Regali di Natale

La notte di Natale, come in moltissime altre case, è passato Babbo Natale. Nonostante il Nano grande fosse stato avvertito da tempo che doveva stare buono sennò Babbo Natale non avrebbe portato niente, la minaccia non ha funzionato granché sugli innumerevoli capricci (che ha fatto lo stesso). La minaccia è proseguita fino a 10 minuti prima dell’arrivo del vecchietto, che a causa dell’età, probabilmente, deve essere stato un po’ sordo per sentire il Nano comportarsi male, o forse un po’ distratto dai numerosi impegni per vedere anche il nostro Nano capriccioso… Fatto sta che, al momento di scartare i regali, il Nano ha avuto un numero imprecisato (non era nemmeno in grado di contarli) di pacchi, pacchetti, regali e regalini.

babbo n5Gli è stato fatto notare che ci doveva essere un qualche errore, visto che l’ultimo capriccio si è consumato proprio davanti all’albero di Natale: o lui era stato davvero moooolto buono, o era stato Babbo Natale ad essere fin troppo buono con lui. La cosa sembrava non averlo toccato minimamente…

Dopo aver distribuito vari pacchetti a tutti i membri della famiglia, è arrivato dalla mamma (cioè la sottoscritta, che lo aiutava a smistare i regali aiutandolo a leggere la prima lettera delle etichette) con un pacchetto indirizzato a lei (uno dei pochi che era effettivamente stato incartato e messo sotto l’albero) e ha decretato: – Oh! A te, mamma un solo regalo: si vede che non sei stata molto buona!

-.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*