#insiemeraccontiamo 29 di Myrtilla’s House

Da ormai un po’ di tempo mi piace leggere le storie inventate da Patricia del blog myrtilla’s house e di chi segue ogni mese i suoi post con gli “incipit”.
Le regole sono semplici:

  • finale di 200/300 battute o 200/300 parole da inserire nei commenti e sul vostro blog o soltanto sul vostro blog lasciando però il link sempre nei commenti. Oppure entrambi se volete 🙂
  • essere coerenti con l’incipit e con il tema della fotografia
  • possibilità di aggiungere foto, video, musiche
  • inizio 20 del mese in corso, termine 30 dello stesso mese

Questa volta ho deciso di provarci anche io… Così ecco qua:

Quando si dorme

Era sfinita. Stanchezza, stress, rompimento di scatole… non ne poteva più. Aveva solo voglia di riposarsi e dimenticare tutto e tutti almeno per un po’.
Si gettò sul letto al buio e fu allora che, non appena ebbe posato la testa sul cuscino, sui suoi occhi calò l’ agognato sonno ristoratore…

…Fu svegliata da un miagolio. Stupita, aprì immediatamente gli occhi e intravide la sagoma di un gatto che si infilava nella sua stanza attraverso la porta socchiusa. Allungò il braccio accanto a lei nel letto e, invece di sentire il calore rassicurante del marito che le dormiva a fianco, la mano trovò il vuoto…
Cercò tentoni nel buio di accendere la abat-jour sul comodino, ma colpì il muro con la mano.
Saltò in piedi e si diresse circospetta verso la porta socchiusa.

Trovato l’interruttore, accese la luce di quella che era la sua stanza matrimoniale e si trovò davanti un letto singolo, un tavolino che fungeva da comodino, un armadio e una scrivania con una sedia. Il gatto troneggiava sul suo letto. “Ma da quando ho un gatto?”, si domandò.
Aperta la porta, si trovò davanti un salone con una poltrona, un tavolo con due sedie e una grande libreria piena di talmente tanti libri che non le sarebbe bastata una vita intera per leggerli tutti!!! Si stropicciò gli occhi e si domandò: “Dove sono finita?”

Poi scelse un libro dalla libreria, si accomodò sulla poltrona e si immerse nella lettura. Era quasi sera quando chiuse il libro sull’ultima pagina. Si alzò, si diresse verso un cucinino con un angolo cottura, un lavandino e un mini-frigo desolatamente vuoto, in cui campeggiava solo una confezione di yoghurt. Si accontentò di quello e tornò a gustarlo seduta in poltrona. Si era fatto tardi, ma tornare in quel letto vuoto le metteva malinconia, perciò riprese la lettura di un altro libro scelto a caso nella libreria… Le palpebre le si chiusero improvvisamente e si addormentò.

…Fu svegliata all’improvviso dal pianto di un neonato, qualcuno russava rumorosamente sul cuscino accanto al suo… Non accese nemmeno la luce, ma si alzò come ogni notte e raggiunse la stanza dei suoi bambini. Si sporse sul lettino dell’ultimo nato e lo prese tra le braccia, raccolse il ciuccio alla sorellina, coprì con le lenzuola i fratelli e li accarezzò nel sonno.
Poi tornò nel lettone con il piccolo e, sdraiata accanto a suo marito, sospirò nel buio, mentre un sorriso le si allargava sulle labbra. Non avrebbe scambiato la sua famiglia con un po’ di sonno!

* * *

Non sono stata brava a rispettare il limite delle battute, spero di fare meglio in futuro… 😛

Grazie a Patricia per questa meravigliosa sfida!!

Insieme raccontiamo di Myrtilla

2 thoughts on “#insiemeraccontiamo 29 di Myrtilla’s House

  1. Carissima Lulu, è un grande piacere averti nella combriccola!
    Ti faccio anche i complimenti! Bel finale! No! Una mamma e moglie non cambia la propria famiglia per potersi riposare …. proprio no! :D)

    Siamo uniti per confrontarci e divertirci.. Nessuno perde, tutti vincono quindi… pensi mica che mi metta a contare le parole o le battute??? Ma noooooo!!!!
    Anche per la scadenza: era ieri ma che importa? Una volta feci una edizione straordinaria ajhahahaha per una ritardataria che mi mandò tre finali di tre diverse puntate di IR con mesi di ritardo.
    Le mie regole sono molto…. elastiche! 🙂 Non mi creo problemi di certo anzi, ti ho aggiunta al riepilogo prima ancora di aver letto il tuo finale.
    Grazie infinite! Ti aspetto il 20 febbraio e se per c aso ti interessasse, al 9 febbraio ci sarà la seconda puntata di VERSEGGIANDO. Invece di un mio incipit e dei vostri finali in prosa, una poesia con 5 parole obbligatorie scelte dai partecipanti.
    Un grandissimo abbraccio!
    Patri

    • Grazie per la calorosa accoglienza!
      Scrivere mi è sempre piaciuto… spero di trovare il tempo per mettermi alla prova più spesso, visto che la tua “sfida” è davvero intrigante! 🙂
      Grazie ancora per la tua costanza nel portare avanti questa bella iniziativa!!
      Un abbraccio e a presto!
      Lulù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.