#solocosebellegennaio 2020

Con la fine di questo primo mese del nuovo anno, ecco un nuovo momento di bilancio per seguire l’appuntamento ideato e da Maria Chiara del blog “Maryclaire perle&cose” dedicato a “#solocosebelle”… Con l’anno nuovo, c’è una novità: d’ora in poi, l’appuntamento verrà portato avanti mese per mese da Fiore del blog “Casalinga per caso”, finora assidua ed entusiasta partecipante! 🙂

Questo mese, purtroppo, ha riservato molte fatiche e molti momenti difficili e pochi momenti non porprio belli ma almeno meno difficili…

Ma siccome l’idea alla base di questo appuntamento è quella di trovare dei momenti belli in ogni mese della nostra vita, in questo post mi concentrerò sul primo giorno dell’anno, di ritorno dai 2 giorni a cavallo del Capodanno che abbiamo trascorso io e mio marito a Zagreb (Zagabria), in Croazia (qui il post dedicato)…

La sera di Capodanno, dopo aver trascorso un paio di ore a cercare un posto, siamo riusciti a mangiare in un ristorante indiano per il rotto della cuffia prima che chiudesse la cucina… Poi siamo stati ancora in giro per la città fermandoci a scaldarci in un locale qua e là e infine siamo finiti ad aspettare lo scoccare della mezzanotte in un parco, seduti a scaldarci intorno ad un grande braciere ascoltando musica locale insieme a tanti giovani del posto! Insomma, una bella esperienza! 🙂
Ecco alcune foto di Zagreb (Zagabria):

La Cattedrale della Trasfigurazione del Signore (chiesa serbo-ortodossa)

La Cattedrale della Trasfigurazione del Signore (chiesa serbo-ortodossa) – interno

Villaggio natalizio in Piazza Ban Jelacic

“Museo murale dei regali indesiderati” in Strossmayerovo šetalište (Passeggiata Strossmayer)

Vista sulla Cattedrale dell’Assunzione di Maria da Strossmayerovo šetalište (Passeggiata Strossmayer)

Cattedrale dell’Assunzione di Maria

Piazza Ban Jelacic

Bella, vero?

E, a gennaio quasi finito, ecco un altro momento bello: mercoledì in cui eravamo io e il Terremoto soli a pranzo e siamo andati a mangiare alla “Wiener Haus”, catena di ristoranti bavaresi che in genere si trovano nei centri commerciali… Un momento insieme io e lui da soli, momento in cui ho potuto apprezzare la sua compagnia e riscoprire i suoi lati positivi che negli ultimi mesi stavano diventando difficili da trovare… ma questa è un’altra storia triste e quindi non rientra nelle #solocosebelle. Ho fissato questi momenti in una foto davanti al nostro pranzo:
Tante cose belle a tutti e… al mese prossimo! 🙂

2° Capodanno a Zagreb

Come ormai ogni anno, anche questa volta abbiamo programmato all’ultimo minuto un breve viaggio per Capodanno in una città poco distante da casa… Quindi, dopo ben 5 anni siamo tornati per la seconda volta a Zagreb (Zagabria), la capitale della Croazia! 🙂

Questa volta abbiamo fatto il viaggio il lunedì pomeriggio -30 dicembre- e perciò siamo arrivati appena dopo il tramonto… Le temperature quest’anno erano più accettabili… Non certo tropicali, ma di giorno non sono mai scese sotto i -1°C!

In circa 3 ore di viaggio (a parte una brevissima sosta in un’area di servizio per una regolata alla pressione delle gomme nuove, appena cambiate e quindi in fase di rodaggio, e un po’ di coda alla dogana tra Slovenia e Croazia), siamo arrivati all’albergo dell’altra volta (l'”Hotel I”, vicino all'”Arena Centar”), un edificio non molto nuovo ma con camere accoglienti ed economiche. Dopo aver sistemato rapidamente i bagagli ed esserci adeguatamente equipaggiati per affrontare il freddo, siamo andati in centro.

Dopo una passeggiata per il centro, su una strada piena di bar, birrerie e ristoranti etnici (la Tkalčićeva Ulica), abbiamo trovato un locale che ci ispirava e ci siamo fermati a cena: la birreria “Mali Medo”. Con 285 kune (1€=7,10kn), quindi circa 20 € a testa, abbiamo mangiato un piatto enorme di ćevapčići e carne mista di maiale con verdure grigliate, un piatto di pljeskavica (un grosso hamburger speziato) con verdure grigliate, 2 dolci (la “Medina torta od sira” -“torta al formaggio di Medina”- ovvero una cheesecake al cioccolato, e la “Medina slatka tajna” -“dolce segreto di Medina”- ovvero una specie di brownies con topping alla fragola, serviti con ciuffetti di panna) e 4 birre medie! 😛
Stanchi e sazi, siamo poi tornati alla macchina che avevamo parcheggiato in una stradina in pieno centro, per trovarci una brutta sorpresa: una multa di 150 kn che a fatica abbiamo capito perché abbiamo preso (solo perché accompagnata da un foglio in  croato, inglese e un’altra lingua)…

Stamattina -martedì 31 dicembre- abbiamo provato a capire come pagare la multa ma, dopo alcune difficoltà di comprensione del sito in croato e inglese, abbiamo optato per dirigerci alla sede della “Zagrebparking”, in Šubićeva Ul. 40.
Dopo essere tornati in centro e aver parcheggiato, abbiamo fatto una lotta con la macchinetta per pagare il parcheggio e poi anche con il portale, poiché sembrava fuori servizio…
Alla fine abbiamo fatto una scoperta importante: la multa di ieri l’abbiamo presa perché non avevamo visto il cartello che indicava il parcheggio a pagamento (le strisce sono tutte bianche e non blu, come da noi!) né colonnine per il pagamento, ma pagando la multa abbiamo pagato la tariffa per una giornata intera e quindi la nostra targa era già nel sistema e risultavamo perciò “coperti” per 24 ore fino a stasera!!

Ormai tranquilli per il parcheggio, abbiamo iniziato a girare il centro città, riscoprendo i luoghi di 5 anni fa e altri posti nuovi.
Ci siamo fermati a prendere un caffè al “Choco Cafe” in Ul. Nikole Tesle, un locale simpatico, con torte e dolci golosi sia nel menù che… attaccati al soffitto!!! 😛
Poi, dopo essere tornati al ristorante dove avevamo cenato 5 anni fa sia a pranzo che a cena l’ultimo dell’anno, e aver ricevuto la triste notizia che era tutto prenotato per il cenone, siamo tornati alla birreria “Mali Medo” per pranzo… Stavolta, con un piatto di pasta al goulash, una pljeskavica con verdure grigliate e 2 birre medie, abbiamo speso 162 kn (1€=7,10kn), quindi circa 11 € a testa!

Dopo pranzo abbiamo camminato ancora un po’ e poi siamo tornati in hotel per riposarci in vista della lunga serata, che passeremo in giro per il centro scaldandoci nei locali e bevendo kuhano vino (cioè il vin brulé) sotto le stufe dei chioschetti del centro…
Per ora, quindi, faccio i miei auguri di

BUONA FINE DELL’ANNO VECCHIO
e BUON INIZIO DEL NUOVO ANNO
A TUTTI!!!!

e…
al prossimo anno!!!

Vacanze in Istria 2015

E quest’anno, dopo un anno di pausa, siamo tornati ancora una volta in Croazia per l’estate. A Pasqua avevamo già fatto una puntatina di 3 giorni a Rovinj (Rovigno), ma faceva freddo, pioveva e la cittadina che ricordavamo tanto viva e allegra era praticamente deserta! 🙁

Siamo stati in Istria altre 4 volte, le estati precedenti:

Continua a leggere

Capodanno a Zagreb

Quest’anno, per il Capodanno abbiamo programmato all’ultimo minuto un viaggetto di 3 giorni e 2 notti a Zagreb (Zagabria), la capitale della Croazia.

Ieri sera -30 dicembre- siamo arrivati in città dopo circa 3 ore di viaggio in auto (dal confine italiano sono circa 2 orette di comode autostrade). L’unico intoppo lungo la strada è stato il freddo pungente (in alcune zone anche -13°) e la neve lungo i bordi dell’autostrada. Per fortuna, all’arrivo abbiamo trovato una più ragionevole temperatura di -3/-4°! Trovato il nostro hotel, siamo partiti all’avventura alla ricerca di qualcosa di caldo da mangiare, ma visto il buio e la difficoltà nel distinguere uno stradone dall’altro, dopo esserci persi varie volte, vista l’ora ormai tarda abbiamo puntato su un banalissimo “McDonald’s”, giusto per scaldarci prima di andare a dormire…

Continua a leggere