mio, di cellulare! Così impara, quello str…o”
Girò i tacchi e si diresse a passo spedito verso il negozio.


S.Valentino d’altri tempi

San Valentino… una delle tante feste in cui ci si doveva per forza di cose far regali. Oh! Lei lo aveva fatto e in cambio…

…aveva ricevuto un invito presso un ristorante molto chic, tanto che il suo modesto dono le pareva così di poco valore che si vergognava anche a darglielo. Anche se, in fondo, era fatto con il cuore (e con le sue mani) e doveva pure contare qualcosa!
Si preparò con un vestito elegante, un filo di trucco e una parure di orecchini e collana di perle che aveva ereditato dalla nonna paterna. Lui era arrivato sotto casa sua, aveva suonato il citofono e lei era subito corsa ad aprirgli la porta. Poi, dopo un bacio, lui l’aveva fatta salire sull’auto ed aveva guidato fino al ristorante, dove aveva parcheggiato e le aveva aperto la portiera per aiutarla a scendere…
Una volta nel ristorante, avevano ordinato la cena, accompagnata da un ottimo vino. Poi un’orchestrina si era avvicinata e aveva iniziato a suonare per loro una melodia romantica e lui si era alzato, le si era avvicinato e si era inginocchiato davanti a lei e, tirando fuori dalla tasca una scatolina di velluto, gliel’aveva aperta davanti e lei era rimasta incantata dal bellissimo anello antico. Poi, le fatidiche parole “Vuoi diventare mia moglie?” l’avevano fatta sciogliere in lacrime mentre rispondeva di sì.

Dopo quel S.Valentino indimenticabile, ogni anno lei e suo marito festeggiavano con una cenetta romantica e lei gli regalava qualcosa fatto con le sue mani. Anche ora che avevano 4 figli, il giorno di S.Valentino li lasciavano ad una nonna o ad una baby-sitter e uscivano. Dopotutto, forse S.Valentino non era proprio “una delle tante feste in cui ci si doveva per forza di cose far regali”!

♥ ♥ FINE ♥ ♥

5° swap del cuore di Fiore

…Ed ecco finalmente concluso anche il mio scambio per lo swap del cuore organizzato da Fiore!!! Stavolta il postino ci ha messo lo zampino, visto che il pacchetto era stato spedito il 5 febbraio ed è arrivato solo ieri…

Elisabettta del blog Lab 360°, a cui avevo inviato dei pensierini creati da me (vedere qui), mi ha inviato delle belle cosine create da lei:

  • dei segnalibri molto colorati creati piegando la carta con la tecnica degli origami,
  • un cuore in cannucce di carta decorato con roselline di pannolenci e nastrini,
  • un cuore decorativo realizzato con fil di ferro e perle,
  • un bellissimo biglietto con cuoricini, realizzati sempre con la tecnica degli origami (che riprende il bigliettino che mi aveva inviato per lo “Swap Auguri di Natale”, sempre organizzato da Fiore).

Grazie dei deliziosi doni a Elisabetta e grazie ancora a Fiore per aver organizzato questo simpatico swap!

Alla prossima! 🙂

Shaker-card per compleanno

Lo scorso week-end, mi sono trovata a dover realizzare in brevissimo tempo un biglietto di auguri per il 9° compleanno di una compagna del Nano…

Poiché siamo ancora in aria di S. Valentino, e anche di Carnevale, e poiché il regalo della classe era uno skateboard con relativo casco e paraginocchia, ho realizzato questo:


Con questo post partecipo al challenge de “Le Tre Pazze PAPERine”:

#paroleconcatenate n.7

Ed eccoci giunti al settimo appuntamento con questo gioco delle parole concatenate…

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Pagliaio
Ago
Filo
Discorso

Le prime due parole sono collegate nel famoso modo di dire “cercare l’ago nel pagliaio”, per indicare che si sta intraprendendo una ricerca o un’impresa impossibile, poiché un ago in un pagliaio è per l’appunto impossibile da trovare.
L’accoppiata di ago e filo è lo strumento indispensabile per cucire.
Il “filo del discorso” è lo sviluppo logico e coerente di un ragionamento in un discorso, in senso lato l’argomento principale del discorso stesso.
Perciò, complimenti a Maria del blog “Africreativa” che ha indovinato per prima e grazie a tutti i partecipanti.

Le regole le trovate qui, ed ecco la catena di oggi:

Dado
B
C
Rossa

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!

Cuori con elastici

Il 14 febbraio pomeriggio, appena sono arrivata alla scuola materna a prendere lui e la Patata, il Terremoto mi ha chiesto se gli avevo preparato un regalino per S. Valentino. Colta alla sprovvista, gli ho spiegato che il regalino si fa tra le persone innamorate, ma gli ho proposto di realizzare insieme dei cuori con gli elastici da appendere (come quelli che ho realizzato per lo swap del cuore di Fiore)…
Visto che lo facevo insieme a lui, anche i fratelli minori ne hanno voluto uno uguale. Così sono venuti fuori 3 charms a cuore, che ho appeso ad un semplicissimo elastico perché potessero metterlo al polso subito per la sera stessa!

🙂

5° swap del cuore di Fiore (invii)

Quest’anno Fiore ha indetto il suo 5° swap del cuore e per la prima volta mi sono buttata e ho deciso di parteciparvi…
Per lo swap sono stata abbinata a Elisabettta del blog Lab 360°, a cui ho inviato:

  • un blocchetto di post-it a forma di cuore, con il supporto in cartoncino per appenderlo e per infilarci una matita, realizzato da me;
  • una matita rivestita da me con del washi-tape a cuoricini (inserita nel porta-post-it);
  • due penne con charms a forma di cuore che ho realizzato con gli elastici azzurri e rosa (quelli da braccialetti);
  • un segnalibro a forma di cuore in pannolenci cucito da me;
  • un biglietto con un cuore in cartoncino ondulato e una striscia di washi-tape con i cuori…

E per accompagnare in modo dolce il pacchetto, vi ho messo dentro gli “Strucchi”, dei dolcetti tipici del Friuli, confezionati con un cartoncino con oblò a forma di cuore e legato con un nastrino… indovinate un po’… 😀
…con fiorellini e cuoricini!!!!!!

Grazie ancora a Fiore per aver organizzato questo simpatico swap e…

BUON S. VALENTINO a tutti!!!
🙂

#paroleconcatenate n.6

Ed eccoci già al sesto appuntamento con il nuovo gioco delle parole concatenate.

La soluzione della catena della settimana scorsa era:

Benzina
Pieno
Vuoto
Rendere

Le prime due parole sono legate poiché “fare il pieno di benzina” è una delle opzioni quando ci si reca presso un distributore di carburante, altrimenti si può scegliere l’importo da farsi erogare.
Il contrario di ‘pieno’ è ‘vuoto’, e quando un bicchiere è riempito a metà, si può dire che è “mezzo pieno” o “mezzo vuoto”. 🙂
Il “vuoto a rendere” è la dicitura che si trova su alcuni contenitori (in genere bottiglie di vetro, ma anche in plastica PET) e che significa che una volta svuotati devono essere resi al fornitore (spesso dietro restituzione di una piccola cifra a mo’ di cauzione), così che possano essere riutilizzati.

Complimenti, quindi, a Luisella del blog “Tra Italia e Finlandia”, che ha indovinato e… grazie a tutti i partecipanti!!!

Per prima cosa, una rinfrescata alle regole:

  • ogni martedì (visto che il gioco è iniziato il primo giorno dell’anno, che è stato appunto un martedì) io posto una catena di 4 parole collegate tra loro (la prima deve essere legata con la seconda, la seconda con la terza e la terza con l’ultima), di cui la prima e l’ultima saranno completamente leggibili, mentre delle 2 centrali sarà visibile solo l’iniziale.
  • Ci sarà tempo 1 settimana per postare la propria soluzione (una sola per post a partecipante) nei commenti (che saranno visibili solo dopo l’approvazione), trovando le due parole corrette attinenti (qui tutti gli esempi precedenti).
  • Il martedì successivo, pubblicherò la soluzione e il nome di chi ha indovinato le parole. In caso di più persone che indovinano, vince chi ha dato la soluzione corretta per primo in ordine cronologico nei commenti.
  • Nel caso in cui nessuno abbia indovinato, pubblicherò di nuovo la stessa catena di parole, con qualche indizio in più sulle 2 parole centrali.
  • Alla fine dell’anno vedremo chi avrà indovinato più catene e quindi sarà decretato vincitore della sfida dell’anno!

Ed ora, ecco la nuova catena:

Pagliaio
A
F
Discorso

Indovinato??? 🙂

A martedì prossimo per la soluzione e il vincitore!!!