Outlander in italiano

Ieri sera, come ogni lunedì da ormai 10 settimane (esattamente dal 9 marzo), sul canale FoxLife è andata in onda una nuova puntata della serie “Outlander”, il telefilm tratto dai romanzi della “Saga di Claire Randall” di Diana Gabaldon.

outlander-1x10In Italia sembra che ci abbiano voluto risparmiare il patema dell’attesa e, anziché fermare la serie a metà come è avvenuto negli Stati Uniti (dove hanno dovuto attendere circa 6 mesi -attenzione: spoiler- con l’immagine, ben stampata nella mente, di Jamie affacciato a quella maledetta finestra), ci hanno permesso di seguire le vicende di Claire & co. in modo continuativo… almeno fino al 22 giugno, quando la serie (che negli U.S.A. terminerà il 30 maggio) si concluderà anche in Italia con la puntata finale di stagione. Quindi, ieri sera è andato in onda il 10° episodio dal titolo “Una serie di nefasti eventi”, una traduzione non proprio letterale del titolo originale “By the pricking of my thumbs” (che letteralmente significa “Dal pizzicore dei miei pollici”) ed è una citazione tratta dalla tragedia di Shakespeare “Macbeth”

«By the pricking of my thumbs,
Something wicked this way comes.
Open, locks,
Whoever knocks.»

(“Macbeth”, Act 4, Scene 1)

frase detta dalla Seconda Strega prima che Macbeth compaia in scena e che, tradotta, suonerebbe così:

«Dal pizzicore dei pollici, avverto che sta giungendo qualcosa di malvagio. Apritevi porte, chiunque sia che batte.»

(Attenzione: spoiler!) Purtroppo, la traduzione toglie un po’ della suspence di questo episodio: il “pizzicore dei pollici” lascia solo intendere che sia in arrivo qualche catastrofe, mentre la “serie di nefasti eventi” dà l’idea che i disastri siano già in atto.Outlander-1x10-Promo In realtà, senza voler svelare niente, questo episodio è un po’ come i tuoni e i lampi che si scatenano in un cielo plumbeo, preannunciando un temporale: il rombo del tuono e i fulmini non sono ancora di per sé IL temporale vero e proprio! E in questo episodio ricco di eventi (la discussione con Laoghaire, le rivelazioni di Geillis nel bosco, il bambino delle fate, l’incontro con il Duca di Sandringham, la vedovanza di Dougal prima e di Geillis subito dopo, il duello del duca, l’esilio di Dougal e la solitudine di Claire e la visita finale a casa di Duncan) non vedo niente di così “nefasto” in sé e per sé! Resta comunque il fatto che le traduzioni non sempre rendono come la lingua originale!
Inoltre, la serie è tutto sommato ben doppiata, ma dal 30 maggio non potrò fare a meno di rimpiangere l’affascinante accento scozzese di Sam Heughan, che rende Jamie così vivo e vero! Il mio consiglio quindi, se ne si ha la possibilità, è di ascoltare la serie in lingua originale, magari con i sottotitoli, poiché il loro inglese non è di facilissima comprensione ad un orecchio non allenato. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*