Foglie, foglie, foglie

Ormai da un po’ di tempo mi sono fatta prendere un po’ la mano dalla maglia ai ferri, poiché trovo che lavorare a maglia sia un meraviglioso anti-stress e, tra lavoro e casa, di stress ultimamente ne sto accumulando parecchio… inoltre, lavorare a maglia mi è possibile anche mentre faccio altro (cucinare, guardare serie tv, addormentare il Topino, fare il bucato, ecc…), soprattutto se infilo il gomitolo in una borsetta e me lo appendo al braccio o a tracolla e se uso i ferri circolari!!! 😛

Per l’autunno, sto creando foglie a maglia in vari colori, seguendo dei modelli, ma anche inventando di testa mia (come le foglie della zucca).

Foglie

Un paio di foglie le ho create seguendo i modelli presi dal blog Natural Suburbian (mod. Knitted Leaf e mod. Pin Oak Leaf).

Foglia di quercia

Poi ne ho creata un’altra iniziando come da istruzioni e terminando di testa mia, per fare una foglia di zucca.

 

Con questo post partecipo al challenge:
e al Linky Party per il 4° compleanno del mio blog:

Salva

Salva

Salva

Linky Party 4° compliblog

Con l’arrivo dell’autunno e l’avvicinarsi della fine di ottobre, il mio piccolo blog sta per compiere i 4 anni dalla pubblicazione del primo post!!!

Per festeggiare l’evento, ho pensato di aprire un Linky Party con tema autunnale…

Per partecipare bastano 2 semplici passaggi:

  1. cliccare, a fondo post, su “Add your link” e aggiungere il link ad un post (anche vecchio) a tema autunnale in senso lato: qualunque creazione, ricetta, evento, idea o foto che richiami l’autunno, la festa di Halloween, il colore delle foglie, ecc…
  2. condividere questa iniziativa copiando nel proprio post o nel proprio blog/pagina Fb l’immagine qui sopra e linkandola a questo post.
Oppure, si può copiare e incollare questo codice html:

Il Linky Party terminerà il 15 novembre. 🙂

Contenitori fantasia per maglia

Per riordinare la mia scrivania e il mio angolo creativo, ho creato e rinnovato alcuni contenitori di forma cilindrica in cui conservare aghi da lana, uncinetti e altro materiale da maglia diverso dai semplici ferri, che conservo in un portaferri a tasche che apparteneva alla mia nonna.

Uno dei contenitori l’ho ereditato da mia nonna, ed era un barattolino di metallo per gli stick della glicemia riutilizzato per contenere gli aghi grossi da lana e i passanastri. Gli altri li ho ricavati da alcuni tubetti di cioccolatini in cartoncino, con il tappo di plastica.

Per abbellirli, vi ho incollato esternamente dei rettangoli di stoffa adesiva (presa tempo fa da “Tiger”), avvolgendoli tutto intorno e facendoli aderire alla superficie dei contenitori.

Ora sono molto più simpatici e contribuiscono ad abbellire la scrivania, oltre a contribuire a ridurre il disordine!!!

😀

Con questo post partecipo al:

Biglietti con farfalle a fisarmonica

Per la fine dell’anno scolastico, dopo aver visto le mie “explosion-box” con volo di farfalle e con le farfalle disegnate dai compagni del Nano, un’amica mi ha chiesto consiglio e aiuto per creare dei biglietti per accompagnare i regali per le educatrici del nido della figlia.

Così l’ho aiutata a creare dei biglietti, più semplici e veloci da realizzare rispetto alle “explosion-box”…
Su mio suggerimento ha commissionato alle altre mamme delle farfalle fatte in orizzontale su fogli formato A5 con le impronte o la sagoma delle manine dei bimbi…
Insieme le abbiamo attaccate a due nastrini di raso con lo scotch biadesivo, in modo da formare una catena richiudibile a fisarmonica (come avevo fatto per le “explosion box” per le insegnanti del Nano) e gliele ho fissate ai biglietti di cartoncino facendovi due fessure e inserendovi il nastrino. Chiudendo il tutto con due fiocchi, l’effetto-sorpresa era assicurato: al momento dell’apertura del biglietto, le educatrici avrebbero sciolto i nastrini e le farfalle sarebbero cadute giù srotolandosi in tutta la loro bellezza!! Continua a leggere

Cestini di Pasqua

Oggi è l’ultimo giorno di scuola prima di Pasqua e ieri ho deciso di preparare due cestini con degli ovetti di cioccolato per le educatrici del nido del Topino.

Per crearli, ho utilizzato due coperchi di plastica del sapone liquido, li ho ricoperti di spago avvolgendovelo intorno e fissandolo di punto in punto con la colla a caldo. Alla fine, ho incollato i manici di spago e vi ho attaccato una farfallina di carta e un fiocchetto ricavato da un avanzo di lana lavorato a catenella all’uncinetto (l’unica cosa che so fare bene all’uncinetto! 😛 ). All’interno dei cestini ho inserito due sacchettini fatti con una striscia di carta crespa ripiegata in due e cucita sui due lati, risvoltata e ritagliata con 4 petali. Dentro vi ho messo degli ovetti di cioccolato. Una confezione a “tutto riciclo” d’effetto!

Continua a leggere

Biglietto di Pasqua XX(X)S

Quest’anno, dopo aver partecipato all’Atelier di Natale organizzato dall’asilo nido, in cui abbiamo realizzato un biglietto di auguri io e la mia Patata insieme, per un pelo (avevo appena fatto l’inserimento al nido del Topino) sono riuscita a partecipare all’Atelier organizzato per Pasqua con la classe dei piccoli. Infatti, siccome a Natale erano tutti troppo piccoli, l’esperienza è stata spostata a Pasqua ed è stata un bel momento di conoscenza tra mamme, oltre che (solo per me, perché il Topino non è ancora in grado di partecipare, mentre le altre mamme hanno avuto un gran daffare a raccogliere pezzetti di carta e a toglierli dalla bocca e dalle mani dei loro piccoli! 😛 ) un momento di relax creativo…

Con un po’ di colla, qualche pezzetto di carta crespa, qualche quadratino di stoffa a retina e un pezzetto di simil-pelle, ho creato un delizioso rametto di fiori molto primaverile e molto pasquale… 🙂

E anche le altre mamme e nonne sono state davvero creative, dimostrando cosa si può fare con così poco… Insomma, abbiamo passato una piacevole oretta insieme! 🙂

E con questo…

Auguri di Buona Pasqua a tutti!!!!

Con questo post partecipo al:

Partecipazioni di matrimonio

Sì, oggi voglio parlare proprio delle mie partecipazioni di matrimonio… No, non mi sposo: sono già sposata da quasi 9 anni! Però volevo parlare delle mie partecipazioni perché già all’epoca, anche se non avevo un blog e non mi dedicavo a molti hobby oltre al ricamo a punto croce e al lavoro a maglia, avevo già la passione per le cose fatte a mano. E le mie partecipazioni di nozze sono state opera mia (con una piccola manodopera del mio all’epoca fidanzato ed attuale marito).

Per crearle, abbiamo tagliato dei cartoncini A4 a metà (quindi in formato A5), poi abbiamo disegnato sul lato frontale due cuori intrecciati (a ricordare il simbolo dell’infinito) e li abbiamo colorati con due pennarelli dorati differenti. Poi abbiamo inciso all’interno dei due cuori delle finestre da cui si vedessero i nostri due nomi scritti all’interno del biglietto.

Continua a leggere

Card primaverile con mimosa

Per la festa della donna ho creato una card molto primaverile. Come prima cosa, ho cercato in Internet un disegno di un rametto di mimosa e l’ho stampato su carta. Poi ho punzecchiato tutti i puntini con l’aiuto di uno spillo con la capocchia a pallina (per non farmi male alle dita 😀 !). In seguito, ho ricamato con ago e filo colorato (giallo, verde e marrone) tutto il disegno.

Una volta ricamata la mimosa, ho piegato il cartoncino e ho decorato con farfalline di carta colorate ricavate con il paper-punch, con sagome di legno a farfalla e con washi tape giallo con farfalle. Infine ho incollato il lato sottostante (per nascondere il retro non proprio “perfetto” e i fili fissati dietro).

Continua a leggere

Torta con mimosa “astratta”

Per l’8 marzo volevo fare una bella torta che richiamasse la mimosa… Ho preparato una torta con base di pan di Spagna, crema Chantilly e infine decorazione di mimosa…
Il risultato non era male… Purtroppo, però, il cioccolato (da topping) che avevo spruzzato sulla crema si è un po’ dilatato e quindi il rametto di mimosa è diventato più simile ad un quadro un po’ “astratto” che ad un rametto realistico… 😛
Comunque, la torta era buona!!!

E se Picasso avesse iniziato proprio così, con un quadro riuscito male? 😆Comunque, Auguri a tutte le donne!!!

Con questo post partecipo al:

Fascia per capelli a maglia

Mentre sto ancora lavorando ai leggins, ho deciso di partire con la fascia per i capelli abbinata (mod. Posie by DROPS Design) e l’ho iniziata e terminata in pochissimi giorni… Solo che, invece di chiuderla ad anello, vi ho messo due bottoncini per poterne regolare un minimo la larghezza.

Visto che alla fascia del modello andava applicato un fiore all’uncinetto, ma io non sono molto brava con l’uncinetto, ho scelto di modificare l’originale creando tre fiorellini ai ferri:

  1. Il primo fiore che ho creato è una rosellina fatta a spirale, per la quale ho seguito le istruzioni di Youtube: ho messo su 84 maglie (numero di m. divisibile per 6), e ho lavorato i ferri in questo modo: primi 5 f. a maglia rasata (quindi 1 f. dir,. e 1 f. rov.), iniziando dal 1° f. a dir.; 6° f.: *6 m. a rov., avvolgere il ferro intorno al lavoro ruotandolo in senso orario 1 v.*, ripetere da * a *, 6 m. a rov.; 7° f. a dir.; 8° f.: *3 m. insieme a rov., riportare la m. sul ferro di sin.*, ripetere da * a * fino a quando restano 4 m. sul f. di sin., lavorare le ultime 4 m. a rov. e chiudere passando il filo nell’ultima asola e tirandolo.
    Alla fine mi è rimasta una lunga striscia un po’ attorcigliata e quindi, arrotolandola a spirale un po’ alla volta, l’ho cucita a piccoli punti alla base (con il dritto all’esterno) e infine ho cucito anche il bordo laterale. Questa la rosellina che ho ottenuto:
    Continua a leggere