Avanzamento dei lavori di maggio

Questo mese, nonostante il grande impegno con la didattica a distanza (la cosidetta “DaD”), sono riuscita a realizzare qualcosa, sferruzzando, cucinando o ricamando mentre il Terremoto ascoltava la lezione o tra una rincorsa e l’altra per la casa per rimetterlo davanti al computer… 😀 Ecco brevemente l’elenco di quello che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito il lavoro al nuovo modello di tunica (mod. 107-25 e 107-24 by DROPS Design) in cotone sfumato in azzurro con i gomitoli e i ferri che mi hanno regalato le mie colleghe per il mio compleanno dello scorso anno;
  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote, cui mancano solo la parte centrale della preghiera di S. Francesco e da ripassare il fondo del saio del Santo;
  • ho realizzato varie mascherine colorate per i miei due figli minori senza cucire, utilizzando le gambe dei leggins bucati di mia figlia;
  • ho realizzato al computer due versioni di domino “didattico” per i miei figli (uno con il disegno delle mani e un altro con le facce dei dadi), per aiutarli a imparare e ricordare meglio i “numeri amici” del 10;
  • ho realizzato una scatola a base rettangolare con coperchio in carta con la tecnica dell’origami, per conservare le tessere del domino dei “numeri amici” del 10;
  • ho preparato una torta rovesciata all’ananas e banana per la festa della mamma;
  • ho preparato una torta alle fragole per il 10° compleanno del Nano;
  • ho preparato dei panini morbidi alla lavanda.

…e con questo ho finito… 🙂

Avanzamento dei lavori di aprile

Questo mese, al di là di ogni aspettativa, sono riuscita a realizzare moltissime cose. Ecco brevemente l’elenco di quello che sono riuscita a fare:

  • ho proseguito il lavoro al nuovo modello di tunica (mod. 107-25 e 107-24 by DROPS Design) in cotone sfumato in azzurro con i gomitoli e i ferri che mi hanno regalato le mie colleghe per il mio compleanno e sto proseguendo con il retro;
  • ho proseguito il ricamo a punto croce e punto scritto per il quadretto per la Prima Comunione di mio nipote, proseguendo con la scritta della preghiera;
  • ho realizzato dei biglietti di compleanno con le nuove fustelle che avevo comprato a febbraio e che mi sono arrivate questo mese e non vedo l’ora di usarle per i biglietti di compleanno dei compagni dei miei figli (appena riapriranno le scuole!);
  • ho aiutato i miei figli a realizzare i lavoretti di Pasqua, seguendo le istruzioni e le indicazioni video date dalle loro maestre;
  • ho realizzato dei prototipi per le scatoline delle bomboniere per la Prima Comunione del Nano, anche se è stata rimandata a data da destinarsi;
  • ho creato una scatolina a base rettangolare di carta, con la tecnica dell’origami, per contenere le figurine della raccolta d’arte del Nano;
  • ho creato una scatolina quadrata di carta, con la tecnica dell’origami, per contenere le carte del Memory che i miei figli hanno trovato ne “gli vuovi” di Pasqua;
  • ho realizzato per i miei figli delle mascherine senza cuciture (e con possibilità di inserirvi un filtro di carta/tessuto/carta da forno), perché possano giocare in cortile senza rischi;
  • ho preparato diverse volte dei panini morbidi (tipo quelli da hamburger) senza usare la macchina del pane e mi sono specializzata nella loro preparazione;
  • ho riordinato e riorganizzato gli spazi nella mia mini craft-room;
  • ho aiutato i miei figli a fare i compiti di metà quadrimestre per la scuola (oltre a farglieli fare giorno per giorno 🙁 ).

…e con questo ho finito… 🙂

Scatolina per figurine

Il Nano, prima che la scuola si interrompesse, ha iniziato una raccolta di figurine, incentivato dall’insegnante di arte. Io generalmente sono contraria agli album di figurine, perché sono un enorme dispendio di denaro (un pacchetto oggi costa almeno 0,60 €) e raramente si riescono a completare… Però la raccolta in oggetto è molto bella ed è a tema “Arte del Novecento” e quindi ci siamo accordati con il Nano che le figurine le compra con i soldi che negli anni gli ha portato il Topolino (per ogni dente caduto) e noi gli diamo un piccolo contributo…

In questi giorni di quarantena, uscire a comprare le figurine quando si esce per fare la spesa è diventata una festa e attaccarle insieme a lui all’album, scoprendo ogni volta un’opera d’arte, piace molto anche a me. Purtroppo, con l’aumentare del numero di figurine, aumenta anche il numero dei doppioni e la taschina che il Nano aveva realizzato e attaccato alla fine dell’album non basta più! Perciò, sono intervenuta con la mia vena creativa e insieme abbiamo realizzato delle scatoline di carta con la tecnica dell’origami.

Tra i vari modelli trovati in rete, abbiamo optato per una scatolina dalla base rettangolare che nel nostro “prototipo” (in carta A4 da fotocopie, da 80 g/m2) coincideva perfettamente con le misure delle figurine da contenere… Poi, dopo qualche misura e qualche calcolo, abbiamo perfezionato il tutto e abbiamo realizzato la scatolina con coperchio utilizzando della carta colorata un po’ più robusta (da 110 g/m2).

Se si volesse realizzare una scatolina su misura, è possibile calcolare la grandezza del foglio da utilizzare in base alla seguente formula (vedere la figura accanto per comprendere la legenda):

dimensioni del foglio = (b + 2B) x 4h

dove b è il lato corto della base, mentre B è il lato lungo della base (e corrisponde anche all’altezza h della scatola).

Viceversa, con la formula inversa, è possibile calcolare la grandezza della scatolina a partire dalle dimensioni del foglio utilizzato:

dimensioni della base = (l – ½ L) x ¼ L

dove l è il lato corto del foglio, mentre L è il lato lungo.

Per ottenere una scatolina con base adatta a contenere le figurine, abbiamo rifilato un foglio di carta colorata un po’ spessa (da 110 g/m2) da 24×34 cm in modo da dargli le misure di 22,5×34 cm. Una volta eseguite tutte le piegature, come da istruzioni (qui), abbiamo ottenuto la scatolina in foto e vi abbiamo inserito tutte le figurine.

Per capire ancora meglio, potete guardare questo video molto chiaro.

🙂

Avanzamento dei lavori di dicembre

Questo mese mi sono data molto da fare, realizzando moltissimi lavori. Ecco in breve quello che sono riuscita a fare:

  • ho realizzato un biglietto pop-up con i palloncini per la festa di compleanno di una ex-compagna di scuola materna del Terremoto;
  • ho realizzato un altro biglietto con “Lego-auguri”, per la festa di compleanno di un ex-compagno di scuola materna del Terremoto;
  • ho realizzato 7 biglietti di auguri per le mie abbinate dello “Swap Auguri di Natale” organizzato da Fiore del blog “Casalinga per caso”;
  • ho completato tutti i lavori che avevo iniziato e ho realizzato dall’inizio quelli che mancavano, per la raccolta “Fare Natale”.

E adesso sono pronta a cominciare un nuovo anno 2020 molto produttivo… visto che i buoni propositi iniziali e la buona volontà non mi mancano!!! 😛

Fare Natale 7: fiocchi di neve di carta

Per il settimo appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco dei fiocchi di neve di carta, adatti ad essere appesi all’albero di Nataale o attaccati ad una finestra… Sono molto facili da realizzare, tanto che anche il Nano lo scorso anno ha imparato a realizzarli e ne ha fatti un bel po’ da appendere alla finestra, di diverse dimensioni…

Per realizzarli, basta procurarsi un foglio di carta quadrato (in caso di fogli A4, tagliando la striscia in eccesso si ottengono dei quadrati di cm 21 x 21 e quindi dei fiocchi di neve delle stesse dimensioni), delle forbici e un po’ di colla.
Piegando a metà il foglio, in modo da ottenere dei triangoli, per 3 volte (figg. 1-4), si ottiene un triangolo pari a metà della punta del fiocco di neve.
Praticando 3 tagli quasi paralleli in modo da ottenere delle specie di petali (fig. 5), si ottiene la forma del fiocco di neve.
Poi, riaprendo il foglio, basta prendere ciascuna delle linguette centrali e incollarle al centro del fiocco di neve.Se invece di uno solo, se ne realizzano due, con carta rossa o bianca, possono diventare delle meravigliose stelle di Natale.
Basterà incollarli uno dietro l’altro inclinati di 45° uno rispetto all’altro. Volendo, si possono incollare al centro delle perline dorate, delle palline dorate o altre decorazioni, in modo anche da coprire i lembi incollati.
In questo modo, possono anche essere messe al centro della tavola delle feste, con un risultato davvero spettacolare e un minimo sforzo.

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 5: lumini ad albero di Natale

Per il quinto appuntamento con le decorazioni natalizie, ho realizzato degli alberi di Natale in carta, al cui interno inserire dei lumini (possibilmente al led, perché le candeline tea-light potrebbero bruciare la carta) per illuminare la tavola natalizia o la casa. La loro realizzazione è molto semplice: bastano poche piegature e sono pronti…

Si inizia con un quadrato (fig. 1), che si piega a metà ad ottenere un triangolo (fig. 2). Si piega nuovamente a metà questo triangolo (fig. 3), poi ancora a metà (fig. 4), e questo ancora a metà, ad ottenere due triangoli differenti (fig. 5). Infine, si taglia il lato di base arrotondandolo leggermente, sul lato doppio si praticano diversi tagli paralleli, mentre sul lato singolo si praticano dei tagli triangolari (fig. 6). Arrivati a questo punto, si apre tutto il cerchio e si piegano i lati con i fori romboidali verso l’interno (piega a valle) e i lati con i tagli dritti verso l’esterno (piega a monte).
Si possono poi piegare le linguette ricavate con i tagli paralleli verso una stessa direzione (senso orario o antiorario), oppure verso l’alto.

Io ho realizzato due alberelli: quello bianco è realizzato piegando le linguette ricavate con i tagli paralleli verso una stessa direzione, mentre quello verde è realizzato piegando le linguette ricavate con i tagli paralleli verso l’alto.
Inoltre, i due alberelli sono differenti per la direzione dei tagli (uno è stato girato in fig. 6).

Infine, vi ho inserito un lumino a led all’interno, a creare una magica atmosfera natalizia…

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 4: stelle di carta bicolori

Per il quarto appuntamento con le decorazioni natalizie, ecco delle stelle di carta da appendere o da attaccare ad una finestra. La loro realizzazione è molto semplice, adatta anche ai bambini…

Per realizzarle, basta procurarsi 6 fogli di carta di due colori diversi (3 per colore) e ricavare un quadrato su ciascuno (in caso di fogli A4, dei quadrati di cm 21 x 21). Piegando i fogli in 4 parti (fig.1-4), si ricavano dei triangoli su cui vanno praticati dei tagli paralleli (fig. 5). Incollando gli angoli sul davanti e sul retro (fig. 6), si ricavano delle spirali che poi, attaccate tra loro alle punte, tutte nello stesso verso, creano delle stelle. Alternando una spirale di un colore con una di un altro colore, si ricavano delle stelle bicolori a 6 punte.

Utilizzando 5 fogli dello stesso colore, si possono ricavare stelle a 5 punte.

Ed ecco le stelle di carta che abbiamo realizzato con i bambini per decorare le finestre, o da appendere all’albero:

A domani con una nuova idea! 😉

Fare Natale 1: Calendario dell’Avvento origami

Per iniziare questo periodo di Avvento, quest’anno ho deciso di pubblicare un post ogni giorno con una diversa idea per “fare Natale”.

Con cosa potevo inaugurare questa raccolta, se non con… un Calendario dell’Avvento??? 😆

Quest’anno, insieme ai bambini, abbiamo realizzato un calendario con bustine in origami in carta a tema natalizio, che abbiamo attaccato con delle mollettine ciascuna con un numero.

Qui i numeri che ho realizzato io, pronti da scaricare, stampare e ritagliare! Poi si incollano sulla mollettina o direttamente sulla bustina! 🙂

Ecco le istruzioni (semplicissime) per realizzare le bustine, utilizzando un quadrato di carta colorata o di carta fantasia:Noi abbiamo utilizzato delle carte natalizie, che ho stampato dopo averle scaricate da questi siti:

Al loro interno, quest’anno, abbiamo inserito dei racconti a tema “Avvento” che ho scaricato da questi siti:

Lo scorso anno, al lavoro, con diverse colleghe abbiamo fatto realizzare ai bambini un calendario come questo. Ciascuno ha poi decorato a suo piacimento la propria bustina con colla, brillantini e sagome colorate ricavate con i paper-punch.

Per finire, le abbiamo appese ad un filo con delle mollettine con un cuoricino di feltro con il numero e all’interno abbiamo inserito delle caramelline. Ecco come spunto anche il calendario dello scorso anno:

A domani con una nuova idea! 😉