Viaggio a Madrid con bambini

oso_y_madroñoPer quest’estate avevamo prenotato un viaggio di qualche giorno con destinazione Madrid… Il viaggio doveva essere il mio regalo di compleanno a mio marito, ed avevamo pensato di portarci anche il Nano 6enne, visto che ormai è in grado di seguirci senza limitarci troppo. Gli altri due nanetti li lasciamo ai nonni, poiché non si ricorderebbero nulla e ci limiterebbero molto nella visita della città perché saremmo legati ai loro orari di pappa-nanna-capricci, ecc…
Siccome nel frattempo abbiamo scoperto dell’arrivo della cicogna, abbiamo dovuto anticipare il viaggio a fine aprile, altrimenti non sarei potuta più salire su un aereo!

Io ero già stata a Madrid altre 2 volte, anche se ormai parliamo di più di 10 anni fa… la prima volta ci sono stata d’inverno con un’amica per 3-4 giorni, mentre la seconda volta ci sono stata in estate con un gruppetto di amici per circa una settimana. Insomma, avevo visitato molti musei e girato la città in lungo e in largo e quindi un’idea della città me la sono fatta ampiamente. Ora, però, si tratta di organizzare il viaggio in modo un po’ diverso e tenendo conto di vari fattori:

  • Sono passati 10-15 anni e la città nel frattempo sarà cambiata un po’…
  • Io non ho più 20 anni e sono pure incinta e quindi mi stanco più facilmente!!!
  • Né il marito né il Nano (che, a causa dell’anticipazione del viaggio, non è ancora 6enne) amano molto chiudersi nei musei e quindi devo organizzare visite brevi ed esaustive!
  • Bisogna trovare ogni giorno qualcosa di interessante da fare per il Nano, in modo da fargli sopportare i momenti di noia in vista del premio!
  • Orari e abitudini di Madrid sono abbastanza diversi dai nostri e quindi dovremo adattarci all’ora delle tapas, alla movida serale, all’ora della siesta, ecc… in modo da non trovarci del tutto sfasati (tipo i turisti tedeschi in Italia che d’estate verso le 17.30, mentre magari tu ti stai godendo un aperitivo o leccando con gusto un gelato, sono lì che arrotolano spaghetti col cucchiaio o tagliano pizza con forchetta e coltello o -peggio- sfilettano pesce arrosto o alla griglia con contorno di patatine fritte sotto il tuo naso)!!

Comunque, pensavo di non rinunciare ai monumenti e ai musei principali, senza la cui visita uno non può dire di essere stato a Madrid!
Da non perdere, quindi:

  1. il Paseo de l’Arte (con il Museo del Prado, il Thyssen-Bornemisza e il Reina Sofía);
  2. il Palacio Réal ed il Teatro Réal;
  3. la Puerta del Sol;
  4. Plaza Mayor e Plaza de Oriente;
  5. la Puerta de Alcalá;
  6. la Fuente de la Cibeles;
  7. l’Estadio Santiago Bernabéu;
  8. il Templo de Debod;
  9. il parco di El Retiro;
  10. El Rastro e il Mercado de San Miguel;
  11. la Plaza de Toros de Las Ventas;
  12. vista dal Faro de Moncloa

Vedremo come riusciremo a conciliare tutto… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*