Zucca e streghetta di Halloween

Per Halloween di quest’anno, ho creato all’ultimo momento dei costumi anche per il Terremoto (che l’anno scorso era un cavaliere-diavolo) e per la Patata (che gli scorsi anni non si era travestita perché troppo piccola).

Per il Terremoto ho realizzato un costume da zucca di Halloween, con una federa di colore arancione e del pannolenci nei colori arancione, nero e verde.
Ho scucito un po’ la federa su due lati (dalla parte chiusa) per far passare le gambe, poi vi ho attaccato due paia di bottoni automatici sul lato aperto per allacciarla sulle spalle.
Con il pannolenci nero ho ritagliato un trapezio per il naso e una forma di bocca con i denti e le ho cucite con la macchina da cucire sulla pancia del costume.
Sempre con il pannolenci, ho realizzato la maschera in arancione e vi ho applicato con la colla le forme nere degli occhi e il picciolo verde. Con la macchina da cucire, ho cucito intorno agli occhi il nero e ho attaccato un nastro di stoffa con dietro un pezzetto di elastico per tenere su la maschera.

Per la Patata ho comprato al “Lidl” un cappellino da strega di colore nero con i disegni rosa metallizzato e poi le ho realizzato un gonnellino con strisce di nastro alternate in nero e fucsia, tenute insieme con un elastico in vita.

 

Buon Halloween a tutti!

😀

Salva

Salva

Avanzamento dei lavori di dicembre

Quest’ultimo mese, avendo ricominciato a lavorare dopo la maternità ed essendo in arrivo il Natale, non ho avuto molto tempo per dedicarmi ai vecchi lavori. Però mi sono dedicata alle decorazioni di Natale insieme ai miei bambini, tra cui:

Continua a leggere

Maschere in feltro

maschera_conigliomaschere_kitAll’inizio del mese scorso, un pomeriggio che dovevo tenere buoni i nani, ho fatto fare loro delle maschere da Carnevale con un kit del “Lidl” contenente le sagome di feltro pretagliate e pronte da attaccare, sovrapponendole una all’altra nell’ordine dato dalle istruzioni. Infine, andava legato un elastico (fornito anche quello con il kit) per poterle indossare sul viso.

maschera_gufoCosì, seguendo le istruzioni, il Nano 5enne è riuscito a creare una maschera da gufo e una da coniglietto. Appena suo fratello si è accorto della sua nuova creazione, subito ha voluto travestirsi da gufo e insieme hanno iniziato a giocare felici…

Cuscino in feltro

cuscino_scoiattolo_kitDurante le vacanze di Natale dai nonni, i nani hanno avuto giornate piene e intense e altre più tranquille in cui quasi si annoiavano… Allora, con il Nano 5enne e la nonna, mi sono dedicata alla realizzazione di un cuscino di feltro, utilizzando un kit preso dalla nonna al “Lidl” qualche tempo fa…

cuscino_scoiattolo1Il kit è molto simile a quello per fare le mascherine e conteneva vari pezzetti di feltro adesivo per realizzare uno scoiattolo e due quadrati di feltro non tanto grandi per il cuscino vero e proprio, da cucire con ago (di plastica) e filo acrilico e da riempire con dell’imbottitura (fornita anche quella con il kit). Siccome il cuscinetto alla fine doveva misurare circa 25×25 cm, dimensioni per un cuscino non molto utile, abbiamo fatto fare al Nano tutto lo scoiattolo e l’impuntura laterale, per poi cucirlo su un quadrato più grande (di dimensioni standard).
Ora il resto del compito tocca alla nonna!!! 😛

Gioco della pesca in feltro

stellina_pescaLo scorso mese ho iniziato un nuovo lavoretto con il feltro, con cui avrei voluto partecipare al “1° Torneo per creative” del forum “Megghy.com“. Doveva essere un gioco per i bambini: il gioco della pesca. Purtroppo non sono riuscita a terminarlo in tempo, ma ho creato due pezzi: una stella marina (anche se è gialla) e una medusa. Poi ho creato una canna da pesca con un bastoncino di bambù, un filo e una calamita.

Purtroppo, la calamita non stava attaccata e quindi mi sono procurata delle nuove calamite, che devo ancora cucire al filo della canna da pesca…

Spero di portare a termine questo lavoretto al più presto, in modo che il Nano 5enne possa allenarsi per la coordinazione occhio-mano in vista del prossimo anno alla scuola primaria… 🙂

Bomboniere con riciclo di vasetti

Ed ecco una nuova occasione di festa in famiglia: il Battesimo della nostra terzogenita!

Come per gli altri due, le bomboniere le ho ideate e confezionate io stessa. Dopo molta indecisione e mille giri in internet (cui ho dedicato un post a parte) fatti per focalizzarmi su una sola delle mie molteplici idee, ho deciso di rinunciare al sale rosa dell’Himalaya come avevo sognato di fare quando, per le bomboniere del Terremoto, ho dovuto cercare per mari e monti il sale blu di Persia!

bomboniera_V3Alla fine, ho optato anziché per il sale, per la luce! Quindi, candeline profumate! E per contenerle… barattolini degli omogeneizzati!!! Stavolta, ho deciso per un progetto molto più semplice e rapido da fare: con 3 bambini in giro per casa, il lavoro dall’altra volta era impensabile!!! Quindi, stavolta sono andata via rapida con washi-tape, feltro e colla!!!

Continua a leggere

Un fiocco rosa…

La settimana scorsa è finalmente arrivata in famiglia una bimba nuova… Dopo ben 2 fiocchi blu, finalmente abbiamo potuto appendere alla porta di casa un fiocco rosa!!! 🙂 Anzi, i fiocchi rosa in casa… fioccano!!! Eh, già! Perché oltre a quello sul portone di casa (fatto dal Nano 4enne insieme alla nonna), ne abbiamo messo uno sulla porta d’ingresso (costituito da un fiocco di nastro rosa e un bavaglino con ricamo a punto croce fatto dalla nonna). Poi ne hanno messo uno sul mio posto di lavoro, e uno in ciascun asilo dei fratelli.
Ora che la nuova bimba ha 10 giorni, in casa abbiamo una collezione di fiocchi, uno più bello dell’altro!!!

fiocco_ingressoQuello sul portone di casa è fatto con un centrino in feltro rosa, originariamente nato come un separatore di pentole (di quelli per non graffiare le padelle quando si impilano nei cassetti della cucina), con la scritta fatta con la colla glitter rossa e verde.

Continua a leggere

Nuova vita di un barattolo di crema

Oggi è una di quelle giornate “uggiose”: cielo coperto che minaccia pioggia, mi sono alzata e ho alzato la tapparella ma mi è toccato accendere la luce per vedere qualcosa… Insomma, una di quelle giornate che non hai voglia di fare nulla… una volta portati i bambini all’asilo, mi sono persa a leggere qualche blog e le idee mi si sono affollate in testa.

Sarà colpa della gravidanza, ma negli ultimi giorni mi sento sempre più stanca e “persa” (appunto)… Dicono che la gravidanza comporta un certo grado di amnesia: con la prima è stato così, con la seconda è raddoppiata (anche perché il Nano 2enne richiedeva mille attenzioni), ma con la terza, anziché triplicare si è “esponenziata” al cubo!!! Quindi il fisico è a pezzi, la memoria a zero… però la mente corre da una cosa all’altra e vorrei fare, fare, fare e… fare!!!

Premetto che l’uomo di casa, dopo che ne parlava da mesi, l’altro giorno ha cambiato operatore telefonico e, tra le varie richieste cui dovrei far fronte (non ultima quella del confezionare il costume da Carnevale per il Nano con un certo anticipo), mi ha spiegato che dovremo cambiare la sistemazione del modem e del telefono (cosa che, di per sé, non sembrava così tragica, mentre me la riferiva), per cui io dovrei sgombrare la scrivania su cui ho le mie cose da lavoro (macchina da cucire, pacco di roba da cucire e rammendare, nastrini, stoffine, aghi e fili da macchina, aghi e fili da ricamo, scatola dei bottoni, scatoline di perline, formine in feltro e pannolenci, ecc…) e riordinarla!!!

barattolo_primaPerciò, tra le tante cose da fare, ho deciso di seguire l’idea di Daniela di “Decoriciclo”: recuperare il barattolo della crema per le mani che ho finito due giorni fa e farne un contenitore per i nastrini che al momento girano liberi per la scrivania… prima di perderli!!! 🙂
Tempo da dedicarvi: poco o nullo! Però mi sono subito messa all’opera!

Continua a leggere

Candele profumate natalizie

Quest’anno, come regalino per alcune colleghe, ho deciso di fare delle candele profumate. Premetto che io adoro incensi, profumatori e simili. Ho anche delle candele, acquistate come profumate, che però non profumano un granché da spente e, una volta accese, non profumano proprio per nulla!!

Quest’anno ho finalmente trovato all’IKEA (sì ho proprio la passione per questo posto!) delle candele che profumano per davvero! E anche una volta accese emanano un gradevole profumo per tutta la casa!!! Quindi ho deciso di farne un piccolo dono per qualche collega. Ma una candela così non diceva nulla… E allora, perché non metterci un tocco in più?!

candele_Natale2014_aEd ecco cosa mi è venuto in mente, all’ultimo momento:

Continua a leggere