Prince of Persia

Stando in rete, ogni tanto si incappa in una di quelle catene/gruppi/post ecc… dal titolo “Sei degli anni ’X0 se…” e via con i ricordi nostalgici in chiave ironica che chi più ne ha, più ne mette!!! Tra “Game Boy”, pubblicità varie alla Tv, modelli di automobile, utilizzo delle cabine telefoniche e della posta, ecc…, di solito ciascuno si ritrova almeno in parte nei mitici anni ’X0 che ha vissuto… Con l’uomo di casa, ogni tanto facciamo una carrellata di questi ricordi e li condividiamo con i nostri figli.internetarchiva_logo
Girando per la rete, l’uomo di casa ha scoperto (e mi ha subito mostrato) un sito che definirei “Il Paradiso dei ricordi”, ovvero un sito in cui è archiiviata la memoria storica del Web, dell’Editoria, del Cinema, della Musica, dei Programmi per pc e delle Immagini.

princefpersia_wiiEbbene, quando lui mi ha chiesto un suggerimento su cosa cercare, la prima risposta che mi è venuta in mente è stata un videogioco che mi è rimasto impresso: “Prince of Persia”!!! Già, non quello de “Le sabbie dimenticate” sviluppato dalla “Ubisoft” per la Wii nel 2010, ma quello sviluppato dalla “Brøderbund” nel lontano 1989 per il computer, il “Game Boy” o la console “Sega Master System”princefpersia, tutte piattaforme che per la generazione attuale suonano vuote ma che negli anni ’80 erano lo strumento più comune per poter giocare ai videogiochi. Io personalmente non l’ho mai avuto, ma ci ho giocato e visto giocare a casa di amici, senza mai vederne la fine! 🙁

Chissà se adesso sarei in grado di completare tutti i quadri entro lo scoccare dei 60 minuti e a salvare la principessa dal perfido Jafar…

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*