#solocosebellegennaio 2020

Con la fine di questo primo mese del nuovo anno, ecco un nuovo momento di bilancio per seguire l’appuntamento ideato e da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose” dedicato a “#solocosebelle”… Con l’anno nuovo, c’è una novità: d’ora in poi, l’appuntamento verrà portato avanti mese per mese da Fiore del blog “Casalinga per caso”, finora assidua ed entusiasta partecipante! 🙂

Questo mese, purtroppo, ha riservato molte fatiche e molti momenti difficili e pochi momenti non porprio belli ma almeno meno difficili…

Ma siccome l’idea alla base di questo appuntamento è quella di trovare dei momenti belli in ogni mese della nostra vita, in questo post mi concentrerò sul primo giorno dell’anno, di ritorno dai 2 giorni a cavallo del Capodanno che abbiamo trascorso io e mio marito a Zagreb (Zagabria), in Croazia (qui il post dedicato)…

La sera di Capodanno, dopo aver trascorso un paio di ore a cercare un posto, siamo riusciti a mangiare in un ristorante indiano per il rotto della cuffia prima che chiudesse la cucina… Poi siamo stati ancora in giro per la città fermandoci a scaldarci in un locale qua e là e infine siamo finiti ad aspettare lo scoccare della mezzanotte in un parco, seduti a scaldarci intorno ad un grande braciere ascoltando musica locale insieme a tanti giovani del posto! Insomma, una bella esperienza! 🙂
Ecco alcune foto di Zagreb (Zagabria):

La Cattedrale della Trasfigurazione del Signore (chiesa serbo-ortodossa)

La Cattedrale della Trasfigurazione del Signore (chiesa serbo-ortodossa) – interno

Villaggio natalizio in Piazza Ban Jelacic

“Museo murale dei regali indesiderati” in Strossmayerovo šetalište (Passeggiata Strossmayer)

Vista sulla Cattedrale dell’Assunzione di Maria da Strossmayerovo šetalište (Passeggiata Strossmayer)

Cattedrale dell’Assunzione di Maria

Piazza Ban Jelacic

Bella, vero?

E, a gennaio quasi finito, ecco un altro momento bello: mercoledì in cui eravamo io e il Terremoto soli a pranzo e siamo andati a mangiare alla “Wiener Haus”, catena di ristoranti bavaresi che in genere si trovano nei centri commerciali… Un momento insieme io e lui da soli, momento in cui ho potuto apprezzare la sua compagnia e riscoprire i suoi lati positivi che negli ultimi mesi stavano diventando difficili da trovare… ma questa è un’altra storia triste e quindi non rientra nelle #solocosebelle. Ho fissato questi momenti in una foto davanti al nostro pranzo:
Tante cose belle a tutti e… al mese prossimo! 🙂

2° Capodanno a Zagreb

Come ormai ogni anno, anche questa volta abbiamo programmato all’ultimo minuto un breve viaggio per Capodanno in una città poco distante da casa… Quindi, dopo ben 5 anni siamo tornati per la seconda volta a Zagreb (Zagabria), la capitale della Croazia! 🙂

Questa volta abbiamo fatto il viaggio il lunedì pomeriggio -30 dicembre- e perciò siamo arrivati appena dopo il tramonto… Le temperature quest’anno erano più accettabili… Non certo tropicali, ma di giorno non sono mai scese sotto i -1°C!

In circa 3 ore di viaggio (a parte una brevissima sosta in un’area di servizio per una regolata alla pressione delle gomme nuove, appena cambiate e quindi in fase di rodaggio, e un po’ di coda alla dogana tra Slovenia e Croazia), siamo arrivati all’albergo dell’altra volta (l'”Hotel I”, vicino all'”Arena Centar”), un edificio non molto nuovo ma con camere accoglienti ed economiche. Dopo aver sistemato rapidamente i bagagli ed esserci adeguatamente equipaggiati per affrontare il freddo, siamo andati in centro.

Dopo una passeggiata per il centro, su una strada piena di bar, birrerie e ristoranti etnici (la Tkalčićeva Ulica), abbiamo trovato un locale che ci ispirava e ci siamo fermati a cena: la birreria “Mali Medo”. Con 285 kune (1€=7,10kn), quindi circa 20 € a testa, abbiamo mangiato un piatto enorme di ćevapčići e carne mista di maiale con verdure grigliate, un piatto di pljeskavica (un grosso hamburger speziato) con verdure grigliate, 2 dolci (la “Medina torta od sira” -“torta al formaggio di Medina”- ovvero una cheesecake al cioccolato, e la “Medina slatka tajna” -“dolce segreto di Medina”- ovvero una specie di brownies con topping alla fragola, serviti con ciuffetti di panna) e 4 birre medie! 😛
Stanchi e sazi, siamo poi tornati alla macchina che avevamo parcheggiato in una stradina in pieno centro, per trovarci una brutta sorpresa: una multa di 150 kn che a fatica abbiamo capito perché abbiamo preso (solo perché accompagnata da un foglio in  croato, inglese e un’altra lingua)…

Stamattina -martedì 31 dicembre- abbiamo provato a capire come pagare la multa ma, dopo alcune difficoltà di comprensione del sito in croato e inglese, abbiamo optato per dirigerci alla sede della “Zagrebparking”, in Šubićeva Ul. 40.
Dopo essere tornati in centro e aver parcheggiato, abbiamo fatto una lotta con la macchinetta per pagare il parcheggio e poi anche con il portale, poiché sembrava fuori servizio…
Alla fine abbiamo fatto una scoperta importante: la multa di ieri l’abbiamo presa perché non avevamo visto il cartello che indicava il parcheggio a pagamento (le strisce sono tutte bianche e non blu, come da noi!) né colonnine per il pagamento, ma pagando la multa abbiamo pagato la tariffa per una giornata intera e quindi la nostra targa era già nel sistema e risultavamo perciò “coperti” per 24 ore fino a stasera!!

Ormai tranquilli per il parcheggio, abbiamo iniziato a girare il centro città, riscoprendo i luoghi di 5 anni fa e altri posti nuovi.
Ci siamo fermati a prendere un caffè al “Choco Cafe” in Ul. Nikole Tesle, un locale simpatico, con torte e dolci golosi sia nel menù che… attaccati al soffitto!!! 😛
Poi, dopo essere tornati al ristorante dove avevamo cenato 5 anni fa sia a pranzo che a cena l’ultimo dell’anno, e aver ricevuto la triste notizia che era tutto prenotato per il cenone, siamo tornati alla birreria “Mali Medo” per pranzo… Stavolta, con un piatto di pasta al goulash, una pljeskavica con verdure grigliate e 2 birre medie, abbiamo speso 162 kn (1€=7,10kn), quindi circa 11 € a testa!

Dopo pranzo abbiamo camminato ancora un po’ e poi siamo tornati in hotel per riposarci in vista della lunga serata, che passeremo in giro per il centro scaldandoci nei locali e bevendo kuhano vino (cioè il vin brulé) sotto le stufe dei chioschetti del centro…
Per ora, quindi, faccio i miei auguri di

BUONA FINE DELL’ANNO VECCHIO
e BUON INIZIO DEL NUOVO ANNO
A TUTTI!!!!

e…
al prossimo anno!!!

Swap cartoline di Fiore 2019

Anche quest’anno, per il secondo anno di seguito, ho partecipato allo “Swap cartoline” organizzato da Fiore del blog “Casalinga per caso”…

Poiché a luglio siamo stati in vacanza in Puglia, ho inviato alle mie due abbinate una cartolina ciascuna della spiaggia di Campomarino (TA).
Le cartoline che ho spedito erano:
Due erano indirizzate a Maria Laura e Monica, mentre la terza (extra) l’ho spedita a Fiore, per ringraziarla per l’organizzazione dello swap e perché so che ha una gran bella collezione di cartoline. 🙂

Da Maria Laura ho ricevuto questa bella cartolina dalla Puglia:mentre da Monica ho ricevuto questa bella cartolina dal Piemonte, e precisamente dal Gran Paradiso:Inoltre, ho ricevuto extra swap una cartolina da parte di Fiore da Ferriere (PC):e, alla fine delle vacanze, ho ricevuto anche questa bella cartolina dalle Dolomiti da parte di Roby:E guardate tutti i francobolli come sono belli:

Grazie a tutte, di cuore!!!!
E grazie ancora a Fiore
per l’impegno che ci mette sempre nell’organizzare
queste belle occasioni di scambio e conoscenza!
🙂

Il Carnevale di Venezia

Dopo una vita intera che sentivo raccontare meraviglie sul Carnevale di Venezia, quest’anno finalmente sono riuscita ad andarci (e a portarci i miei figli)!!!

Poiché nei week-end era impossibile anche solo pensare una cosa del genere, abbiamo scelto di andarci il lunedì grasso perché essendo un giorno feriale (e non essendo proprio l’ultimo giorno) eravamo certi che ci fosse un po’ (ma solo un po’) meno gente! 🙂

Non c’è molto da raccontare a parole, a parte che c’erano davvero le maschere più svariate, dalle più comuni (che si trovano un po’ ovunque) alle più fantasiose, dalle più caratteristiche (le tipiche maschere veneziane) alle più originali.
Inutile descriverle: penso che le foto parlino da sole…
Perciò, ecco qui sotto alcuni degli scatti che sono riuscita a strappare tra un figlio che scappava di qua e uno che tirava di là… 😀

Maschere…

Continua a leggere

Swap cartoline di Fiore 2018

Dopo aver partecipato lo scorso anno allo swap organizzato da Barbara e Federica, ho deciso di ripetere l’esperienza e quest’anno ho aderito allo “Swap cartoline” organizzato da Fiore del blog “Casalinga per caso”…

Ad inizio luglio, non sapendo ancora quando sarei andata in vacanza, ho scelto di spedire delle cartoline della regione in cui abito: il Friuli Venezia-Giulia. Le cartoline che ho spedito erano:

  1. Il “Campanile di Tarvisio” a Tarvisio.
  2. L’“Angelo del castello” di Udine,
  3. I “Laghi di Fusine” a Tarvisio,
  4. Il “Ponte del Diavolo” di Cividale del Friuli,

Le mie abbinate erano: Francesca del blog “Kilara Creation”, Sara del blog “Creativa per gioco e per passione”, Robby Roby dei blog “Il mio mondo” e “Hay Lin bau bau” e la stessa Fioredicollina del blog “Casalinga per caso”.

Ed ecco, invece, le cartoline che ho ricevuto:

la magnifica veduta della “Cittadella Inca di Macchu Picchu” dal Perù da parte di Francesca,

il collage di foto del “Parco del Delta del Po” in provincia di Rovigo da parte di Sara,

lo splendido panorama del “Lago Malghette e le Dolomiti del Brenta” da parte di Robby,

il paesaggio rilassante di “Salsomaggiore e Tabiano Terme” da parte di Fiore…

Grazie ancora a tutte le mittenti delle belle cartoline, che mi fanno venire voglia di ripartire per altri viaggi… E un grazie speciale a Fiore per aver organizzato il tutto!!!

Buona ripresa dell’anno!! 🙂

Giochiamo con i mesi: #solocosebelleagosto

Dopo una lunga assenza, questo mese sono riuscita a preparare un post dedicato al tema lanciato da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose”, ovvero “#solocosebelle”…

Così, dopo un mese di vacanza che ho avuto la fortuna di trascorrere in giro per l’Italia dal nord al sud e viceversa, ecco una bella carrellata di cose e di paesaggi che hanno reso bello questo mese di agosto:

Il mare della Riviera del Conero…

Riviera del Conero: spiaggia con ombrelloni chiusi

Il sole tra gli ulivi della Puglia..

Sole tra gli ulivi

Il bagno nel mare come le sirene…

Continua a leggere

Cartoline e ricordi

Seguendo la raccolta “Ispirazioni&Co.”, portata avanti da Barbara del blog “Accidentaccio” e Federica del blog “Squitty dentro l’armadio”, ho deciso di partecipare allo “Swap di cartoline” da loro lanciato per il tema “#Ricordi” di questo mese…

Alla mia abbinata ho inviato una cartolina dalla Riviera del Conero, che per me è meta fissa delle vacanze praticamente da quando sono nata…

Sulle spiagge di Marcelli di Numana sono praticamente cresciuta, estate dopo estate… Mi ricordo che, quando ero bambina, io e mio fratello passavamo là le estati, al mare con le zie… Continua a leggere

Ricordi di viaggio: la Grecia

In questi giorni sto riordinando foto e le sto disponendo in album… Mi sono capitate per caso sotto gli occhi le fotodel nostro viaggio in Grecia, della lontana estate di quasi 8 anni fa: l’estate dopo il viaggio di nozze… l’ultima estate in 2… il viaggio tra le antiche rovine (o quel poco che ne rimane, purtroppo) della civiltà greca… la nostra ultima avventura in tenda…

Già, perché tra le varie foto e i ricordi che ci siamo portati dietro da quella vacanza, il più bello e il più grande souvenir che abbiamo scoperto far parte del nostro bagaglio al ritorno è stato il nostro Nano!!! Già, “per quanto assurda e complessa, la vita è perfetta” e a volte ci porta delle sorprese e delle strane coincidenze… Un’estate di 30 anni prima, durante un viaggio in Grecia, mia madre si è accorta di aspettarmi. 30 anni dopo, anche noi abbiamo riportato indietro dalla Grecia il nostro primo figlio. 🙂

Tra le antiche vestigia di una civiltà perduta, ecco alcune di quelle foto:

Atene, Partenone

Continua a leggere

Epifania sul lago

Già, quest’anno non siamo riusciti a partire per passare il Capodanno da qualche parte, ma siamo rimasti a casa in famiglia, a mangiare cotechino e lenticchie, a vedere vecchi film da famiglie e a brindare alle 21, contenti di poter finalmente andare a letto!!! 😆

bled_vistalagoE allora ho prenotato un week-end sul lago di Bled, in Slovenia, nella speranza di vedere almeno un po’ di neve (visto che quest’anno sembra scarseggiare un po’ ovunque)…

Bled è un paesino delizioso, adatto a tutti: si incontrano tante famiglie con bambini che passeggiano intorno al lago; si può fare una visita culturale al museo del castello; si può sciare su una pista di fronte al lago; si può optare per una cenetta romantica a due nel ristorante del castello, con vista sul lago; si può trascorrere una giornata nelle piscine termali di cui sono dotati diversi hotel (all’Hotel Golf Wellness Ziba si può accedere pur non essendo ospiti dell’hotel stesso); si può attraversare il lago in barca per raggiungere la chiesetta sull’isola; in estate si possono fare passeggiate ed escursioni nei dintorni…

bled_tortePurtroppo, a Bled non c’era la neve, ma in compenso faceva un freddo polare, tanto che si poteva uscire solo finché batteva il sole! Quindi siamo solo riusciti a fare un paio di passeggiate sul lungolago e a visitare il castello, oltre a gustarci una cioccolata calda e qualche fetta di torta nel caffè di Vila Prešeren e in un’altra sala da the dietro il Casinò… poi a me è anche venuta la febbre alta e quindi abbiamo avuto delle possibilità piuttosto limitate! Comunque ci torneremo in una stagione più calda!

La partenza… ieri e oggi!

Per Natale, anche quest’anno passeremo qualche giorno con i parenti… Purtroppo, con il passare degli anni, le cose sono un po’ cambiate e quello che era un breve viaggetto, con il passare del tempo e l’aumentare di numero dei bambini si è trasformato radicalmente…

Un tempo si partiva con qualche vestito in una valigia e alcuni pacchetti di regali nel cofano… oggi nonostante l’auto più grande e il cassone portabagagli sopra, non c’è più spazio per mettere uno spillo in più!!!

Un tempo, partivamo all’ora che volevamo e arrivavamo quando arrivavamo… né traffico, né intemperie o altro ci spaventavano… oggi basta mettersi in auto e l’incubo ha inizio!!!

Continua a leggere