2° Capodanno a Ljubljana

Anche quest’anno (come nel 2013), abbiamo deciso (all’ultimo momento, come l’anno scorso) di passare il Capodanno a Ljubljana (Lubiana): la mèta è stata decisa giusto 3 giorni prima, dopo aver vagliato decine di alternative tra le varie capitali europee e altre città più piccole, ma i prezzi dei voli (oltre che degli hotel) erano troppo elevati per un viaggetto di sì e no 2 giorni! Parigi era l’unica mèta che poteva andare, ma avevo dei dubbi sulla sistemazione (forse troppo) economica che avevo trovato… e poi il ricordo del freddo dello scorso anno a Zagreb (Zagabria) ci ha fatto desistere: a Parigi andremo per periodi più lunghi e con climi migliori!!! 😀

Visto il così scarso preavviso, non ho trovato sistemazioni in centro o nella zona dell’altra volta, per cui alloggeremo un po’ fuori Ljubljana (Lubiana), a nord dell’anello autostradale.

Loading
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti
Quest’anno, come 2 anni fa, ci saranno concerti per tutti i gusti nelle varie piazze della capitale slovena dalle 21.00:

Continua a leggere

Cuscino in feltro

cuscino_scoiattolo_kitDurante le vacanze di Natale dai nonni, i nani hanno avuto giornate piene e intense e altre più tranquille in cui quasi si annoiavano… Allora, con il Nano 5enne e la nonna, mi sono dedicata alla realizzazione di un cuscino di feltro, utilizzando un kit preso dalla nonna al “Lidl” qualche tempo fa…

cuscino_scoiattolo1Il kit è molto simile a quello per fare le mascherine e conteneva vari pezzetti di feltro adesivo per realizzare uno scoiattolo e due quadrati di feltro non tanto grandi per il cuscino vero e proprio, da cucire con ago (di plastica) e filo acrilico e da riempire con dell’imbottitura (fornita anche quella con il kit). Siccome il cuscinetto alla fine doveva misurare circa 25×25 cm, dimensioni per un cuscino non molto utile, abbiamo fatto fare al Nano tutto lo scoiattolo e l’impuntura laterale, per poi cucirlo su un quadrato più grande (di dimensioni standard).
Ora il resto del compito tocca alla nonna!!! 😛

Gioco della pesca in feltro

stellina_pescaLo scorso mese ho iniziato un nuovo lavoretto con il feltro, con cui avrei voluto partecipare al “1° Torneo per creative” del forum “Megghy.com“. Doveva essere un gioco per i bambini: il gioco della pesca. Purtroppo non sono riuscita a terminarlo in tempo, ma ho creato due pezzi: una stella marina (anche se è gialla) e una medusa. Poi ho creato una canna da pesca con un bastoncino di bambù, un filo e una calamita.

Purtroppo, la calamita non stava attaccata e quindi mi sono procurata delle nuove calamite, che devo ancora cucire al filo della canna da pesca…

Spero di portare a termine questo lavoretto al più presto, in modo che il Nano 5enne possa allenarsi per la coordinazione occhio-mano in vista del prossimo anno alla scuola primaria… 🙂

Biglietto con albero di Natale

Anche se il giorno di Natale è ormai passato, ecco la mia ultima creazione, sullo stile dei tags natalizi a forma di pallina… un biglietto di auguri con albero di Natale “ricamato”.

biglietto_alberoPer farlo, ho creato con “Paint” la sagoma a puntini partendo da un albero di Natale stilizzato. Poi ho stampato il disegno a puntini su carta e, sovrapponendola a un biglietto di cartoncino rosso, ho bucato tutti i punti con uno spillo prima e con un ago più grosso poi.

Poi, con del filo di nylon verde, ho “ricamato” tutti i punti unendoli tra loro a formare la sagoma dell’albero. Infine ho ricamato la sagoma della stella con del mouliné (quindi più sottile) sulla cima dell’albero. Et voilà… il biglietto di auguri era terminato!!!

Con questo post partecipo a:

Salva

Salva

Bigliettini natalizi

Quest’anno ho preparato dei biglietti di Natale con carta, cartoncino, ago e filo. Il disegno l’ho ricavato da un cerchio e, lavorandoci un po’ su con “Paint”, ho disegnato i puntini in cui infilare l’ago.
tags_natalizieStampando il “prototipo” su carta e utilizzandolo come guida per fare i buchini su cartoncino bianco o colorato, ci si può sbizzarrire a creare figure ed effetti di colore tutti diversi scegliendo l’ordine in cui infilare l’ago nei buchi, utilizzando fili di colori differenti o raffia o nastrini colorati.
La fantasia, poi, potrà aiutarci a trasformarli in biglietti di auguri un po’ diversi dal solito, in segnaposto per la tavola della Vigilia, in tag per pacchetti regalo o come decorazioni per l’albero di Natale.

Con questo post partecipo a:

Salva

Pensierini di Natale

Questo Natale sono tornata al lavoro e quindi ho pensato di preparare con le mie mani dei piccolissimi presenti per le mie colleghe. Cosa può essere più gradito dei cioccolatini? E come confezionarli con le mie mani se non riutilizzando i miei famosissimi vasetti degli omogeneizzati??? 😛

vasetti_smarties_NataleQuesta volta ho riutilizzato i vasetti-bottiglietta dei succhi di frutta che la mia Patata consuma a go-go (agli altri due non ne avevo mai dati… ma quando si hanno due fratelli di 2 e 5 anni che richiedono il massimo dell’attenzione durante i pasti, la mamma non ha altra scelta che somministrare alla pargoletta ultimogenita la frutta sotto forma di succo, che può essere bevuto autonomamente dal biberon e non richiede ulteriore impegno dopo l’imboccamento con la pappina!!!) 🙂

Ho decorato le bottigliette (debitamente lavate e faticosamente dis-etichettate) con washi-tape con disegni e fantasie natalizie. Ho dipinto il tappo con dei pennarelli coprenti di colore argento e dorato e poi l’ho decorato con nastro decorativo natalizio. Infine ho riempito le bottigliette con qualche cioccolatino e un po’ di Smarties colorati e i miei regalini per Natale erano pronti!!!

Con questo post partecipo al:

di The Creative Factory
e al:

Laboratorio di Natale taglia XXSmall

Mercoledì scorso, al nido dei miei figli, era previsto un laboratorio genitori-bambini per preparare delle palline di auguri per Natale con la sezione dei piccoli.

Le educatrici ci hanno fatto portare già alcuni giorni prima delle bottiglie di plastica tipo quelle dell’acqua minerale o delle bibite, con il fondo a stella.
Poi, i nostri bambini hanno potuto giocare nelle piscine piene di ritagli di carta argentata di cioccolatini, nastri argentati o dorati (da albero di Natale), carte “scricchiolanti” (delle uova di Pasqua), pezzetti di carta crespa colorata… Qualcuno ha assaggiato il tutto, altri erano più interessati a tutta quella gente che aveva invaso lo spazio che di solito è di loro esclusiva proprietà, altri esploravano le piscine e i tappeti in un puro esercizio motorio…

pallina_VAlla fine dei vari tentativi di esplorazione del materiale, i genitori hanno potuto creare delle palline di Natale utilizzando due fondi di bottiglia sovrapposti e riempiendoli con fiori e foglioline di pot-pourri, nastri argentati e dorati, pasta dorata, pezzetti di carta argentata o dorata, ecc… La mia Patata di 9 mesi ha pensato che, essendo stata messa comodamente seduta sul seggiolino agganciato al tavolo da pranzo, con della bella pasta (cruda) davanti, forse era ora di mangiare!!! 😛 Infatti è iniziata una lotta tra me e lei nel tentativo (mio) di mettere nel fondo di bottiglia la pasta dorata, del tutto opposto all’idea che si era formata nella sua testolina che quella pasta fosse un invito al pranzo!!! Insomma, la nostra pallina di Natale si è trasformata in una sorta di “snow-globe”, con dentro pasta dorata ciucciata, pezzetti di nastro argentato leccati e pot-pourri rosso “sbavocchiato”… 😀

Continua a leggere

Albero di Natale di zenzero

Per decorare la tavola dalbero_3d_sagomai Natale, quest’anno io e il Nano abbiamo decorato un alberello tridimensionale di biscotto allo zenzero (il PEPPARKAKA JULGRAN albero di Natale di biscotto comprato all’Ikea) da usare come centrotavola natalizio. Si può fare anche in casa, utilizzando l’impasto di biscotti che si preferisce (oppure la pasta frolla, anche già pronta) e due sagome tipo quelle rappresentate in figura.

albero_ikea_zenzeroPer la decorazione, ho sciolto del cioccolato fondente in microonde e vi ho cosparso le metà dell’albero (non al centro, per permettere alle due metà di incastrarsi correttamente, senza spessori che lo impedissero). Prima che il cioccolato si asciugasse, il Nano ha messo le decorazioni fatte con Smarties colorati, stelline di zucchero colorate, perline di zucchero dorate e argentate o colorate. Poi abbiamo messo le due metà albero in frigorifero per qualche minuto per far solidificare il cioccolato. Una volta tirate fuori, le abbiamo incastrate e il nostro albero-centrotavola era pronto!!! Appena abbiamo tempo, ne facciamo un altro…

Con questo post partecipo a:

Decorazioni natalizie di carta a forma di stella

stelle_rosse_confInsieme agli alberelli di Natale, sempre frequentando il “Lidl”, ho preso anche dei kit per fare delle bellissime decorazioni natalizie a forma di stella con striscioline di carta decorata, perline di grandezza e colori differenti, stelline di carta colorata lucida e nappine di cotone…
I materiali facevano parte di un kit, ma sono facilmente riproducibili con un po’ di cartoncino colorato, fil di ferro, filo di cotone e perline.stelle_rosse

Con il Nano le abbiamo assemblate e il risultato è stato fantastico… Il lavoro non era particolarmente complicato: bastava infilare nel bastoncino di fil di ferro, nell’ordine dato dalle istruzioni, le varie striscioline di carta, le perline e le stelline di carta e poi piegarle e infiarle nuovamente a chiudersi, facendo solo attenzione a posizionarle nel modo corretto.

stella_nappina1Ora dobbiamo solo decidere se appenderle al nostro alberello di Natale o attaccarle al lampadario: anche appese fanno la loro bella figura…

Con questo post partecipo al:

Alberelli di Natale di carta

Da quando, essendo a casa per l’ultima maternità ed avendo quindi tempo di girare per fare spese, ho scoperto che al “Lidl” si trovano periodicamente materiali creativi a poco prezzo, ho iniziato a frequentarlo regolarmente almeno una volta a settimana…

Alla fine di novembre c’erano in offerta una serie di kit creativi natalizi e, in previsione dei pomeriggi da passare con il Nano sveglio e i fratelli addormentati, ne ho fatta una scorta!!! alberelli_cartaTra questi kit, ci siamo dedicati agli alberelli di carta, formati da un cilindro di cartoncino marrone (per il tronco) e un cono di cartoncino bianco (per la chioma) su cui attaccare con la colla tante striscioline di carta decorata (nella versione in bianco o in rosso) a formare gli alberelli di Natale… In cima, un piccolo cono sempre di carta decorata. Per il Nano è stata un’attività impegnativa ma di soddisfazione, soprattutto l’abete più piccolo (quello più grande lo abbiamo completato in due riprese)!

Sono molto carini e facilmente riproducibili… 🙂

Con questo post partecipo a: