Nati per leggere…

“Leggimi subito, leggimi forte
Dimmi ogni nome che apre le porte
Chiama ogni cosa, così il mondo viene
Leggimi tutto, leggimi bene
Dimmi la rosa, dammi la rima
Leggimi in prosa, leggimi prima”

Bruno Tognolini

Questa filastrocca la dice tutta… “Nati per leggere” è un natiperleggereprogetto promosso dall’alleanza tra bibliotecari e pediatri, attivo su tutto il territorio nazionale con alcune centinaia di progetti locali promossi da bibliotecari, pediatri, educatori, enti pubblici, associazioni culturali e di volontariato. I progetti, attivi in più di un migliaio di comuni, coinvolgono genitori ed educatori di bambini anche piccolissimi e hanno lo scopo di incoraggiare la lettura fin dai primi mesi di vita del bambino…

Grazie a questo progetto, di cui siamo venuti a conoscenza grazie all’asilo nido, abbiamo iniziato (anche se un po’ tardi) a leggere al nostro primo figlio dei libri adatti alla sua età e a far entrare la lettura nel rito della nanna. Non che prima non gli leggessimo libri, ma alcuni erano troppo difficili e la lettura era saltuaria.

Adesso, ogni mese andiamo in biblioteca – e ogni tanto in libreria – a scegliere nuovi titoli da leggere. La cosa drammatica della biblioteca è che lui vorrebbe prendere tutti i libri e non ne vuole riportare indietro mai nessuno!!! 🙂

In questo momento, abbiamo chefaticametterealettopapain lettura il divertentissimo (per lui, ma anche per noi 🙂 )  “Che fatica mettere a letto… papà!” e “La chiocciolina e la balena”. Ogni pomeriggio e ogni sera li lachiocciolinaelabalenaleggiamo al grande (3 anni), ma anche il fratellino di 8 mesi inizia ad essere molto attento alla lettura e partecipa a modo suo tentando di afferrare i libri (forse solo per mangiarseli, o per giocarci, ma non importa… intanto vede cosa sono e impara ad ascoltare)!! 🙂

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*