Torta di compleanno della Pimpa

torta_pimpaDomenica è stato il 2° compleanno del Terremoto. Visto che ancora non parla (o almeno dice pochissime parole) e i suoi interessi sono ancora difficili da capire, non sapevo proprio come personalizzargliela…

Finché non mi si è accesa una lampadina… L’unico libro che ascolta quando glielo leggono all’asilo è quello delle storie della Pimpa e di Armando (“Pipa” e “Tanno”, come li chiama lui) ed è anche l’unico cartone animato che segue per più di mezzo minuto!!

Allora ho pensato di fargli la torta della Pimpa… L’interno è fatto con il Pan di Spagna a 3 strati, bagnato con il succo d’arancia e farcito con crema pasticcera (stavolta in polvere, così ho messo il Nano 4enne al lavoro con le fruste e l’ho tenuto occupato per una decina di minuti!!!)… 🙂

torta_pimpa1Poi, sempre io e il Nano, abbiamo ricoperto la torta con la pasta di zucchero (già stesa) bianca e l’abbiamo colorata con il colorante blu finché non è diventata azzurra. Poi io ho ricopiato la figura della Pimpa da un giornalino disegnandone i contorni con il pennarello alimentare nero. Con l’aiuto del Nano, che inizia a leggere e scrivere, abbiamo usato le formine con i numeri e le lettere per comporre la scritta e infine abbiamo colorato della pasta di zucchero di rosso e gli ho fatto fare tante piccole palline, che abbiamo attaccato e schiacciato sulla Pimpa e sulle lettere per rendere le macchie rosse! 🙂

Il Terremoto, per la prima volta in vita sua, è stato capace di soffiare sulla sua candelina di compleanno ed ha gradito molto sia l’aspetto della “totta Pipa” (cioè “torta della Pimpa”), che il sapore (nonostante il retrogusto di arancia, frutto che non mangia mai!), tanto da chiedere “A..coa totta” (cioè “Ancora torta”)!! 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*