Mascherine da bambini fai-da-te

Già con l’ordinanza regionale del mese scorso, in Friuli si poteva uscire dalla propria abitazione solo utilizzando una mascherina o una qualunque copertura su naso e bocca. Prima era obbligatoria solo per entrare nei supermercati (unici negozi aperti -a parte le farmacie- peraltro!) e te ne fornivano una usa-e-getta di carta all’ingresso, ma ora ne ho dovuto dotare anche i bambini per scendere in cortile a giocare (anche se dal 4 maggio non è obbligatoria per i minori di 6 anni e le persone con disabilità).

Siccome, tra compiti scolastici dei figli, videochiamate (più o meno) di lavoro, corsi di formazione on-line, ecc…, il tempo vola, non ho avuto occasione di mettermi alla macchina da cucire e quindi mi sono ritrovata a dover dotare i bambini di mascherina 10 minuti prima che scendessero in cortile!

Così ho cercato in internet diverse soluzioni e alla fine ho optato per la più veloce e l’ho adattata al materiale che avevo a disposizione: la mascherina da fare con i calzini! Invece dei calzini, ho utilizzato dei leggings di mia figlia ormai bucati sulle ginocchia talmente tante volte da essere irrecuperabili anche con le toppe, e ho realizzato delle mascherine tagliando la gamba e facendo i buchi per le orecchie.
Essendo di jersey, oltre ad essere lavabili, risultano elastiche al punto giusto e, volendo, vi si può inserire all’interno anche un filtro (di quelli appositi che si dovrebbero comprare in farmacia o su internet, oppure un rettangolino di tessuto-non-tessuto o di carta da forno)! Del resto, anche senza filtro, i bambini si lamentano che non respirano bene… Comunque, visto che andava bene anche “una sciarpa o un fazzoletto”, gliele metto senza ulteriori filtri… almeno fino alla prossima ordinanza! 🙂

2 thoughts on “Mascherine da bambini fai-da-te

  1. Cara Lulù, un problema che arriva, principalmente per chi ha dei bambini, speriam che presto cambi tutto.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    • Purtroppo, i bambini sono quelli cui il virus porta meno danni, ma più complicazioni e rinunce nella vita quotidiana… Niente scuola, niente amici, niente giochi al parco, niente negozi di materiale di cartoleria, giochi né vestiti per diverse settimane, fastidiose mascherine in faccia (di cui non capiscono la necessità)…
      Speriamo davvero che cambi qualcosa… Almeno hanno riaperto i negozi, ma temo che finiremo per richiudere tutto per l’incoscienza di alcuni! 🙁
      Buona giornata, e grazie per il tuo sorriso sempre vivo
      Ricambio l’abbraccio e il sorriso!
      Lulù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.